De Silvestri: “Ripartiamo subito”

8
179

Sharing is caring!

Al termine del match contro il Wolverhampton, l’autore del primo gol granata Lorenzo De Silvestri ha commentato così la sconfitta dei granata: “Usciamo con una sconfitta, ma ripartiamo dai due gol fatti: ci danno ancora una possibilità di passare il turno. Loro sono una squadra molto fisica, ci hanno messo in difficoltà sotto quel punto di vista. Adesso è importante avere la testa al Sassuolo.

Il gol? Sono contento, ma ovviamente sarei stato più contento avessimo vinto”.

(fonte torinofc.it)

8 Commenti

  1. Delle parole di Cairo e di Mazzarri del POST partita non dico nulla, è già stato detto tutto e forse anche troppo, però preciso 2 cose: LA PRIMA, che DOPO tutti quanti sono buoni a dire “si doveva fare così piuttosto che cosà..”..LA SECONDA, che un match costituito da andata e ritorno si gioca appunto su 180′ ed al momento ne sono stati giocati solo la metà, quindi…..
    Piuttosto voglio soffermarmi su un altro paio di cose della partita di ieri: i nostri giocatori, gli avversari e l’arbitraggio…
    NOSTRI GIOCATORI: nelle parole di De Silvestri è racchiuso un po’ tutto, dalla delusione per la sconfitta al non mollare (tipico del Toro, fra l’altro, ma evidentemente NON di alcuni suoi “tifosi”..) oltre al fatto che erano partiti MOLTO MOLTO contratti e con troppa “ansia”, cosa che visto (purtroppo) questo risultato potrebbe consentire Loro di giocare il ritorno senza e, paradossalmente, giocare meglio (la palla è tonda ed un gollonzo nostro + una “cappella” Loro ci possono sempre stare…)
    IL WOLVERHAMPTON: ho sempre letto di questa squadra “INGLESE”… Beh, di Inglese ha ben poco dato che dall’allenatore a 5/11 di giocatori sono Portoghesi, il proprietario è Cinese ed il Manager è anch’esso Portoghese…L’unica cosa “INGLESE” è il campionato in cui gioca che è, guarda caso, attualmente il più ricco ed infatti non per niente arrivare 7° lì (come il Toro) significa prendere il triplo dei soldi che si prendono da noi….Comunque abbiamo dimostrato di giocare meglio quando non abbiamo “pressione” addosso ed in trasferta, così come abbiamo dimostrato che non sono imperforabili, avranno una partita di campionato esattamente come noi ed anche a Loro può capitare di tutto in questi 5gg…
    ARBITRAGGIO: dico subito che non è stato SCANDALOSO come purtroppo abbiamo “subito” tante altre volte in campionato ed in Coppa, così come dico subito che NON E’ nè vuole essere UN ALIBI per la sconfitta, totalmente figlia nostra, tuttavia alcune decisioni così come “il metro di misura” diverse volte mi sono sembrate quanto meno DISCUTIBILI se non addirittura PALESEMENTE a nostro svantaggio: falli fischiati in modo invertito, azioni nostre interrotte per falli “nascosti” che SOLO LUI ha visto piuttosto che 6 ammoniti nostri in una partita corretta e NON VIOLENTA mi sono sembrati ECCESSIVI e TENDENZIOSI, quasi a voler “indirizzare” se non il risultato quanto meno “l’andamento generale” dell’incontro, come a dire “tanto Voi non vincerete..”…
    ————————–
    Eravamo sfavoriti sia dai Bookmakers che dalla stampa “specializzata” ed abbiamo perso questa partita… Le sconfitte ci sono, ci sono sempre state e sempre ci saranno, però devono servire ad imparare ed a capire QUALI errori sono stati fatti e DOVE migliorare, adesso abbiamo un incontro di campionato contro il Sassuolo, in casa, Domenica sera: BEN VENGA, così ci aiuta a mettere LI’ la testa e non a rimuginare su questa partita, vincere Domenica servirà ANCHE come viatico e come “aiutino” psicologico per dire che non eravamo campioni imbattibili PRIMA e non siamo BROCCHI PATENTATI adesso… FV❤G!! SEMPRE!!!

  2. Bertu , nessuno ha parlato di brocchi , ma non all altezza e quello qui sopra un chiaro esempio ……si ammira per l impegno e andato pure in gol il che può anche condizionare un giudizio , ma rimane il dato 8nconfutabile che non è all altezza di certi palcoscenici …….e nessuno che letto ha criticato impegno e costanza nei ragazzi
    L unico dato certo è che NESSUNA società raggiunge un traguardo agognato e sperato da 5 anni e ragione con se passiamo compriamo se no va bene così……qualsiasi società si muove in fretta e SE VUOLE raggiungere quel traguardo ci lavora e non lascia tutto al caso o al destino ed io penso anche attraverso ad esempio una cessione importante se poi reivesti in altri 2/3 giocatori di LIVELLO e non scarpini dell ultima ora ……..

    • Mauro guarda, sono perfino d’accordo su alcuni punti ma permettimi di farti notare come in realtà su Lollo come su Baselli come su Meitè come su Lukic come su Berenguer SENZA PARLARE di Zaza in realtà è dall’anno scorso che ci sono 95 commenti negativi su 100… O sbaglio? Anche quando giocano delle belle partite o quando vanno in gol c’è sempre un “però..” come a dire che “non sono all’altezza di certi palcoscenici..”.. Ti ritrovi in queste stesse Tue parole? Bene, perché se ti ricordi bene, e sono certo di sì, CHI nel Toro di Mondonico era all’altezza di quei palcoscenici a parte 4/5? Esattamente come oggi se Vuoi, tolti Sirigu Izzo N’koulou Belotti e Ansaldi/Rincon non abbiamo oggi dei “fuoriclasse” esattamente come non erano TUTTI fuoriclasse allora! E non sto a dirti CON CHI l’Atalanta che tanto acclamiamo oggi è arrivata ai gironi di CL, tolti i 4/5 che conosciamo!
      Tu come quasi tutti quelli INC**ZATI con Cairo (che è l’uomo-nero per partito preso…) fate del mercato o meglio del NON MERCATO il colpevole principale di questa sconfitta: a parte che ci poteva stare visto che tutti, dai bookmakers ai giornalisti “bravi ed informati”, davano i Wolves come favoriti (e questo forse vuol dire qualcosa…) ma la cosa importante è che mica è finita! Ci sono ancora 90′ da giocare e tutto può succedere, compreso che noi si faccia là da Loro la stessa partita che Loro hanno fatto qua da noi! Eppoi la cosa importante: davvero se sicuro che SE fossero arrivati a Luglio 2/3 giocatori sarebbe andata diversamente? SICURO? Non credo, perché sei una persona intelligente e sai bene che SICURO è morto, DA TEMPO oltretutto, e nel calcio poi..!! Soriano l’anno scorso doveva essere l’uomo che ci avrebbe fatto svoltare a centrocampo, no? E infatti…Ed anche Zaza, doveva essere la spalla giusta per Belotti, quello che gli avrebbe consentito più libertà in quanto avrebbe attirato su di sé i difensori avversari permettendo al Gallo di andare in gol!
      Il mio parere sul mercato l’ho già espresso: quest’anno, anzi direi MAI COME QUEST’ANNO è tutto nelle mani dell’allenatore, di Mazzarri quindi: arrivi e partenze sono e saranno quelle volute da Lui, non quelle scelte da DS di turno, tanto è vero che Bava al momento gli unici movimenti che ha fatto li ha fatti a livello di giovanili E NON di prima squadra! Certo, ci sarà di sicuro chi dirà anzi scriverà che “Bava non è all’altezza della Serie A..” ed è per questo che continua a lavorare con i ragazzini, ci manca solo più che qualcuno rimpianga Petrachi!
      Tornando a giocatori “ALL’ALTEZZA ” torno a dirti: in una squadra, soprattutto una squadra come il Toro che NON E’ una multinazionale come i Gobbi SERVONO anche giocatori che siano ONESTI PEDALATORI E PORTATORI DI PALLA, serve anche gente magari con i piedi storti ma con 2 polmoni ed un cuore ENORME, gente che metta in campo grinta e voglia e passione ed impegno, tutte quelle cose che poi, alla fine, magari ti fanno anche vincere le partite…

  3. Ci sono ancora 90 minuti, con gli inglesi eravamo cmq sfavoriti e l’arrivo di certi giocatori a Luglio non avrebbe cambiato nulla, per finire con la perla del confronto uomini tecnici/onesti pedalatori tra questo Toro e quello del Mondo.
    Che dire, esterrefatto! In un giorno in cui siamo praticamente tutti d’accordo, Bertu entra in versione ” fuori dal coro” per giustificare l’ingiustificabile.
    Ma hai letto le decine e decine di commenti su questo ed altri siti granata? Sì? Ho i miei dubbi, visto che il discorso che si fa va molto oltre la partita di ieri sera. Lasuma ste va che è meglio…

    • Toro71, con Te ho perso ogni speranza, anche se Te l’ho già detto un’infinità di volte: non è che se a gridare AL LUPO AL LUPO ci sono 10,100,1.000 persone il lupo SI MATERIALIZZA! Cmq sia TU 6 libero di gridare assieme a tutti gli altri, IO sono libero, se permetti, di fare altro, anche “la voce fuori dal coro”, perché no? Intanto, leggi, così Ti fai un po di cultura, che non guasta mai, eppoi noterai che non proprio tutti sono d’accordo sul CATASTROFISMO a Te tanto caro!
      (DA TMW, 23/08 h18:16 ) – Toro, serve più equilibrio nei giudizi. Niente catastrofismi-
      “Il livello umorale dei tifosi del Torino, dopo la sconfitta contro il Wolverhampton in Europa League, è calato notevolmente, quasi a livello catastrofico. Lo si respira nell’aria, attraverso i social in cui già si parla di fallimento stagionale che si ripercuoterà inevitabilmente anche sul campionato. I Wolves sono onestamente più fisici e forti del Toro, una sfida che sarebbe stato quantomeno preferibile poter disputare eventualmente più avanti nella manifestazione, ma tant’è. E’ arrivato un doloroso ko, vero, ma non si tratta di un fallimento, men che meno di una stagione già buttata via sul nascere (l’Atalanta insegna, uscita nei play off contro il Copenaghen, lo scorso anno ha poi raggiunto la qualificazione alla Champions League), anzi. Deve insegnare al gruppo che abbassando il livello di attenzione la punizione è subito dietro l’angolo ad attendere il momento propizio per colpire, una sveglia che servirà ad approcciare l’esordio in campionato in modo molto differente.”
      Poi sai com’è, preferisco di gran lunga vedere come andrà a finire la partita del 29 PV e TIFARE per il Toro, come sempre, piuttosto che “gridare AL LUPO AL LUPO”… Ma io sono io, e Tu…..sei Tu 🙂 ….

  4. La folle sbornia di ottimismo, figlia dalla raffica di goal segnati a due squadrette degne tutt’al più della nostra Lega Pro, è stata ieri smaltita in pochi minuti. Passati dal calcio finto a quello vero tutto è tornato alla normalità ed i famosi nove top players (dichiarazione della presidenza) son ridiventati i giocatori che ben conosciamo.
    Tutto secondo logica, una logica troppo spesso, purtroppo, non colta da tanti tifosi, più portati al credere a dichiarazioni roboanti ed a sovravalutazioni dell’esistente che alla realtà dei fatti.
    Ieri abbiam visto sul prato cosa siamo e, cari fratelli di fede, se anche in Inghilterra dovesse accadere un miracolo, perché per passare il turno occorrerebbe veramente un evento sovrannaturale, a cosa servirebbe?
    La programmazione è a zero; lo attestano le dichiarazioni, quasi risibili, rese ieri sera da Cairo a difesa dell’immobilismo sul mercato. Il gioco è quello scontato e timoroso a cui Mazzarri ci ha abituato sin dal suo arrivo. I giocatori, salvo tutt’al più tre/quattro di loro, sono da mediocre compagine… e, come se non bastasse, tra le righe della citata intervista di Cairo si coglie persino l’ipotesi che qualcuno tra i migliori voli verso altri lidi.
    Ed allora prepariamoci all’ennesimo anonimo campionato.
    Io, come tantissimi altri, sarò comunque settimanalmente lì a rodermi il fegato sperando in risultati impossibili, ma lo sarò solo per l’eterno amore verso questa maglia. Qui non si tratta più di accontentismo e non accontentismo, ma solo di oggettiva rassegnazione, con il godimento posto nel vincere contro il Brescia di turno e sperare in qualche risultato positivo con una grande, riempiendoci la bocca con l’improbabile parola Europa.

  5. Mi sono fermato alle parole “se anche ..[..] a cosa servirebbe” poi mi son fermato, perché in questo consiste il pupi57-pensiero: nulla ha un senso fino a che…COSA esattamente? Non è dato saperlo, perché se da una parte si potrebbe pensare che basterebbe che Cairo vada via, dall’altra in realtà non basta perché la musica “potrebbe” essere la stessa, oppure anche peggiore, senza stare a tirare in ballo lo spauracchio del fallimento o della B, che non serve, perché non siamo bambini, per lo meno non tutti…
    ——–
    Se si ragionasse tranquillamente, senza pregiudizi o faziosità di nessun tipo, fra persone intelligenti quali tutti noi siamo allora sarebbe PALESE che il calcio di una volta, quello degli anni ’70, dello scudetto, fino ad arrivare agli anni ’80, quel calcio non esiste più….E’ morto, è stato ucciso dal BUSINESS, dall’ossessione del denaro prima e dello sport poi, è stato ucciso dai diritti TV, dagli sponsor, dai mercati, dai tornei Miliardari e dagli slogan “Conta solo Vincere!”….Se si ragionasse tranquillamente, si vedrebbe che sempre più squadre vengono vendute anzi “svendute” , una alla volta, a stranieri che poco o nulla hanno a che fare con la storia, la tradizione ed il “bene” sportivo di quelle squadre ma che hanno un solo obiettivo in mente: fare soldi. Noi da “tifosi” siamo diventati “clienti”, da “appassionati” siamo diventati “dirigenti/allenatori/direttori sportivi/espertissimi” grazie alle TV che ci bombardano H24 di calcio ad ogni latitudine, dal Sud America all’Africa dall’Asia all’estremo Oriente, calcio-spettacolo ad ogni ora, anche adesso, basta sintonizzarsi….
    I social poi hanno messo la ciliegina sulla torta: dal Bar, magari il Bar-Sport, presente (quasi) in ogni paese, in cui ci si incontrava con amici e/o conoscenti e si parlava amichevolmente (e amichevolmente ci si poteva anche mandare “ad un altro paese”…) della partita, delle scelte del Mister, di quel calciatore oppure di quell’altro, si è passati ai Twitter, alle Stories su Istagram, ai Like o dislike, alle Emoticon, dando la stura alle peggiori bassezze e nefandezze dell’animo umano grazie all’anonimato che un Nik può garantire….
    Tutto questo non è più il calcio che ho conosciuto da bambino quando andavo con mio nonno prima e mio padre poi a vedere le partite, oggi che vivo lontano dalla mia città natale appena riesco a tornarci vado a Superga perché è l’unico posto dove mi sembra ancora di respirare quell’aria, l’atmosfera di quei tempi, però poi basta il suono di una notifica sul cellulare per riportarmi alla realtà, ai giornalisti che scrivono tutto ed il contrario di tutto nell’arco di poche ore, una realtà costituita ANCHE dalla notizia della terribile lotta che sta facendo GIGI SIMONI da Giugno scorso e che lo sta consumando…
    Forse non tutti lo sanno, forse non tutti lo ricordano ma Gigi Simoni, oltre che allenatore del Torino nel 2000, fu soprattutto un giocatore del Torino dal 1964 al 1967, compagno di un altro Gigi leggendario, Meroni: Gigi Simoni ala sinistra, Gigi Meroni ala destra…. DAI GIGI! SIAMO CON TE!! FV❤G!! SEMPRE!!
    Altro che ” ..a cosa servirebbe?”…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui