Mazzarri: “È stato premiato il cuore Toro. Oggi siamo stati giustamente ripagati”

4
113

Sharing is caring!

Sulla gratificazione della serata. “I miei giocatori hanno dato l’anima, sembrava quasi più stanco l’avversario rispetto a noi. Siamo cresciuti, poi quando arriviamo alla trequarti sbagliamo l’ultima decisione. Avevamo di fronte una delle squadre più forti del campionati, devo solo elogiare i miei calciatori, sono stati eccezionali, hanno fatto qualcosa di eccezionale”.

Sulla vittoria più bella. “È una di quelle, forse sì. Ma da sette-otto mesi a questa parte ci siamo tolti qualche soddisfazione. Forse la buccia di banana è quella in casa con il Wolverhampton, poi se l’è giocata con tutti, facendo molto bene. I ragazzi stanno facendo cose stupende, non ci scordiamo che oggi mancavano cinque titolari. Non comprimari. Il gruppo è unito, c’è una forte organizzazione. Bonifazi, Meite, Berenguer, Belotti ha lottato sempre come un leone”.

Sulle cose da migliorare. “Baselli ha incominciato ad affinare il piede, la mette sempre nel modo giusto. Ci manca un po’ di qualità, ma poi prendiamo molte punizioni. Nel secondo tempo, con Meite tra le linee, bastava essere un pochino più bravi a dare la palla per tirare in porta. Si fanno tante azioni come De Silvestri sull’1-0… Noi siamo sempre lì, l’abbiamo visto a Wolverhampton”.

Sul mercato. “Io faccio l’allenatore, al mercato ci pensa il presidente e il direttore sportivo”.

Sugli infortunati. “Iago intanto lo rivedo, perché finora non l’ho mai visto. Ansaldi ce ne ha per un po’, Zaza a quanto pare dovrebbe ricominciare ad allenarsi tra poco. Parigini è recuperato, Edera ce ne avrà ancora”.

Su quel qualcosa in più. “L’Atalanta, l’anno scorso ai preliminari, ebbe un contraccolpo psicologico. Quando dico che il Sassuolo è una signora squadra e che non è facile vincere dopo il Wolverhampton… È la forza del campo e del lavoro”.

Sul risultato casuale. “Una partita così, con tutti gli infortunati, averla giocata come ha detto Gasperini mi sta bene. Davanti l’Atalanta ha una realtà importante, avevano giocatori freschi, va benissimo. È stato premiato il cuore Toro. Oggi siamo stati giustamente ripagati”. (tuttomercatoweb.com)

4 Commenti

  1. Sarebbe facile, adesso, colpire come un cecchino tutti quei “veri tifosi” che ci vedevano morti, senza capo né cosa, una squadra allo sbando, con un uomo in panchina che non capisce nulla di calcio, ma non lo faccio…. Per lo meno, non adesso, non qui, non così….
    Più avanti, in rubrica….
    Adesso voglio godermi la vittoria contro la squadra che l’anno scorso uscì ai preliminari di Europa League, come noi, e che poi in campionato è arriva davanti a noi per soli 6 punti, 2 vittorie oppure parte di quei 7 errori arbitrali che ci hanno tolto minimo 7 punti, adesso voglio godermi le facce di Gasperini, le facce di Tardelli e Paolo Rossi alla DS quando la Paola Ferrari chiede Loro di “commentare il Torino capolista..”… TORINO CAPOLISTA!
    Non durerà, lo sò, perderemo sicuramente delle partite di qui alla fine del campionato però….
    Però intanto SIAMO LI’ ASSIEME A INTER & JUVE: chi ci avrebbe scommesso?
    FV❤G!!! SEMPRE!!!

  2. “Siamo cresciuti, poi quando arriviamo alla trequarti sbagliamo l’ultima decisione.” E pensare che ce l’avevi in casa l’uomo dell’ultimo passaggio…
    Poi a Maggio l’hai chiesto a Croc…

  3. Hai ragione , ignobili detrattori che sono 2 mesi che si lamentano per il mancato mercato invece di gioire per una squadra che quest’anno lottera per lo scudo…….asfaltera i gobbi e non ce e sara per NESSUNO…………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. “Ignobili detrattori” sono coloro che “si lamentano” non da 2 mesi ma DA ANNI per tutta una serie di cose che, comunque, riportano SEMPRE ad un solo, singolo, punto: la Società.
    “Ignobili detrattori” sono coloro che sono soliti usare il sarcasmo quando, anziché ammettere di essere prevenuti e di sbagliare SPESSO & VOLENTIERI, non solo non tacciono, dimostrando di essere dotati di un briciolo di umiltà condito da intelligenza, insistono e perseverano….
    “Detrattore: denigratore della fama e dei meriti di una persona..”: se fossi un’altra persona, mi metterei a cercare e a fare un copia-incolla di quanti siano stati post su Mazzarri….Se fossi un’altra persona, martellerei con precisione certosina gli zebedei tanto quanto lo hanno fatto gli “ignobili detrattori” in tutti questi mesi….Se fossi un’altra persona scaraventeri giù dal carro della vittoria di ieri tutti gli “ignobili detrattori” che non meriterebbero di esserci saliti, che (eventualmente…) gioiscano da soli….
    Ma non sono un’altra persona, sono un tifoso del Toro, e oggi mi godo appieno queste emozioni che ancora sono vive e lo resteranno un bel po’: la squadra che E’ UNA SQUADRA, un Mister che parla “dei ragazzi” e non di se come per arrogarsi i meriti, le facce incredule, deluse ed anche imbarazzate di vari “personaggi” come Gasperini, Tardelli & Paolo Rossi in TV…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui