La società ha deciso di multare Nkoulou

10
449

Sharing is caring!

Continua il caso Nicolas Nkoulou. Il difensore del Torino, dopo aver forzato la cessione in estate senza però essere alla fine ceduto, ha affidato alle pagine dell’Equipe il suo pensiero: “Sono un uomo leale, onesto e completo. Nella mia carriera, nessun compagno di squadra, allenatore o leader ha mai messo in dubbio la mia professionalità e ancor meno la mia formazione. Un professionista deve informare il suo datore di lavoro se non è nelle migliori condizioni per compiere la sua missione, che è stata rispettosamente eseguita con l’allenatore e i miei compagni di squadra” 

“Per me, un uomo è definito dal rispetto della sua parola. Sfortunatamente, mi sono reso conto che gli impegni sono difficili da mantenere. Ho preso atto che la società ha rifiutato la mia partenza quest’estate. Fedele ai miei principi, torno al lavoro senza che questi eventi mettano a repentaglio né la mia motivazione né la mia professionalità, figuriamoci difendere ardentemente i colori del Torino, perché la sua storia e i suoi tifosi se lo meritano”. 

La società, dopo queste dichiarazioni, ha deciso di multare il giocatore per aver concesso un’intervista non autorizzata. (gianlucadimarzio.com)

10 Commenti

  1. Arrivato in prestito con diritto di riscatto dall’OL Marsiglia nell’estate 2017 (con tutto il codazzo delle solite parole “ennesimo rotto/bollito/fine carriera voluto da Cairo” della situazione…), riscattato a fine campionato con relativo contratto triennale ed ingaggio da TOP Player (certo, sarà anche poco se confrontato con ingaggi che altri club propongono “ai Loro” top player, però per noi è COME TUTTI GLI ALTRI TOP..), dopo ancora 1 anno giocato molto bene cosa fa? Chiede la cessione, pretende che la società lo sciolga dal contratto che ha firmato ed accetti la proposta che “un club” gli fa per il Suo cartellino, così, senza poter dire che non è d’accordo neppure con il prezzo (20Milioni, pare…) che sono disposti a pagare…
    E parla, ad un giornale Francese, di “parola data e non mantenuta..”, parla di “lealtà, onestà ed integrità” e di molte altre cose, però, in fondo, sono solo dei BLA BLA BLA….
    Questa cosa però dovrebbe dire a tutti noi alcune cose:
    A) i calciatori guardano al denaro, giusto o sbagliato che sia, e lo fanno quasi tutti e mettono il denaro quasi sempre davanti a tutto il resto…Alcuni lo chiamano “calcio che conta..” mentre invece altri, più onesti, lo chiamano con il nome vero, INGAGGIO PIU’ ALTO, mentre altri ancora non dicono nulla (nonostante, come ha dimostrato anche adesso Nicolas le opportunità di parlare ci siano..), forse conservando così un briciolo di pudore (ad esempio chi è andato in Turchia di recente…)
    B) Non sempre il “non voler tarpare le ali a nessuno” è stata una scusa di Cairo e della Società per “far cassa” ma una VERA volontà del giocatore (ed anche interesse dei procuratori che più “spostano” i Loro assistiti e più guadagnano sulle commissioni…) perché altrimenti si torna sempre alle possibilità di dare la propria versione dei fatti
    C) Non sempre poi però dare la propria versione dei fatti COINCIDE automaticamente con l’aver ragione ed invece la Società torto, come si evince dal caso N’Koulou, anzi: forse in questo caso il messaggio che “involontariamente” passa è quello che vede una Società CON GLI ATTRIBUTI, che non cade “vittima” di DS infami (la Roma ed il Suo nuovo DS non ne sanno nulla di questa storia, vero?) né di agenti/procuratori che badano più AI LORO interessi economici che a quelli dei Loro assistiti, una Società che piuttosto finisce sui giornali con il sospetto di aver tramato chissà cosa per poi risultare più forte e stabile e coesa che mai
    D) Infine si torna al “tarpare le ali”: vedremo se il NON aver ceduto alle pressioni (ci sarebbe un altro termine ma mi suona troppo forte per poterlo usare…) alla fine andrà bene anche a quella parte di tifosi che sostengono il movimento del #CAIROVATTENE, anche se temo che potrebbero sempre dire che “questa volta invece avrebbe fatto bene a cederlo” perché effettivamente non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, quindi non mi stupirei neanche di questo…
    Nicolas, se fossi al posto di Cairo o di Comi/Moretti anziché una multa Ti darei un premio: primo, per aver detto le cose come stanno, quindi “onestamente”, e secondo, ancora più importante, per aver aperto gli occhi a tutti (si spera) di COME FUNZIONA OGGI IL CALCIO: 1% di “attaccamento alla maglia” contro il 99% di “attaccamento al denaro”! I contratti: servono solo a far alzare i prezzi…
    —————
    Ve lo ricordate com’era una volta il calcio???
    FV❤G!! SEMPRE!!!

  2. Bertu sei fantastico …..ad ogni post dici tutto e il contrario di tutto ……..
    Accusi i CAIROVATTENE di essere dei nostalgici di un calcio che non ce più…..e quello dopo da buon CAIROBOYS accusi tutti i giocatori ceduti come ragazzi poco seri che non hanno attaccamento alla maglia ……
    Tutto si risolverebbe se ci fossero le regole di mercato del Basket ma a quel punto come farebbero le società a GONFIARE i prezzi dei cartellini per coprire i buchi di bilancio ……..

    • @mauro, questo è il Tuo modo di leggere ciò che scrivo…e non sto dicendo che o fai da un certo punto di vista, se tu stesso a dirlo con le tue affermazioni…
      Non è che “tutti i giocatori ceduti” erano ragazzi pochi seri, dove l’ho scritto? Casomai ho scritto che NON TUTTI quelli andati via “contro la Loro volontà” secondo “alcuni” che, guarda caso, POI gridavano #CAIROVATTENE, erano poi così “attaccati alla maglia e/o ai tifosi” come l’ultimo finito al Besiktas, ad esempio…
      E non accuso i #CAIROVATTENE di essere “gli unici” nostalgici di un calcio che non c’è più: TUTTI ne abbiamo nostalgia, TUTTI vorremmo che si tornasse a quei tempi, ma QUASI tutti sanno che non è possibile, quasi a parte i #CAIROVATTENE che propongono paragoni impossibili fra Cairo ed altri Presidenti prima di Lui, fra questa squadra e quelle passate e, peggio ancora, citando numeri CORRETTI, ci mancherebbe, ma NON CONTESTUALIZZATI, come paragonare mele con pere…
      Comunque sia, sulla questione in oggetto, N’Koulou, chiunque abbia scritto che aveva problemi familiari seri ha sbagliato, come chiunque lo abbia insultato o peggio lo stia ancora facendo: ha sbagliato (magari l’accordo, ammesso che ci fosse, era con CHI ERA IL DS a Maggio/Giugno, eh???) e praticamente l’ha ammesso (dichiarazione autogol in questo senso..), fine.
      Tornerà in squadra? Con che animo i compagni di squadra lo accoglieranno? Come lo accoglieranno compagni e tifosi (soprattutto NOI tifosi) ad un Suo primo errore in campo, ammesso che giocherà ancora? Saremo TUTTI sereni nel giudicare le Sue future prestazioni? Dovrà fare TUTTE partite da 8 in pagella per non sentire fischi al Suo indirizzo?
      Queste e cento altre domande sono quelle che, credo, passino o siano già passate nella testa di Mazzarri: a breve avremo la risposta…
      FV❤G!! SEMPRE!!!

  3. giusta la multa, NK pensava non sapessimo il francese?
    Sull’attaccamento alla maglia vorrei fare l’esempio di Belotti, questo è il quinto anno che è con noi, dopo due anni poteva già andarsene, guadagnare di più, giocare con una squadra con maggiore appeal, magari già il prossimo anno se ne andrà, in ogni caso per 5 anni ce lo siamo goduto e c’è modo e modo (vedi Glik, a cui penso nessuno possa rimproverare nulla)
    poi faccio un altro esempio, Verdi al Napoli avrebbe giocato pochissimo, la sua volontà era di andare altrove, ma se il Toro avesse offerto 18M secondo voi il Napoli l’avrebbe ceduto?

  4. Continuo a pensare giustamente Bertu che, anche se N’Koulou rientrerà in squadra, niente potrà più essere come prima. Le tue domande hanno già una risposta: la frattura non è facilmente sanabile. Mazzarri ha detto di volere uomini oltre che calciatori e come si fa allora a rapportarsi con questo qua che fa i capricci per non essere stato ceduto? Cerchiamo di guardare al futuro della difesa che ormai si chiama Lyanco o Bonifazi piuttosto che Izzo e dimentichiamo N’Koulou perché non merita tutta questa nostra considerazione.

  5. infatti, concordo con Law, se Bonifazi non è stato ceduto (e lo avrebbero fatto senza lo strappo di NK) è perché il ragazzo giocherà… abbiamo Izzo, Lyanco, Bonifazi, Djidji, Bremer per una sola competizione, direi che siamo ben coperti, certo NK è molto forte, ma la squadra è + importante

  6. Lo ripeto, senza NK siamo nella cacca fino al collo, poi uno può negare l’evidenza se vuole, ma le prime partite di questa stagione lo hanno chiaramente dimostrato ( ma sinceramente era chiara la cosa anche senza queste dimostrazioni).
    Quindi NK paghi la multa, parli a Società e compagni e torni a giocare come sa. Da parte mia nessun fucile puntato, poi a fine stagione si vedrà.
    Quindi, proprio perché la Squadra ( ed i suoi risultati) è fondamentale, NK deve carne parte, senza se e senza ma. ( sempre se c’è la voglia di lottare per qualcosa d’importante)

  7. Nkoulou ha sbagliato. A 29 anni si è maturi come calciatori forse non abbastanza come uomini
    Si è fatto tentare dal canto delle sirene che nel mondo del calcio sono i soldi
    Prima Siviglia oggi Roma lo hanno tentato e Cairo non ha mollato come ha promesso
    I calciatori sono privilegiati e ormai viziati , per cui vogliono sempre di più. Per fare in modo che il calcio torni come era un tempo, ovvero un gioco, uno sport, dovrebbe essere messo un tetto agli ingaggi uguale per tutti i club non solo di Serie A ma di tutta Europa e quindi mondiale .
    Nkoulou mi ha deluso , come tanti altri prima di lui da D’Ambrosio a Cerci e Immobile, da Maksimovic a Liaijc e adesso lui .
    Credevo fosse immune alle lusinghe, credevo facesse come Belotti che ha attraversatpo un periodo simile senza mai mollare la squadra . Invece è uno dei tanti.
    Al Toro serve come il pane il Nkoulou calciatore , è il fulcro della difesa fino a ieri . Attenzione però che Lyanco sta per rientrare ed ha chiare velletià da titolare del centro della difesa. E Djidji ha già giocato un po di volte e potrebbe prenderci gusto oltre che abituarsi.
    Il Toro che sta cavandosela bene in campionato non va a suo favore. Perchè se salta fuori che Mazzarri puo fare a meno di lui Nkoulou ha fatto un autogoal clamoroso , e non credo che a 29 quasi 30 anni abbia la fila di pretendenti come Icardi visto che Cairo chiede oltre 20 milioni
    Comunque abbiamo bisogno di lui per cui per il bene del Toro giusto firmare una tregua almeno fino a Gennaio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui