E ora la parola al campo da gioco…

1
116

Sharing is caring!

Finalmente è finita!

E’ finita questa travagliatissima, lunghissima, estenuante estate di calciomercato, iniziato il 1 Luglio e terminato il 2 Settembre (ore 22:00 fra l’altro e non ore 20:00 come previsto inizialmente, e meno male PER NOI perché sennò, Simone Verdi, ce lo saremmo scordato!), finita (??) anche la “querelle” di N’Koulou, che ha tenuto banco in questi ultimi 15gg….

Ora la parola al campo da gioco, alle partite di Campionato che, ad onor del vero, è già iniziato da 2 giornate, passate troppo in sordina per me, ingiustamente oltretutto dato che, cosa che non accadeva da anni, ha visto il Toro vincere entrambe le partite e, di conseguenza, CAPOLISTA.

Capolista…Quante volte abbiamo letto questa parola e quante volte l’abbiamo letta ASSOCIATA al nostro Toro? Le partite che abbiamo giocato e vinto per di più non erano né semplici né contro avversari (come dire per non dire “scarsi”…?) …. indicati come vittime designate, ecco: il Sassuolo prima e l’Atalanta dopo anzi si sono dimostrare avversarie più che degne e pronte a battagliare con accanimento, però…..Però il Toro si è dimostrato squadra più forte di Loro sul campo, si è dimostrato SQUADRA innanzitutto. Squadra che ha fatto delle doppie sconfitte in finale di accesso ai gironi di Europa League contro gli Inglesi del Wolverhamton una “forza”, una motivazione andando contro l’opinione generale più diffusa che li avrebbe voluti crollare psicologicamente…Invece è stato l’opposto, ha fatto tesoro degli errori commessi ed ha invece fatto leva su ciò che di buono aveva fatto in quelle 2 partite, perse anche (per non dire solo…) per colpa di alcuni “episodi” sfavorevoli: compattarsi come squadra, come gruppo, giocare per la squadra e per il compagno ed essere consapevoli delle proprie capacità, e questo si è visto soprattutto nella 2° partita, quella contro l’Atalanta, di gran lunga una squadra più “abituata” di noi ad essere ciò che dovremmo diventare, ed infatti lo ha dimostrato subito recuperando il Gol di Bonifazi che ci aveva portati meritatamente in vantaggio andando addirittura sopra di 1 gol ma poi subendo a Sua volta il nostro recupero ed infine il sorpasso.

Molti hanno scritto che “è stato un caso”, che “siamo messi meglio fisicamente perché abbiamo dovuto iniziare prima per via dell’EL” e via andando….Non voglio entrare nel merito delle diverse osservazioni/obiezioni, alcune sono anche “autorevoli”, scritte da penne “illustri” e quindi “attendibili” (??) e chi sono io per confutarle? Ma non mi interessa neppure farlo, andare allo scontro, faccio solo sommessamente presente che è tutto vero (beh forse non proprio TUTTO..) ciò che scrivono però è altrettanto vero che abbiamo giocato le prime 2 di campionato, VINCENDOLE, con ben 5 giocatori IMPORTANTI fuori squadra: Ansaldi Falque Lyanco Edera N’Koulou, e scusate se è poco! Però in questi frangenti è venuta fuori “la squadra”, il gruppo, l’insieme di uomini che Mazzarri ha messo insieme e la Loro voglia di giocare consapevoli, forse per la prima volta, delle proprie capacità e dei propri mezzi….

Illusioni? Esagerazioni? Può essere, oppure no, potrebbe invece essere realtà, mi auguro tanto che lo sia, finalmente! Finalmente però si gioca, è tornato il momento delle partite di calcio, del campionato, di incontrare il prossimo avversario e soprattutto di lasciarsi alle spalle i veleni, le polemiche ed in generale “le scorie” di questi ultimi 2 mesi, e di chiudere al meglio “il triangolo” N’Koulou-Torino-Roma: non è tanto importante individuare colpe e colpevoli ma è VITALE trovare una soluzione che vada bene a tutti…

La prossima partita di campionato si giocherà Lunedì 16 Settembre a Torino alle 20:45 contro il Lecce, neopromossa, una partita che finalmente vedrà il Toro poter disporre di quasi tutti i Suoi giocatori (al momento solo Ansaldi è ancora infortunato mentre per Nicolas si tratta di fuori rosa “temporaneo”..): incontreremo il Lecce DA CAPOLISTA (che bello poterlo scrivere 😊!!) e, chissà, magari lo saremo ANCORA ANCHE DOPO LA PARTITA!!

Sapendo che prima o poi accadrà di perdere partite e primato in classifica, lasciatemi ancora gustarlo finché si può!

FV❤G!! SEMPRE!!!

1 commento

  1. Bertu , ok con le tue considerazioni mi permetto solo di sottolineare che a Bergamo mancava anche Zaza e credimi non è poco di questi tempi, dove è stato quasi sempre il migliore in campo
    Lo Zaza visto in tutte le partite ma soprattutto con il Sassuolo, è tanta roba a cui il Toro non può rinunciare per troppe partite . E a Bergamo mancava pure lui , senza contare la stanchezza e uno Djidji costretto a fare il vice Nkoulou dopo 4 mesi fermo ai box con solo 1 partita nelle gambe .
    Per fortuna a Bergamo si sono visti un ottimo Berenguer e un rinato Baselli oltre al solito gigantesco Sirigu. Adesso vedremo se con Verdi il Toro saprà modificare maggiormente il proprio modulo e avere più fantasia in zona offensiva. Ma conoscendo Mazzarri penso proprio di sì.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui