Dove puo arrivare questo Toro

7
159

Sharing is caring!

Nonostante l’eliminazione ai play off di Europa League, si respira un ottimismo nell’ambiente granata che non respiravo da molto tempo. Lo si respira nelle dichiarazioni dei giocatori, in quelle del tecnico e in quelle della società ma fin qui è ovvio.

Lo si respira nelle interviste a ex giocatori granata e anche negli addetti ai lavori, nelle opinioni degli esperti e dei giornalisti di ogni fazione. Leggo sempre più spesso che questo Toro, dopo questo mercato e con la squadra al completo e con queste motivazioni e questa qualità , puo aspirare seriamente alla Champions ovvero al 4 posto . Insomma il Toro potrebbe essere l’Atalanta dello scorso anno.

Credo che questo ottimismo nasca anche dalle prestazioni e dai risultati delle prime due giornate di campionato, ottenuti nonostante stanchezza, delusione per l’eliminazione europea e infortuni assortiti oltre che il caso Nkoulou.

Andiamo a analizzare punti di forza e punti di debolezza della Rosa di quest ‘anno

Punti di forza :

Il Toro ha lo stesso ottimo tecnico ormai da due anni. Mazzarri è uno dei tecnici più preparati d’Europa come si è visto da una recente classifica . Schemi e moduli collaudati da una squadra che ha cambiato poco. E cone questa Rosa Mazzarri potrà sbizzarrirsi sui moduli .

In porta c’è il signor Sirigu. E’ con noi al terzo anno ed è semplicemente perfetto, per me è lui il portiere titolare della Nazionale alla faccia di Mancini. Il Toro ha quindi il miglior portiere d’Italia . Di riserva ora c’è Ujkani oltre a Rosati. In poche parole il Toro in porta è ampiamente coperto da gente esperta .

La Difesa : la difesa dello scorso anno era una delle migliori, arrivando ad essere tra le prime 5. Izzo è nazionale ed è riuscito a reggere con una difesa quest’anno piu giovane . E lo stesso Lyanco ora guarito darà qualcosa in più. Nonostante i mille problemi , e nonostante qualche goal preso di troppo il Toro ha vinto le prime due partite di campionato e i giovani Bremer e Bonifazi hanno dimostrato di poterci stare benissimo in Serie A a lottare per obiettivi europei nel loro ruolo più congeniale.

A centrocampo abbiamo le certezze Rincon, Baselli, Lukic e Meitè e a loro quattro possiamo aggiungere Bereguer e Ansaldi che nel caso possono giostrare come mezzali. Baselli ha dato segmali di crescita notevoli e lo stesso Lukic sono mesi che cresce passo dopo passo. Se oltre al General Rincon anche Meitè trova continuità, il centrocampo granata è una garanzia

Sulle fasce: qui inizia la prima vera novità, il Toro ha Diego Laxalt , giocatore nel pieno della maturità estremamente rapido che sulla sx potrà sia far rifiatare Ansaldi ora infortunato, e consentirà anche Aina a giocare a dx , a lui più congeniale facendo cosi rifiatare Lollo De silvestri . Senza scordare Parigini guarito dalla pubalgia , dotato di grande velocità ma con margini di miglioramento in copertura

L’attacco è il reparto che più si è rinforzato. E’ arrivata la qualità perduta con la cessione di Liiajc grazie a Verdi. Garanzia di qualità dietro alle punte e si spera qualche calcio di punizione diretta con goal. E’ finalmente esploso Zaza che prima dell’infortunio è stato sempre tra i migliori. La sua intesa con il Gallo è cresciuta e continua a crescere. Abbiamo tenuto Millico , giovane che se troverà spazio farà molto comodo al Toro specie quando i titolari saranno stanchi o squalificati . Edera lo aspettiamo, sta uscendo da infortunio alla spalla , tornerà ma sara dura trovare spazio con tale concorrenza. Anche perchè lo stesso Iago è ormai guarito

Lo spogliatoio è molto unito. I leader del Toro sono senza discussione il Gallo, Sirigu, Rincon, De Silvestri , Ansaldi , Baselli, Iago e Izzo. E loro tirano le fila della squadra dando una grossa mano a Mazzarri e Moretti nella gestione anche di casi difficili come lo è Nkoulou o dando una mano a giocatori in diffcoltà come lo erano Zaza o Bremer lo scorso anno.

Lesson learned: la lezione degli anni scrosi potrebbe essere servita. Le occasioni per il vero salto di qualità ci sono state ma sono state disattese . Prestazioni negative come quelle con il Bologna o il Parma o il Cagliari dello scorso anno non me le aspetto più quest’anno, sbagliando si impara. I giocatori sono cresciuti hanno imparato a lezione si spera. Ne avremo una prima riprova con il Lecce , battendo il quale il Toro si ritroverebbe ancora in posizioni insperate a inizio anno.

Veniamo ai Punti deboli :

Il caso Nkoulou avrebbe potuto scuotere lo spogliatoio, avrebbe potuto influenzare negativamente le prestazioni invece non è accaduto. Ma abbiamo giocato solo due partite di campionato e alla lunga la sua qualità in mezzo alla difesa potrebbe servire. Non recuperarlo potrebbe essere un guaio nel caso Lyanco non risolvesse i suoi guai fisici o nel caso Djidji non si adattasse a giocare al centro della difesa.

Non abbiamo più Moretti. La sua sola presenza sulla sx della difesa dava sicurezza a tutti. Speriamo che Bremer , Bonifazi o Djidji riescano a non farlo rimpiangere

A centrocampo i mediani veri e propri sono 4 . In caso di reiterato 352 rischiano di essere pochi, basta un infortunio o una squalifica per restare senza alternative. E in quel caso bisognerebbe snaturare Ansaldi o Berenguer se non Parigini.

Mazzarri ha ora una Rosa più folta dello scorso anno. Lui ha sempre dichiarato che preferisce non avere rose troppo vaste ma evidentemente ora si sente in grado di gestire rose ampie avendo anche uno come Moretti , dirigente che puo aiutarlo negli equilibri dello spogliatoio. In ogni caso sono curioso di vedere come saprà gestire qualche malumore che potrebbe provenire da Berenguer o Iago o da Millico o da Bremer o Parigini in caso di utlizzo scarso.

Concludendo i punti di forza sono superiori ai punti di debolezza. Questo non significa automaticamente che il Toro arriverà in posizioni migliori dello scorso anno o addirittura in Champions, perchè subentrano tanti altri fattori, non ultimo anche al concorrenza si è rinforzata .

Ma è indubbio che le basi ci sono tutte per un campionato che potrebbe anche essere sorprendente e rendere felice il tifoso Granata che non aspetta altro per amare la squadra senza paure e senza condizioni.

Contro il Lecce avremo la prima importante prova di maturità.

7 Commenti

  1. Ciao @djordy, finalmente Ti rileggo 🙂 !!!
    Concordo su buona parte degli argomenti e delle cose che hai detto, su alcuni no come d’altra parte è giusto che sia, no? Sennò sai che noia 😁😁!
    Concordo sulla forza del gruppo, sul fatto che avere ancora Mazzarri alla guida dia continuità sia di modulo/gioco che di parabola di crescita, lo dimostra appunto questa partenza in campionato…
    Concordo sul fatto che il gruppo, la squadra è stata MOLTO brava a reagire dopo la doppia sconfitta con i Wolves, non era facile o per lo meno poteva essere disastrosa soprattutto se sommata alla “grana” N’Koulou scoppiata proprio in quel momento (e peraltro ancora in sospeso…), onore quindi a tutti!
    Sono un po meno d’accordo di qui in avanti, non vedo ad esempio questa “crescita” della Rosa, anzi, numericamente siamo ancora sotto in alcuni reparti (esterni e centrocampo) oltre al fatto che alcuni giovani sono stati “gestiti male” a mio avviso, uno su tutti Millico, ma anche Parigini ed Edera: non credo proprio che potranno trovare tutto quello “spazio” che invece dovrebbero avere per mettere minuti di gioco nelle gambe, non basta assolutamente che facciano numero negli allenamenti se poi non giocano le partite in campionato.
    Per quanto riguarda poi arrivare 4° beh, amico mio, SAREBBE UN SOGNO! Considerato che la Juve anche quest’anno ha le mani sullo scudo (e chi glie lo toglie? Solo SARRI potrebbe ma non glie lo lascerebbero fare, entrerebbe in gioco Rizzoli & C. tranquillo…) dietro ci sono Inter (Conte in panchina + Marotta DS sono già una bella accoppiata, basta vedere come hanno gestito “il caso Icardi-Wanda Nara”…) e Napoli (pur non rafforzandosi a livello dei b/n sono comunque nettamente davanti a noi…) e poi almeno UNA fra Lazio Milan e Roma me le vedo lottare per il 4° posto, senza contare l’Atalanta: ecco, diciamo che SE arrivassimo 5° considerando CHI ci starebbe davanti non sarei per niente dispiaciuto…
    Riconosco che Cairo & C. hanno fatto un bel lavoro tenendo tutti (cosa peraltro passata TROPPO in sordina, considerato che in passato siamo stati “fregati” tante volte ANCHE sul filo di lana) però siamo sempre lì: almeno un centrocampista in più non mi avrebbe “disturbato”, anche in uno “scambio” di prestiti se Vuoi, che so, “Io do a Te Parigini e Tu dai a me Fofana”, per dire, perché dai, diciamocelo: Rincon Baselli Meité e Lukic sono POCHINI comunque, da qualsiasi parte li guardi….Poi certo, puoi sempre metterci un Ansaldi e anche un Parigini o Edera ma sarebbero un “taccone”, no? Eppoi là davanti: Belotti Zaza Verdi Berenguer Parigini Falque Millico Edera, 8 giocatori per quanti, 3 posti? Se consideri che Belotti E’ FISSO INAMOVIBILE (e ci mancherebbe..) allora si scende a 7 per 2: ma non era Mazzarri quello che disse che “6 sono troppi là davanti..” quando c’era 3 posti? E adesso che sono in 7 per 2?
    Infine la grana N’Koulou: anche oggi è stato al Filadelfia come “un separato in casa”: si allena a parte, non con il gruppo, e non credo alla balla delle “scuse ufficiali alla squadra e alla Società”: quello che si dovevano dire se lo sono detti, vai tranquillo, non c’è bisogno di una sceneggiata per giornalisti/giornalai o cronisti vari, quindi le cose sono andate storte ed arrivare a Gennaio in questa situazione sarà dura, ma soprattutto sarà un sconfitta per tutti: per Lui perché non sarà più come prima, le Sue parole sono state abbastanza perentorie (“non è stata rispettata la parola data..”), per la Società sarà una perdita economica (giocatore fermo= giocatore svalutato), resta da capire se ne sarà valsa la pena, per LUI e per il Toro…
    CIAO FRATELLO!
    FV❤G!!! SEMPRE!!

  2. @Bertu: ciao fratellone . Meno male che non si condivide sempre tutto 😊

    Sui tuoi punti :
    I mediani non sono tanti l’ho scritto pure io , ma in caso di 352. Ti ricordo che abbiamo preso Verdi , che Zaza è la spalla ideale di Belotti e che quindi il buon WM praticherà credo piu spesso il 3412 , non appena Verdi sarà integrato negli schemi ovvero un mesetto
    Nel 3412 con Verdi dietro alle punte o nella variante 343 con Iago e Verdi dietro al Gallo non servono cosi tanti mediani. Ne bastano due
    Inoltre anche praticasse troppo spesso il 352 , avremmo a sx Laxalt e quindi Ansaldi puo fare in quel caso la mezzala che ha già fatto piu volte alla grande.
    Quindi non è tragica la situazione
    Sul davanti. E’ vero sono in tanti ma questo va in contrasto con quello che dici sui mediani. Da una parte pochi dall’altra troppi non so quale sia la mezza misura.
    Di sicuro sempre in ottica di moduli piu offensivi , e ci metto pure il 4231 che potrebbe essere praticato in casi eccezionali o necessità di rimonte, vengono usate piu punte. Chi rischia di vederla poco è Edera perchè Parigini verrà utilizzato sulla fascia quando necessario
    Berenguer poi è da tempo che WM gli chiede di giocare un po piu indietro e un po piu al centro. Come mezzala. E Berenguer sembra recepire.
    Per cui con tali e tante variabili 352-3511-343-3412-4231 e persino il 424 in caso di necessità estrema , WM puo sbizzarrirsi. Tutte le squadre forti hanno molta scelta in attacco esattamente come noi e direi finalmente
    senza dimenticare l’eclettismo di gente come Verdi Ansaldi o Berenguer capace di coprire piu ruoli nella stessa partita.
    Infine Nkoulou: non so cosa gli passa per la testa e quando e se fara scuse ufficiali , oltre a quelle che spero abbia fatto in privato con i compagni , ma di sicuro lui per primo ci rimette.
    Non penso si svaluti troppo in 3 mesi anche non giocando in quanto integro fisicamente.
    Dovesse protrarsi il suo atteggiamento è ovvio che a Gennaio verrebbe ceduto a questo punto per cifre inferiori ai 20 milioni che porteranno comunque ad una bella plusvalenza.

  3. Carissimo DJ
    è tantissimo che non scrivo sul sito – leggo spesso su Toronews, senza commentare..
    È tempo di rituffarsi sul campionato, mal digerita l’eliminazione dalla EL; È tempo di aspettative…
    Secondo me la rosa è buona, sicuramente la migliore dai tempi di Scifo & co.
    Penso anche che diverse squadre blasonate topperanno e questo ci permetterebbe di infilarci in un posto per la EL diretta (anche se i preliminari ci hanno consentito di partire spediti)
    Concordo con Bertu che sarebbe “miracoloso” centrare il 4° posto, perché ci sono comunque diverse squadre con organico superiore o che – come la Lazio – hanno optato per l’accorta scelta di confermare uno zoccolo duro e collaudato… Spero in un campionato equilibrato e spero che riusciremo ad avere birra nel rush finale, perché la debacle di Empoli ci sta ancora sullo stomaco (anche se è uno dei pochi scivoloni del 2019).
    Buon campionato e soprattutto…
    FVCG!

  4. Uno di cui si parla poco è Bonifazi, che a me ha stupito per la rapidità di inserimento in un gruppo di cui sembrava non dovesse neanche prendere parte. Quattro presenze ufficiali, due gol, prestazioni degnissime, uno scudetto primavera con la maglia del Toro, mezza serie A che si interessava a lui, ma noi lo snobbiamo. Queste cose non le capirò mai.

  5. @Lorenzo. Bentornato mi ricordo del tuo nick
    Concordo con te su tutto tranne che su un solo punto. La Lazio hai scritto ha cambiato poco rispetto allo scroso anno ma lo abbiamo fatto anche noi. Loro hanno fatto un inserimento di un certo peso noi credo due. In più abbiamo rispetto allo scroso anno una panchina piu lunga con Lyanco Bonifazi Edera Millico e Rauti , tutti giovani ma tutti di buona qualità.
    E il Toro si ritrova uno Zaza in più che lo scroso anno avrà giocato bene si e no 5 partite
    Siamo arrivati davanti alla Lazxio lo scroso anno pareggiando a Roma e vincendo a Torino. Non vedo motivi per ritenere piu scarso il Toro quest’anno,
    Sulla birra nel finale di stagione beh…qui non ho idea quanto peserà la preparazione anticipata, per ora è stata invece utile.

  6. Marco Corti: hai ragione ma io ne ho parlato in passato , e non l’ho mai sminuito o snobbato
    Sono invece contento che sia rimasto , a volta ci va fortuna e gli infortuni di Djidji e Lyanco oltre al caso Nkoulou hanno permesso a Bonifazi di giocare benissimo le sue carte.

  7. Concludo io : non ho visto la partita perchè in trasferta di lavoro ma perdere in casa e giocando cosi male contro il Lecce, che con tutto il rispetto era ultimo in classifica a 0 punti e 0 goal segnati , questo Toro non arriva da nessuna parte.
    Unica consolazione è che leggendo i commenti e vedendo qualche filmato, il Toro è stato troppo brutto e molle per essere vero.
    Quindi incidente di percorso come lo scroso anno chiuso comunque in crescendo
    Occhio però che andiamo dalla Samp. 0 punti e tanta voglia di riemergere.
    Vediamo di chiudere con oggi la nostra beneficenza
    Sono veramente inkazzato,altro che primato….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui