Mazzarri: “Partita negativa. Chiedo scusa ai tifosi”

34
389

Sharing is caring!

Prima sconfitta in campionato per il Torino di Walter Mazzarri: all’Olimpico Grande Torino passa il Lecce di Liverani per 2-1. Nel post partita l’allenatore del club granata ha analizzato la sfida ai microfoni di Sky Sport: Chiedo scusa ai tifosi, sono stati eccezionali. Abbiamo fatto una partita negativa, ma loro ci hanno aiutato. Abbiamo sbagliato quasi tutto, anche in settimana. I nazionali sono arrivati all’ultimo, giocando di lunedì abbiamo avuto un giorno in più per rimetterci in vista. Si andava troppo piano, i giocatori erano sottotono. Erano gli stessi che ho schierato contro l’Atalanta, ma forse ho sbagliato la preparazione della partita. Il Lecce corre e gioca bene. La colpa è mia perché li scelgo io”.

Mazzarri ha provato a chiarire le cause della prestazione negativo del suo Torino: “Non si riusciva neanche a tirare una palla in area di rigore. Non avevamo personalità. Bastava concentrarsi su quello che abbiamo fatto sempre per vedere un’altra partita. Non mi interessa commentare il Var. Il Lecce poteva farci anche il secondo e il terzo gol. Sono rigori entrambi. Guardo la prestazione, sono deluso e dispiaciuto per la gente. Si è dato entusiasmo e costruito qualcosa di bello, ma abbiamo mancato la prestazione per come intendo io il calcio. Mi assumo la responsabilità, sono l’allenatore è la colpa è mia. Non ci sta che la gamba arrivi in ritardo e che si sbagli passaggi semplici. Bisognava fare il salto di qualità, avevo parlato chiaro. Dovevo inventarmi qualcos’altro forse”.

(fonte gianlucadimarzio.com)  

34 Commenti

  1. Per come intendo Io il Calcio…?? e come sarebbe…?? schierare 5 difensori e una punta giocando contro una squadretta in casa ??
    sei il SOLITO……..quando c’e da giocare tu sei ASSENTE DA sempre…!!!!

    • Capisco che il gruppo sia importante e dopo la vittoria a Bergamo volevi confermare Berenguer…ma contro il Lecce in casa dovevi assolutamente giocare minimo con le due punte…e poi non fare giocare Verdi perchè non pronto, ma fammi il piacere ha sempre giocato nel Napoli il cui allenatore se mi permetti è mille volte meglio di te…..Poi il centrale non può essere Djdj….speriamo in Lyanco o nel recupero del dissidente!!!

  2. Fa onore a Walter ammettere le proprie colpe e non accampare scuse. Direi che Walter è cresciuto.
    Gli errori però li commettono anche i giocatori e la squadra scesa in campo era identica a quelle con l’Atalanta
    Serviranno come il pane Lyanco, Verdi, Lazalt e forse puire Nkoulu
    E Zaza dal primo minuto con il Gallo di fianco e Verdi alle spalle
    Subito già a Genova con la Samp
    Basta elemosine

  3. Dj,
    stasera sbagli. Gli errori di wm sono macroscopici e nn me frega se si scusa. Si doveva vincere e lui è sceso in campo come se davanti ci fosse il Liverpool….

  4. A Genova ci farà giocare con 7 difensori…
    stadio pieno e tu metti una squadra coperta con il Lecce??? Poi Zaza era in forma e BerenGru non può giocare né trequartista né seconda punta.
    Alla terza giornata abbiamo già capito quale sarà il nostro campionato
    E quell’altro vuole rinnovargli il contratto

  5. Be’ secondo me, poi posso sbagliare, ma Lyanko al posto di Didiji, Ola Aina a destra al posto di De Silvestri e Laxalt a sinistra poi Zaza subito al posto di Berenguer. Poi alla fine non avremo la controprova ma per me sono queste le mosse che andavano fatte al posto di quelle che WM ha fatto. Ma tant’e’ che non so comunque come sarebbe andata. Tutti troppo poco brillanti stasera.

  6. E fa bene a scusarsi…..Djidji non aveva senso stasera, così come Laxalt e Verdi in panchina….Zaza non ha combinato un catzo come sempre, quindi non sarebbe servito metterlo dal primo minuto, io francamento spero che in futuro giochi il meno possibile
    In ogni caso oltre alla disposizione in campo è mancato totalmente l’atteggiamento, eravamo molli e poco aggressivi, il Lecce ha strameritato, anche se il rigore negato alla fine è scandaloso

  7. In questo giorno deprimente dell’eterno ritorno dei perdenti ci si può consolare solo con le parole del più grande presidente della storia granata
    “Una difesa così forte se la sogna perfino la Juventus”
    “È una rosa così competitiva che, come per il Grande Torino, è difficilissimo migliorarla sul mercato”
    E con quelle dei migliori analisti ad oggi attivi sui forum
    “L’eliminazione in EL. ci spianera’ la strada per la Champions”
    Mia figlia che ha 11 anni e – beata lei non si interessa minimamente di calcio- passando per caso davanti alla TV dopo 10 minuti di gioco mi ha detto
    “Ma la tua squadra sembra composta di morti di sonno”
    La verità sotterra sempre l’immaginazione

  8. Due cose erano chiare ieri sera. Nkoulou deve tornare e subito. E la squadra deve essere tenuta sulle corde. Mazzarri evidentemente non ha fatto quello che doveva durante la pausa. O non conosce la squadra abbastanza bene. Abbiamo ripetuto gli stessi errori della passata stagione. Squadra molle con le piccole. Che giocano pure bene. Ora la Samp. Vediamo di non resuscitare pure loro. FVCG.

  9. Risibili le scuse e semplicemente patetico chi ancora lo giustifica.Sono due anni che ripete gli stessi errori.Continuo a ribadire che Mazzarri non è un allenatore da Toro. Potrà vincere mille volte ma non riuscirà mai a convincere chi ama il calcio e ancor più il Toro.

  10. sbagliare e’ umano perseverare e’ diabolico, non erano bastate le lezione dell anno scorso con le piccole in casa , ti hanno dato con laxalt e Verdi finalmente velocita’ e tecnica e li fai marcire in panca, e ti ripresenti con questo schema, questo sarebbe un signor mister?? neanche l abbronzato sarebbe riuscito a presentarsi in campo con questa formazione in casa col Lecce con uno stadio pieno, da vergogna

  11. Mauro (DallaMutta) totalmente d’accordo!!! Che senso ha prendere giocatori che si ritengono FONDAMENTALI e poi lasciarli in panchina?? Non credo si possa dire che erano fuori condizione perchè hanno fatto la preparazione con le passate rispettive squadre, ma ieri non gli è stata data la possibilità di mostrare perchè sono stati presi, se non negli ultimi minuti!
    Tra l’altro Verdi ha servito una palla in area proprio a Laxalt che se arrivava un secondo prima mannaggia…

  12. Mazzarri ha sbagliato partita, ha preferito confermare la squadra vincente con l’Atalanta, i cambi sono arrivati quando l’inerzia della partita era ormai in mano degli avversari, che viaggiavano sull’onda dell’entusiasmo, in una giornata per loro di grazia e per noi assolutamente storta in ogni singolo elemento.
    Poi naturalmente c’è chi non vede l’ora di questi momenti per sparare a zero sul mister, gli stessi che fanno finta di niente quando la squadra rimonta lo svantaggio in casa dell’Atalanta. Si ricordano solo le giornate storte contro le piccole, Parma, Bologna, Empoli e Lecce.
    Le partite con Inter, Milan, Lazio, Samp, Atalanta, le trasferte di Napoli e Ndrangheta, il record di punti in A, tutti episodi accidentali.

  13. Ma no… non si può…
    Vabbè che abbiamo incontrato una squadra dal tasso tecnico di gran lunga superiore al nostro… ma almeno un po’ di grinta

  14. Marco Corti, quando vinciamo siamo tutti felici, quando vinciamo giocando bene lo siamo ancora di + e lo diciamo, ma quando chi ieri sera come me va allo stadio lo vede pieno con tifosi entusiasti, speri finalmente di vedere il Toro primo a punteggio pieno come non accadeva da anni e davanti ai gobbi, per altro contro una squadra assolutamente alla portata. E invece ascolti le formazioni e già capisci che qualcosa non va, perché giocare abbottonati contro il Lecce è un abominio, persino per me che di professione non faccio certo l’allenatore. Poi verifichi che in effetti proprio di abominio si tratta perché la squadra, oltre ad essere non adeguata nel modulo per gli avversari, è anche abulica, senza grinta, lenta, leziosa, e con uno stadio pieno che urla a squarciagola.
    Ecco allora, caro Marco Corti, non si tratta di vedere l’ora di sparare a zero su Mazzarri (non vorremmo MAI farlo, perché vorrebbe dire che il Toro vince sempre), ma di guardare la realtà. Possono anche capitare le partite sfortunate, dove lotti, hai occasioni, surclassi l’avversario e finisci per perdere. Ma non è il caso di ieri sera, il Lecce ha meritato, in una serata dove, almeno per una settimana, sognavamo di essere tornati grandi.

  15. redazione: sono Joker … ricordate quando vi denunciai il fatto che non riuscivo a postare da un browser come Safari perché non c’era un tasto di accesso sulla schermata ? e che quindi postavo da telefonino usando comunque sempre Safari ? ebbene ora non riesco a collegarmi neache più con il telefonino e quando chiedo un avviso di password mi dice che il mio indirizzo email non esiste …. che succede ???

  16. Io ero lì, in Primavera, eccitato come un bambino perché contro tutti i pronostici ero riuscito ad arrivare, in zona cesarini, trovare parcheggio in un lampo, poca così in biglietteria e poggiare il deretano giusto 2 minuti prima dell’entrata in campo 👏👏👏

    Alle 21:31, per la prima volta in vita mia abbandonavo lo stadio imprecando (quello non per la prima volta) … ritornato alla macchina mi sono levato tutto il granata che avevo addosso e mi sono buttato nel primo Carrefour 24h che ho trovato per non sentire i rumori delle auto in strada, senza radio e con gli avvisi del telefonino staccati …

    VOGLIO una CLASS ACTION contro Cairo per il risarcimento dei biglietti, VOGLIO aprire una denuncia che faccia un’ INCHIESTA sulla partita di ieri, che vengano rivisti i video della gara e i comportamenti dei nostri mercenari (tranne il Gallo, Izzo, Bonifazi ed i subentrati) VOGLIO che venga scritta una lettera APERTA per forzare il Torino fc a scusarsi formalmente dando la possibilità di usare il controvalore del biglietto di ieri come valuta per acquistare un biglietto della stagione in corso … VORREI che il contratto a De Silvestri non venisse prolungato anzi auspico una sua cessione … VORREI MA DA SOLO NON POSSO … qualcuno ha voglia di fare con me ???

  17. squadra che vince non cambia? e cos’è la staffetta mazzola-rivera.
    il lecce ha le caratteristiche dell’atalanta? ma fatti furbo,li hai visionati,li hai analizzati?si? be,allora sei proprio un testa di ghisa,un fifone cronico costante,con un tasso di confusione elevato.

  18. nkoulu insostituibile questo è uno dei guai, il secondo è desilvestri ancora in squadra, il terzo la vergogna di vedere uno come zazza con la maglia nr 11 di Pulici, quarto e piu complesso guaio lo stuolo di giocatori semi-inutili tipo djdj meite aina berengher baselli, inutile che ce la meniamo con le simpatie non andiamo da nessuna parte cosi, la speranza è che le altre squadre falliscano l’annata, ma poi se usciamo anche ai preliminari e soprattutto con un pres che nn gliene fotte niente manco della EL…………bah, il Toro è un altra cosa un altro pianeta.

  19. Sino a ieri pomeriggio cori su cori inneggianti alla Champions League; da ieri sera pianti su pianti su una squadra evaporata sul prato di casa. Ebbene, non divenni corista e non mi trasformo in prefica oggi; ero e resto semplicemente realista.
    Realista su ciò che è oggettivamente la rosa, realista su ciò che è il progetto societario, realista sul cammino del Torino in campionato.
    Il Torino è quel che è, una squadra che può avere l’ambizione, se tutto gira bene, di agganciare l’ultimo posto utile per l’Europa ma, al tempo stesso, una squadra con poco carattere che, se non tenuta con le strette briglie della dovuta critica a singoli e compagine, rischia di tonfare con il Lecce di turno. Baselli non sarà mai Dossena e Rincon non sarà mai Junior. Prendiamoli per quel che sono ed accettiamoli come tali, ma per favore non sovravvalutiamoli, faremmo del male prima di tutto a loro.
    Concludo con un appello a Mazzarri. Lasci perdere le sue amate “gerarchie” e rimetta immediatamente in campo Nkoulou. Se rivolgiamo vedere una difesa non solo puntellata dalle prodezze di Sirigu, è meglio puntare su un cavallo di razza recalcitrante, piuttosto che su un mulo disciplinato e mansueto.

  20. …ma se puntiamo fortemente alla riconferma di de silvestri di cosa vogliamo parlare….nn giocherebbe in nessuna squadra che lotti per l’europa e avrebbe difficoltà a trovare spazio in squadre come parma,genoa,spal e da noi è titolare inamovibile ma vogliamo scherzare e ha già il rinnovo pronto…poi x nn parlare di Aina pare che ci fa un piacere a scendere in campo,svogliato e con carenze impressionanti credo oramai nn più rimediabili..Mazzarri lo conosciamo tutti gli puoi portare pure messi o izco giocherebbe sempre con meite e baselli; l’unico anno in cui aveva una rosa numericamente accettabile ha fallito(inter) ci faremo delle belle risate quando avrà a disposizione tutti gli attaccanti + laxtal e ansaldi…sono sempre piu convinto che la squadra è stata fatta x un allenatore a cui piace giocare a calcio e divertirsi e ci ritroviamo il numero uno dei difensivista. Manco se lo vedo ci credo che giochi con belotti,zaza e verdi o iago tutti insieme + laxtal e ansaldi…

  21. Continuo a non credere né in Cairo né in Mazzarri. Tuttavia sulla carta se tutto funzionasse al meglio (parlo di disponibilità fisica e mentale dei giocatori più importanti) qualche soddisfazione vera, potrebbe arrivare.
    Le possibilità di mostrare una squadra camaleontica, anche e soprattutto a partita in corso, potrebbe finalmente divenire una arma anche per noi. Prima volta in 14 anni.
    Ci sono limiti ovviamente ma anche alternative. Ci sono pippe, tante, ma ci sono anche buoni giocatori. Serve un allenatore che vada oltre il giocare sempre e solo per non prenderle. Come detto non ho fiducia in uolter ma quest”anno il mister, con questa rosa mi può smentire.

  22. Lucerina, la squadra è stata fatta x un allenatore che si chiama Mazzarri, che lunedì ha sbagliato tutto, ma che i giocatori che ha, li ha chiesti lui.
    E se accampa scuse sono tutte scuse, e se chiede scusa non vanno bene le scuse, e se vince in rimonta a Parma non conta, una ne perde e rispunta la gente come fiori di campo.
    Poi ancora a tritare le palle a De Silvestri, ad ogni suo assist o gol tutti a voltarsi dall’altra parte, ma se in una partita giocano tutti da schifo contro chi si sbraita? De Silvestri. Lagna infinita.

  23. Marco Corti, io non ce l’ho con Lollo, tutt’altro, è anche un giocatore che mi è simpatico e che non lesina mai l’impegno, ma lui, per caratteristiche tecniche, è adatto quando dobbiamo difendere e ripartire (con squadre + attrezzate di noi per intenderci), quando invece dobbiamo costruire si evidenziano i suoi limiti senza che emergano allo stesso modo i suoi pregi, è normale che a seconda degli avversari metti in campo giocatori con caratteristiche diverse, poi certo non è colpa di De Silvestri se abbiamo perso con il Lecce…

  24. Marco voglio credere a ciò che dici su mazzarri ma quando mai hai visto mazzarri giocare con due punte e un trequartista o viceversa? a parte reggio dove partiva da -9 e gioco forza doveva recuperare e giocava con bianchi.amoruso e cozza mi pare dovunque è andato ha sempre giocato con un attaccante e mezzo, nell inter dove c’era abbondanza di scelte ha fallto..magari mettesse in campo una squadra super offensiva sarei il suo primo tifiso, ma ho molti dubbi..x quanto riguaqrda de silvestri nn è colpa sua se da terzino deve diventare una ala con il compito di fare la doppia fase..ogni qualvolta che fa una discesa ci vuole iperbarica x recuperare x me può fare solo la riserva e spero che con laxtal e il recupero di ansaldi, lui e Aina si accomodino in panca..
    con gli acquisti voluti,come dici tu da mazzarri, la squadra titolare dovrebbe essere : sirigu, izzo, lyanco,bonifazi, laxtal,rincon,lukic, ansaldi, verdi/iago, belotti, zaza/iago…vedremo a Genova

  25. A Napoli giocava con Lavezzi-Cavani-Hamsik, in alternativa Pandev e Quagliarella e sempre Hamsik.
    All’Inter comunque arrivò quinto, e non è che dopo Mourinho altri abbiano fatto molto di meglio.
    Certamente il 3-5-2 è sempre stato il suo cavallo di battaglia, ma sono molte anche con noi le partite in cui si è cercato un gioco offensivo convincente con difensori e centrocampisti che si ritrovano nell’area avversaria. Il fatto è che quando qui si appiccica un’etichetta, non te la togli più.
    Sinisa stesso azzeccava una partita su tre quando andava bene, magari c’era un attaccante o due in più ma quante volte la qualità del gioco rimaneva comunque desolante?

    • Marco il gioco parte tutto dal centrocampo e dai tempi di ventura che cercava a tutti i costi Almiron e Donati e Cairo gli prese Gazzi e Vives, per passare a Sinisa che voleva determinati giocatori e ne sono arrivati altri..purtroppo il problema dei 5 di centrocampo(compreso i due esterni) rimane tutt’oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui