Cairo: “La preparazione anticipata ha creato problemi, Mazzarri sa fare il suo mestiere”

7
296

Sharing is caring!

Urbano Cairo, presidente del Torino, ha parlato del momento dei granata a margine della presentazione del Giro d’Italia ai microfoni dell’ANSA“La partenza anticipata per giocare in Europa ha creato problemi per la preparazione, ma c’è voglia da parte di tutti di essere pronti a migliorarsi con il lavoro. Serve compattezza per riprendere un certo cammino. Ognuno deve dare un contributo, la rosa ha buonissimi valori, grandi capacità, ma serve la voglia di essere continui senza sottovalutare nessun avversario. Serve più coraggio con un attacco così importante? Mazzarri sa fare il suo mestiere, non dobbiamo mettere in campo noi la squadra. Non è mai il numero degli attaccanti a determinare il coraggio o il numero di gol che segni, magari ne schieri troppi in campo e si pestano i piedi. Come ha detto lui recentemente, bisogna schierare giocatori più in forma. L’obiettivo resta l’Europa? L’obiettivo è fare una grande partita contro il Cagliari”.

(fonte alfredopedulla.com)

7 Commenti

  1. siamo già alle giustificazioni… se pensavano che i preliminari potessero causarci tutti sti guai tanto valeva non farli, anche perché non oso pensare cosa sarebbe successo con il doppio impegno, se avessimo passato il turno…
    sarebbe più onesto affermare che hanno sbagliato qualcosa, a cominciare dal mercato, penso soprattutto al mercato in uscita, Parigini e Edera sono due ragazzi usciti dal nostro vivaio e al di là di cosa si pensi di loro dal punto di vista tecnico, non è salutare trattarli come sta facendo il Torino fc, anche perché diventa un boomerang per tutti coloro che vestono le nostre giovanili: faccio tutta la trafila, arrivo in prima squadra e poi mi mettono all’angolo…
    ecco, loro due (ma anche Bonifazi, usato e buttato) + il caso NK mostrano un’evidenza: la società non è abbastanza presente, e coll’addio di Petrachi si è creato un vuoto colmato inopinatamente da cairo stesso
    ultima nota: è vero che non basta mettere attaccanti per avere peso offensivo, ma è altrettanto vero che se giochi con una punta e mezza e un’attitudine super difensivista è difficile creare occasioni da gol…
    Mazzarri piace tanto a Cairo, e nn stupisce, i gusti definiscono molto bene il carattere di una persona

  2. Biziog,
    non sn del tt d’accordo con te.
    Sui giovani: non è che si sono un po’ montati la testa? Già Bava l’anno scorso bacchettava Bonifazi di pensare meno alla patata e più alla squadra.
    Edera che posta paesaggi dopo l’indegna partita di Udine, Parigini che si lamenta di cose inesistenti…….
    Mah, non penso che un allenatore non schieri un giocatore, se è forte, solo per antipatia…..

  3. Gli altri sono comunque felici di andare in Europa, con o senza preliminari, a noi invece ci creano problemi! La prossima scusa quale sarà? Mazzarri quindi e’ completamente esentato da eventuali responsabilità? Bah, contento Cairo contenti tutti…..!
    Ultimamente stiamo assistendo ad un campionario di scuse da parte di presidente e allenatore. Chissà come mai…….

  4. Io penso che il fiato ormai sia molto corto.
    Vedo fragilità evidenti sotto il profilo tecnico, gestionale e finanziario.
    Vedremo a partire da domenica. Lo confesso sono davvero impaziente di vedere come scenderanno in campo.

  5. Pietro,
    Scenderanno in campo come sempre, in modo guardingo e rinunciatario. Per poi cercare nel secondo tempo di fare un goal e sperare di vincere la partita. Non mi aspetto certo di vedere una squadra trasformata e travolgente. Il gioco e gli schemi quelli sono e quelli restano.
    Fiducia, da parte mia, in.questo tecnico e in questo azionista non ce n’è più….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui