Dalle stelle alle stalle o dall’Europa alla Salvezza …il passo è breve.

20
314

Sharing is caring!

Sono reduce dalla partita nel diluvio di ieri sera. Diluvio in tutti i sensi.

Perdere 3-0 contro una squadra composta da panzer e gente fisicamente piu prestante è possibile. Specie su un campo cosi pesante e soprattutto se dalla contesa vengono a mancare gente del calibro di Belotti o Rincon che si aggiungono a Iago Falque, Laxalt e Lyanco tutta gente che avrebbe fatto comodo ieri oltre alle alternative poco o nulla utilizzate Millico, Parigini e Bonifazi.

Certe assenze non te le puoi permettere contro questa Inter qualitativamente e fisicamente più forte e che non è minimamente paragonabile a quella degli anni scorsi.

Se a questo aggiungiamo la cronica coperta corta a centrocampo, con un Baselli costretto a scendere in campo fuori condizione e un Rincon fermo ai box perchè spremuto, ecco spiegata una grande fetta di questa sconfitta che lascia l’amaro in bocca per come è avvenuta , ovvero con una sensazione di impotenza.

Tuttavia il problema non è una sconfitta preventivabile come questa. Il problema è che siamo alla settima sconfitta in tredici partite di campionato, la nona in quindici se contiamo anche il Wolverhampton . Sono troppe. Sono una media da retrocessione, parola che ho sempre negato finora ma devo aprire gli occhi. E non si è giocato sempre contro Inter o Lazio, le due sconfitte piu pesanti, ma anche contro formazioni in crisi o più deboli.

Dicevo che il problema non è la sconfitta di ieri sera. Il problema sono le troppe sconfitte dell’altro ieri e i buchi difensivi. Ieri ho assistito alle mancate marcature su Brozovic, i mancati raddoppi su Lautaro o Lukaku, la mancata copertura sulle incursioni di De Vrji. E ancora peggio è assistere alle liti e al nervosismo dilagante nella squadra. Erano tantissimi anni che non vedevo litigare due giocatori del Toro come fatto platealmente tra Izzo e Sirigu , due leader dello spogliatoio.

E nella stessa partita Lukic e De Silvestri. Segnali brutti, non giustificati dalla sola partita di ieri o dal clima disastroso umido e pesante che c’era anche per gli avversari.

C’è qualcosa di piu profondo , infimo e che riporta a chi o a coloro che dovrebbero avere il polso della situazione. Ormai i segnali negativi sono troppi, dal caso Nkoulou, al calo costante di Izzo, dalla lite mesi fa tra Sirigu e Rincon alle polemiche di Parigini sui social fino alla lite in campo tra Sirigu e Izzo e la discussione tra Lukic e De Silvestri.

Temo che l’avventura di Mazzarri sia ai titoli di coda. Lo avevo detto dopo Lazio- Toro, Mazzarri meritava alcune partite per dimostrare di avere lo spogliatoio in pugno. Derby e Brescia sono stati è evidente due fuochi di paglia prestazionali. Ma certe incomprensioni o certi nervosismi vanno tenuti sotto controllo e vanno risolti e in fretta. Non ci siamo più. E lo dico da strenuo difensore di Walter .

Tra l’altro non ho capito come mai i migliori in campo a Brescia sono partiti dalla panchina , come Berenguer o Aina. Mi chiedo con che spirito possano essere entrati in campo vedendosi in panchina e gettati in mischia a risultato compromesso.

Ieri tuttavia ho visto qualche flebile lucina in mezzo al buio. Una è Verdi che ha iniziato a ingranare, a dare segnali di se stesso, a dire ” sto arrivando”.

Un altra è Lukic ormai sempre piu leader e presente in campo. Poi vi sono le certezze come Ansaldi o Belotti oltre al Grande Sirigu. Ma finisce qui . Meitè non mi è dispiaciuto tenuto conto dell’avversario ma anche lui deve crescere. La squadra a livello di impegno non è discutibile . Lo è a livello di concentrazione, compattezza e costanza di rendimento.

Per il resto buio fitto. E attenzione che le terzultime sono a cinque punti con una partita in meno. Se per disgrazia il Genoa vincesse, ci ritroveremmo a 2 punti sopra la Serie B. Come dire dalle Stelle dell’Europa League alle Stalle della lotta Salvezza e della Serie B il passo è breve molto breve.

Fra l’altro la Samp ha vinto a fatica con l’Udinese ed è a soli 2 punti. La cura Ranieri inizia a dare i suoi frutti.

Qualcosa va cambiato subito e drasticamente, e temo che il bravo Mazzarri non sia in condizione di farlo o almeno non serenamente; si sa che quando certi rapporti o certi meccanismi vengono meno , raddrizzare le cose diventa impossibile . Sono stati esonerati fior di tecnici, penso a Gattuso lo scorso anno o a Di Francesco quest’anno. Persino Ranieri fu esonerato dal Leicester l’anno dopo lo scudetto dei miracoli. Giampaolo , considerato un maestro del bel gioco è stato esonerato dal Milan.

E’ la legge non scritta del calcio: quando una intera squadra fa acqua da tutte le parti, lo spogliatoio non funziona e i risultati negativi si susseguono, paga l’allenatore.

Paga lui anche se le colpe non sono mai tutte sue e in questo caso molte responsabilità vanno addossate a chi ha condotto il mercato tardivamente. Vanno a chi ha esonerato un DS esperto per promuoverne uno senza esperienza e senza aver fatto affiancamento, stessa cosa per il team manager, che se è Moretti andava anche lui affiancato per un ruolo cosi delicato. Vanno a chi ha ridotto all’osso l’organigramma societario , a chi ha deciso di non rinforzare il reparto nevralgico ovvero il centrocampo , lasciandolo ridotto al minimo sindacale.

Vanno addossate a una sola persona.

Ma queste cose Cairo le sa, cosi come sa che il tifoso granata ha il diritto di tornare a godere di una squadra vincente, il diritto di godersi giocatori di qualità e tecnici preparati e vincenti. Il tecnico, si badi bene è bravo non ho cambiato idea. I giocatori non sono brocchi anzi sono il gruppo migliore che il Toro aveva degli ultimi 25 anni.

Ma tutto questo non basta , ci vuole qualcosa in più per fare il salto di qualità vero. Questo qualcosa in più lo deve mettere la proprietà, rinforzando la società in tutti i settori nel suo insieme. Se questo non è possibile forse è meglio valutare con calma una cessione a chi abbia le potenzialità e la volontà di investire seriamente nella ulteriore crescita di una squadra che ha avuto un grande passato facendo la storia del calcio italiano e che ha il diritto di avere un grande presente e soprattutto un grande futuro

Per farlo non è possibile lesinare: qualcosa di buono è stato fatto sia nel vivaio che come prima squadra, ma non basta se la squadra è il Toro, non una provinciale qualunque. Qualcosa va fatto anche sulle infrastrutture e sull’organizzazione. Filadelfia lasciato a metà, Robaldo ancora discarica e Stadio in affitto inadatto al calcio oltre all’assenza di figure professionali di esperienza e carisma, sono zavorre con le quali il Toro sarebbe sempre condannato alla mediocrità.

E non dipendono dall’allenatore.

Anche queste cose Cairo le sa.

20 Commenti

  1. Allora tiriamo le fila: né Mazzarri né Cairo hanno più la nostra fiducia. Via tutti e due e facciamola finita una volta per tutte con questa pagliacciata. Una scossa va data altrimenti così si finisce nel baratro trascinati senza accorgercene

  2. Credo che il film sia finito, cosa serve cambiare un allenatore quando si ha una squadra che non crede piu’ ad una societa’, si vede ormai che quasi tutti giocano senza quella carica necessaria a professionisti di serie A.
    E’ una squadra spenta,disillusa, e stufa del continuo clima di austerity che regna gia’ solo per allenarsi.
    Ho letto che qualcuno ha scritto “dopo l’allenamento fanno il riposino in macchina”, perche’ non hanno una sala relax.
    Adesso qualcuno magari avra’ da ridire con illuogo comune che sono milionari,professionisti e fighette….ma credo che riflettendoci bene si puo’ arrivare anche a non dargli del tutto torto, se hanno un po’ di “scazzo”. Una societa’ professionistica deve avere delle strutture essenziali per poter far svolgere la preparazione ebgli allenamenti… e noi..incredibilmente a quanto pare ..non siamo in linea. O il presidente-proprietario-ds-tm eccc. sta incominciando la retromarcia,oppure e’ talmente stupido da continuare la battaglia combattendo con le fionde…sperando cge continui ad andargli bene,ma deve pero’ ricordarsi che cosi facendo come minimo deve rifare la squadra ogni 2 anni, per mancanza di motivazioni offerte.

  3. @Denis :non è così semplice ne immediato
    Cairo non lo puoi mandare via . Va spinto in qualche modo a cambiare rotta sul serio o a cedere non al primo offerente ma al migliore
    Come hanno fatto i Della Valle che ci hanno messo più di un anno ma hanno venduto a Commisso x amore della Fiorentina
    Mazzarri invece temo sia finita
    Spero che si possa cambiare in meglio e non in peggio xche Mazzarri resta un ottimo tecnico

  4. Fabry: fa parte di ciò che dicevo le infrastrutture non all altezza
    Oggi contano anche quelle
    Xche chi è abituato a certe cose poi non torna indietro volentieri
    Oggi i giocatori sono mercenari viziati bisogna tenerne conto
    Non sono tutti come Belotti Sirigu o come lo era Glik ovvero testa bassa e pedalare
    È così se vuoi alzare il livello devi tenerne conto

  5. Cairo rappresenta pienamente la sua categoria professionale e la sua classe sociale… gli imprenditori ordo liberisti impegnati pienamente ed esclusivamente nel massimizzare e privatizzare i margini di profitto riducendo all’osso scarnificato ogni tipo di costo e addossandone quelli residui ai partner istituzionali… cioè in ultima istanza alla collettività… senza alcuna intenzione di socializzare nient’altro che le perdite e i fallimenti
    Investono e/o disinvestono solo in funzione di un utile individuale… non hanno mai in mente un bene comune
    Alla faccia del rischio di impresa e della funzione sociale della proprietà prescritta dalla Costituzione… se ne fottono tranquillamente di tutto e si fregiano del titolo di classe dirigente… loro, i burocrati lestofanti e i mass media che hanno a libro paga… tutti questi insieme hanno fatto del paese non una “donna di provincia” ma un bordello (direbbe il grande poeta… Ma il livello massimo di ribrezzo lo generano gli ignavi sotto-imprenditori di sé stessi (i calciatori taxi girls)… vedasi Izzo Nkoulu e compagnia bella… veri e propri echinodermi senza dignità… nemmeno capaci di dichiarare apertamente la natura reale dei propri appetiti e continuamente impegnati a fingere traccheggiare sotto banco sabotare al solo scopo di vendersi al migliore offerente… per questo ringrazio Dio ogni giorno per il mio lavoro da sudare con il suo reddito infame e le mille difficoltà della vita reale… vera… difficile
    Comunque in tutto estranea alla loro
    esistenza meschina per quanto impreziosita da patrimoni inestimabili di melma
    Ecco… il mio pensiero da 4 soldi

  6. cairo va via solo se blackstone gli rompe il culo (scusate francesismo)
    ieri articolo diceva che banca ISP è impegnatissima a trattare con BX e avrebbe offerto rcs agli americani. Segno che cairo stavolta si è rovinato, o perde processo e si ritrova causa da 300M lui + 300 rcs oppure vince processo ma la banca gliela farà pagare.
    noi dobbiam tifare per tanto peggio=tanto meglio.
    basta con ste paure ragazzi, più ne esce debole meno potrà trattare e meno potrà fare l’arogante.
    se poi viene obbligato a vendere anche il toro oltre rcs (nel caso in cui isp non trovi accordo con bx) meglio così sarà costretto a lasciargli il toro x 80 milioni (che direi prezzo ragionevole) e gli americani troveranno un imprenditore americano già con esperienza negli sport pro. usa.

    per quanto riguarda mazzarri mi sembra un pò down, lo cambierei solo x nicola 6 mesi, poi a giugno si valuta

  7. non abbiate paura, ascoltatemi.
    tifiamo no accordo isp/bx.
    si va ad arbitrato, i giudici non potranno dare ragione a cairo.
    a quel punto ne esce con le ossa rotte, con isp che gli chiude rubinetti e lo accompagna alla porta.
    se poi dopo l’arbitrato, bx come credo io può andare alla corte usa, allora lì urbanetto perde tutto, toro compreso e gli rimane solo o dubai (non c’è estradizione) o seggio in parlamento con forzaitalia alleata di chi vince elezioni aprile 2020.
    tuttotorna: 1949-1963 superga-pianelli… 2005-2020 cairo-nuovo proprietario
    non abbiate paura, la notte più oscura sta finendo, e nessuna notte può impedire al SOLE di risorgere.

    #cairovaffanculo!

  8. Marjanovic : se azzecchi tutto questo ti eleggo a Guru assoluto dei tifosi granata
    Senza riferimenti a Ventura che a me piaceva sia chiaro
    Ma non ho cambiato opinione
    Per quanto io sia inkazzato anche con Cairo io dico che la spunterà e non ci saranno conseguenze pesanti
    Sulla futura cessione io prevedo lo farà a prescindere da ISP ( che ti ricordo è affiliato a Exxor e a Juve ..) e da BX , entro 3 anni
    Vedremo
    Il Toro resta un affare enorme se hai idee potenzialità e voglia di investire tra squadra immagine sponsor marketing Stadio Fila e Robaldo

    • -non venderà mai.
      -non investirà mai in immobili quali sedi, stadio proprietà e centro sportivo.
      -non spenderà mai oltre normale reinvestimento cessioni giocatori.
      -non ci farà mai crescere oltre un certo livello perché significherebbe doversi affidare a professionisti che chiederebbero autonomia decisionale, e lui non la dà ai suoi dipendenti/collaboratori/subordinati.
      historia magistra vitae:
      sono 14 anni che è presidente/proprietario/factotum onnipresente nei momenti belli, desaparecido in quelli di difficoltà. Qualcosa dovremmo avere imparato. Non vende perché il TORO è un enorme veicolo pubblicitario come tutti i club di serieA. Pubblicità gratuita. OLtretutto non è mai colpa sua, i risultati negativi sono colpa del giocatore, dell’allenatore, degli ultras, del campo allagato, delle cavallette ,ma mai sua.
      Non investe in immobili, nel 2009 contestato tirò fuori la palla del rifaccio il fila, poi rifatto da altri non mette neppure i soldi per un ristorante refettorio per i giocatori, non paga i seggiolini, nulla. Il campo sportivo, una cagata da 5 campi, praticamente inutile per tutte le formazioni giovanili, non si fa sono 3 anni che parla e non fa un cazzo, oltretutto ha insistito comi, a lui fotteva zero.
      Non fa altro che reinvestire soldi incassati, prova ne è che se vai su transfermarket dal 2005 a oggi c’è uno sbilancio entrate/uscite di 50 milioni che diviso 15 stagioni fa circa 3 milioni l’anno. Tre milioni l’anno per un club di serieA. Na barzelletta.
      Non ha mai assunto gente preparata un sartori un zaccarelli, sempre yes man o gente semisconosciuta proveniente da dilettanti piemontesi (bava) o sereiC liste disoccupati (petrachi).
      Questa è la verità e non si capisce perché dovrebbe cambiare.
      Che se ne va lo sento dal 2010 (va via perché prima di 5anni non può vendere sennò deve liquidare lodisti) poi 2015. Non va via. Ha un tesoretto di un 50 milioni in cassa (che risultano ma forse non ci sono, sarebbe da vedere libri contabili, i bilanci possono essere falsi) che chi subentrerà dovrà pagargli a mò di liquidazione. Questo non lo dice mai nessuno ma è così, il grande presidente non si fa pagare x carica di presidente e di amministratore delegato, ma si è fatto la liquidazione trattametno di fine rapporto, il furbo.
      se vado io e gli offro 200 milioni (assurdo) lui me ne chiede 300 o forse di piu’.
      Non se ne va.
      A meno che qualcuno + forte di lui, + cattivo di lui, + squalo di lui, non lo cacci con le cattive maniere.
      Grazie a Dio, schwarzman è molto cattivo e molto arrabbiato per la mancata vendita a allianz della sede di via solferino con 130 milioni di mancato guadagno. Quei soldi qualcuno li deve cacciare entro gennaio.
      Questa è la verità

  9. Marjanovic: mi sembri decisamente bene informato, diciamo che mi voglio fidare non ho voglia di navigare sul web a caccia di notizie per verificare. Anche perchè non mi frega nulla più.
    Ho difeso Cairo ingenuamente e stupidamente per un motivo principale : temevo il dopo temevo le ricadute in situazioni passate di pre o quasi fallimento, di squadre vergognose in B che non voglio riviviere.
    Sul fatto che non abbia usato soldi suoi l’ho verificato alla stesso modo tuo. Ho preso i bilanci dal 2005 fino al 2017 ( l’anno scorso l’ultimo bilancio ufficiale era appunto 2017) ed è come dici.
    Sule fatto che non vinsetirà MAI sulle infrastrutture lo dicono i fatti. Non ha investito quando poteva farlo per il Fila , servivano la miseria di 8-10 milioni per farlo diventare la casa del Toro e non la casa in prestito al Toro con investimenti al 90% di Regione Fondazione e Comune … Il Robaldo non sarà del Toro ma sarà in concessione ventennale al Toro. In questo caso anche bsaterebbe immagino sganciare qualcosa, qualche milioncino forse meno per sbloccare l’impasse legata se ho ben capito a un cavillo tra Circoscrizione e non so chi….mi stancano queste cose.
    Sulle assunzioni anche qui parlano i fatti, sono tutti yes men e quando fanno i No Men se ne vanno .
    Ho tanta stima di Bava ma non h auno straccio di potere decisionale e zero espereinza da DS. Petrachi almeno aveva quella.
    Questa della liquidazione autogestita e auto prodotta non la sapevo mi chiedo che fonti hai sono curioso
    Poi schwarzman forse volevi dire SchwarzStein se volevi dire in tedesco il nome di Pietranera…
    130 milioni di mancato guadagno ? Sono dati che dovrei verificare mi fido.
    Ma vedrai che non ne uscirà con le ossa rotte e se dovesse pagare sarà in comode rate decennali e cifre molto più basse. Ha fior di avvocati che sanno il fatto loro.
    Su eventuale cessione finora non ha voluto ma ormai il veicolo pubblicitario Toro non gli serve più e rischia solo di divnetare un impiccio rispetto ai suoi mille impegni
    Se davvero volesse tenere il Toro a lungo avrebbe da tempo assunto un anministratore delegato di fiducia sgamato nel mondo del calcio e non uno yesman . Non facendolo sa tanto di ” me ne occupo io che tanto non sarà a lungo”
    Non so quanto vale il Toro adesso, di sicuro fino a Luglio di quest’anno valeva almeno 200 milioni o più come parco giocatori ; ora si sono tutti svalutati tranne forse Sirigu Izzo e Belotti.
    Venderà al momento buono quando il Toro sarà al massimo del suo valore…

    L’ultimo commento da applausi…

    • schwarzman alla venerabile età di 80anni sta seguendo personalmente la causa contro il nostro grande impresario. Cosa mai avvenuta prima, si limitava a controllare il lavoro dei suoi sottoposti. BX pagò 120 milioni nel 2013 a rcs per l’immobile incriminato. Allianz nel 2018 aveva concluso per 250 l’acquisto da BX. 250-120 fa 130. In realtà forse BX non vuole 130 ma 250 proprio, da qui la causa per 600M, anzi per 300 da rcs (al 59% di cairo) e 300M da cairo persona fisica. Forse tanto campata per aria, la causa non è. O no?
      Quanto al toro, come tutti i club che non fanno marketing su mercati esteri, il valore non è dato da parco giocatori ma da 2 anni di diritti tv (unica cosa garantita) oppure da 1anno 1anno e 1/2 di fatturato. E quindi i 250 se li sogna. Il toro varrà quella cifra quando avrà stadio proprietà, centro sportivo, sede, marchio riconoscibile, un settore marketing degno di questo nome e una oscietà organizzata. Cioè quando lui non ci sarà più. Speriamo sia già a gennaio.

      • Non mi tornano i tuoi conti.
        A parte il fatto che se tu compri a 120 e poi rivendi a 250 , avendo avuto costi sgonfiati prima e gonfiato i prezzi di vendita dopo e avendo a quanto sembra trovato accordi con aiuti bancari e con compratori generosi , qualcosa non va e avrebbe ragione Cairo
        Ripeto con quanto mi puo avere stancato come presidente, io non vado a tifare finanziarie e banche americane anche per i motivi che sai
        Come faccia a chiedere 300+ 300 M non l’ho capito . Danno di immagine?
        Ad ogni modo presto vedremo come finirà.
        Prevedo una bolla di sapone o appunto compromessi e accordi rateali pluriennali
        Sul valore della Società calcistica hai ragione conta tutto, fatturati entrate TV ma anche parco giocatori che sono da ritenersi un valore della Società.
        Non sono un finanziario amministrativo, magari tu lo sei e mi insegni, però non puo contare zero una rosa di 25-26-27 giocatori di SerieA e una grande quantità di giovani del settore giovanile
        Non so in questi conteggi come vengono calcolati ammortamenti costi e stipendi.
        Per me il Toro anche senza infrastrutture oggi vakle quantomeno 200-250 milioni e mi tengo basso. Il fatturato da solo sui due anni è oggi intorno ai 120 milioni. Il solo Belotti ne vale almeno 50 -60. Vedi tu .
        Con le infrastrutture il Toro varrebbe il doppio
        Il Milan era stato valutato un Milardo , anche il Milan non ha uno Stadio di rpoprietà.
        Il Milan ha la sua belle nuova sede supermoderna e centrosortivo Milanello. Stop.
        Ha un marketing superiore e un parco tifosi più esteso e questo è già conteggiato nei soldi che arrivano dalle TV

        • il milan, unico club italiano con brand internazionale dato da 7 champions (non 2 rubate insanguinate e dopate), era stato valutato 1,5 MLD da silvio (gli avevan detto che i grandi club europei son valutati 5 volte il fatturato annuo). Poi 1. Infine elliott ha rilevato li per 325 milioni. Il fatturato milan è sempre stato stabile dal 2006 al 2018 tra 195 milioni e 220. Quindi come vedi 220 x 1,5 volte che dicevo io, arrivi ai 325 del fondo elliot. Sempre lì siamo caro giordano. Medio piccoli club non mondiali, valutazione 1-1,5 volte fatturato: se compri a 1 hai fatto affare, se lo fai a 1,5 un pò meno.
          il valore dei giocatori è aleatorio infatti nel FFP guardano fatturato al netto delle plusvalenze.
          Come aleatorio è anche discorso strutture. Se hai centro sportivo da 100 milioni e stadio da 1,5 mld di sterline come tottenham è chiaro che, in un eventuale trattativa di vendita del club, lo sommi al brand, al fatturato, ma sono casi particolari per i grandi club. Ma figurati che forse non varrebbe neppure per la juventus che ha lo stadio da 150 milioni e in borsa, pompata da ex manager con base londra, in borsa vale 1,4mld. Fanno tanto i fighi, ma 5 volte fatturato la valutazione non ci arriva manco x loro. Siamo solo a 3,5. Chissà perchè.

          Sul discorso immobile che ti devo dire. Blackstone che non è un ente caritatevole (manco urbanetto) ci ha fatto dei lavori dentro. Son passati 5 anni. Cairo qualche ragione ce l’ha. Come ce l’ha chi l’ha manotenuto e ha fatto passare 5 anni col mercato immobiliare che a milano è sempre forte. Ma il problema di sto immobile è che urbano gli ha fatto saltare la vendita. Quindi o trova modo di ripagare il danno, oppure, secondo me, a gennaio si prenderà una tranvata in faccia.

  10. https://www.finanza.com/Finanza/Notizie_Mondo/Inghilterra/notizia/Silver_Lake_mette_sul_piatto_500_mln$_per_City_Football_Grou-514163
    500milioni per il 10% del city group cioè tutte e 6 le squadre di calcio del gruppo (NY,manchester, melbourne, giappone,india).
    Ricordo a tutti che nel 2010 il signor chiacchierone ti-porto-in-tribunale, andò alla bolla a farsi una chiacchierata col parigino che non parla bene italiano (ma si è fottuto azioni del nonno che spettavano a suo cugino) prima di dire no al toro nel city group.
    Pagherai anche questa.
    Ah il parigino oggi versa 200 milioni per la sua squadretta di vecchi che non vinceranno in europa manco quest’anno.
    SUCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  11. Scusate se mi intrometto
    Mi sa che se anche vendesse a 120K
    In considerazione di quanto elargito per l’acquisizione dai lodisti… avrebbe comunque più che duplicato l’investimento iniziale
    Cosa che non so quale altro business legale possa garantire nello stesso arco di tempo
    Chiamalo fesso!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui