Thiago Motta: “Col Toro serve una grande partita”

11
156

Sharing is caring!

Archiviato il pareggio contro la Spal, il Genoa si appresta ad affrontare il Torino nell’anticipo del sabato alle 18.

Cosa portarsi dietro dalla trasferta di Ferrara?
“Non solo della gara di Ferrara. Da quando sono arrivato tutto quello che vedo in allenamento, i ragazzi lo mettono in partita e sono contento. Questa mentalità da Genoa, la voglia di attaccare e aggredire l’avversario. Secondo me questa è la strada giusta”.

Il Toro non sta attraversando un ottimo momento.
“Il Torino è una squadra forte, dobbiamo essere al massimo per fare una grande partita”.

Come affrontare la partita domani?
“L’importante è affrontare la partita come si deve. E’ un giorno interessantissimo per confermare quanto di buono fatto. Poi se giochiamo prima o dopo, conta poco”.

Dal punto di vista difensivo il Genoa domani cambierà qualcosa?
“Il Genoa giocherà offesivamente sicuro. Ho ancora un allenamento e deciderò chi mettere in campo”.

La gestione di Sturaro sarà particolare o no?
“Fa parte del gruppo. E’ un giocatore che può giocare domani”.

Come vedi dal punto di vista fisico Favilli?
“Benissimo. Come tutti gli altri. Vedo che tutti hanno una forma fisica molto buona. Ho tutti i giocatori a disposizione per scegliere i migliori per mettere in campo”.

Pochi gol realizzati.
“Tranne che nella partita col Napoli abbiamo sempre segnato. Il gol è frutto del gioco. Tutti gli allenatori vogliono ottenere i punti e secondo me tutto passa attraverso il gioco”.

La negatività attorno al mondo Genoa.
“Quando non arrivano i risultati possono crearsi dei dubbi ma da quando sono arrivato non ho mai avuto questa sensazione. Io vedo i ragazzi che sono felici di scendere in campo, allenarsi e dare il massimo. Sono felice delle prestazioni fatte fino ad ora e questa è la strada giusta”.

Il cambio di direttore sportivo?
“Non è ancora ufficializzato. Io vivo tutti i giorni benissimo perchè con i ragazzi sto bene. Io ho una grande voglia di continuare a lavorare e la cosa più importante sono i miei giocatori in campo”.

Il Toro può andare in difficoltà se aggredito?
“Non lo so. Non sono lì dentro per capire cosa succede. A livello di singoli hanno un gran livello, mi piacciono come collettivo. Affronteremo una squadra forte, dovremo essere noi preparati per tutto quello che può succedere in campo”.

Si aspetta più gol anche dai centrocampisti?
“I gol li possono fare tutti, anche i portieri nel finale di partita. Se chiedo ai miei ragazzi di difendere, il primo difensore deve essere l’attaccante; se chiedo di attaccare, il primo attaccante deve essere il difensore”.

Come ha reagito Schone dopo l’esclusione?
“Bene. Si è allenato bene come gli altri. Abbiamo un’altra partita dove io sceglierò chi sta meglio per affrontare la partita di domani”.

Gli esclusi da Ferrara sono stati tutti per scelta tecnica?
“Sì. Io faccio le scelte per quello che vedo. Poi posso anche sbagliare, però sono state scelte tecniche”.

Ha idee anche per la prossima partita?
“Qualche idea ce l’ho però abbiamo ancora un ultimo allenamento. Se uno mi fa dieci gol magari domani gioca”.

fonte: tuttomercatoweb.com

11 Commenti

  1. -Se ricordo bene dopo quel nefasto incontro,che ci spalancò la porta sul baratro,il gemellaggio tra le due tifoserie si frantumò in modo irreparabile.Ancor oggi il ricordo di quella partita mi riempie il cuore di una profonda rabbia ed amarezza;non so che darei,un domani,di restituir loro la medesima “cortesia”,facendoli precipitare nella serie di loro competenza.
    FVCG ( ora e per sempre).

  2. Me la ricordo anch’io quella partita, ero allo stadio. Erano decisissimi a mandarci giù! E questo fenomeno era tra i più di rissosi! Mi piacerebbe moltissimo se domani ci prendessimo una grande rivincita ma, al tempo stesso, devo riconoscere che tutto lo schifo e la mediocrità alla quale abbiamo assistito, dal settembre 2005 ad oggi, compresa quella pessima stagione dell 2009, ha un nome e un cognome: urbano roberto cairo! Altro che “Abbiamo fatto un bel lavoro….! Ma vai affankulo!

  3. https://www.iltorosiamonoi.com/2019/11/27/presidente-cairo-faccia-qualcosa-di-granata-venda/
    Il primo luglio 2019, su Il Sole 24 Ore, Gianni Dragoni parlava del bilancio del Toro e un passaggio in particolare fa sorgere qualche ulteriore interrogativo ai tifosi, cioè quando parla dei legami tra il club e le altre società presiedute da Urbano Cairo.

    Dragoni afferma che il Torino FC paga alla Cairo Communication 100.000 € l’anno per l’utilizzo di un software, 42.000 € alla UT Communications Spa, sempre di proprietà di Cairo, per l’affitto della sede in Via Arcivescovado. Sarà forse questa la ragione per cui il la società non ha ancora trasferito la sede al Filadelfia?

    avvocato marengo, possiamo denunciarlo?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui