Di Marzio: idea di scambio di prestiti tra Sirigu e Meret

16
1678
Alex Meret
Alex Meret

Sharing is caring!

Il nuovo corso del Torino ricomincia dalla giornata di oggi, mercoledì 5 agosto. Con Giampaolo nuovo allenatore, il ds Vagnati sta lavorando a modificare la rosa, che subirà grandi cambiamenti. E le idee di calciomercato non mancano.

C’è da cambiare parecchio, vista l’intenzione di molti giocatori di ritrovare stimoli altrove. Tra questi, anche Salvatore Sirigu, che non ha disputato le ultime due partite di campionato e che vorrebbe tentare una nuova esperienza in Serie A. E tra le squadre interessate, non è nuovo il nome del Napoli, che vorrebbe regalare a Gattuso un numero 1 di sicuro affidamento.

Di qui, l’idea di un possibile scambio di prestiti tra le parti: con Sirigu in Campania, a compiere il percorso inverso potrebbe essere Meret, che proprio Vagnati ha portato alla Spal per il biennio 2016-2018. Quella di Torino, per il portiere ex Udinese potrebbe essere la piazza giusta per ripartire dopo delle annate comunque positive a Napoli. L’idea c’è, ora si passerà a tutte le valutazioni del caso.

(gianlucadimarzio.com)

16 Commenti

  1. Scambio di prestiti che fa felici tutti e contemporaneamente nessuno? Se propio deve essere scambio alla pari e via, tanto le cifre sono simili.
    Meret non ha mai avuto piena fiducia sotto con Gattuso, l’anno prossimo ci saranno gli europei, in corsa per il 3 slot sono in tanti, ci sta che voglia giocare il più possibile, il profilo mi piace, non è Sirigu ma ha dimostrato di saper dare ottime garanzie, ogni tanto commette qualche errore ma anche perché non ha l’esperienza di portieri più navigati.
    Sinceramente preferirei questa opzione rispetto a quella romana ( che però temo resti quella più probabile).

    • Aggiungo una cosa anche in ottica bilancio, scambiare alla pari due giocatori ti da la possibilità sostanzialmente di “farli valere quel c…o che ti pare” dandoti la possibilità di mettere a posto almeno parzialmente i bilanci.
      Guardate il Napoli con Osimhen di fatto pagato 50 + Karnezis e 3 primavera ( con 0 presenze in A) valutati sui 20, o la gobba è l’Inter che di questi giochetti ormai sono i massimi esperti…

  2. -Sinceramente dovendosi trattare di un eventuale scambio preferirei Sirigu-Cragno,ipotesi comparsa recentemente .Certo che il Napoli ha un appeal diverso rispetto al Cagliari.
    FVCG( ora e per sempre).

  3. Ideona! Risultato? Sirigu se ne andrà, Meret ritornerà a Napoli più esperto e rivalutato, il Torino resterà senza portiere…. Geni del male (male del Toro)

  4. bravo Grillo…e perche’ no lo scambio Gallo/Politano?….dio mio visto come si prospetta le cose andremo in B senza passare dal Via

  5. Su un altro sito (non lo cito per rispetto, ma lo trovate facilmente) dedicato al TORO si propone di disertare lo stadio Grande Torino e abbonarsi in massa a La Torinese
    può sembrare una provocazione ma secondo me non lo è affatto
    al netto del covid, se lo stadio rimarrà costantemente vuoto non sarà certo un danno economico rilevante ma un danno di immagine si, lo sarà eccome.
    Nell’articolo, giustamente, non si vuole obbligare Cairo a vendere al primo venuto (non sarebbe nemmeno nell’interesse di noi tifosi), ma, data la situazione, almeno ascoltare le eventuali proposte.
    Perché in effetti, in ogni dove (siti, social, bar, amici, conoscenti) mai, a parte rarissime eccezioni, si è respirato un clima tanto ostile nei confronti dell’attuale dirigenza.

    • Biziog la realtà è che siamo disperati, al netto si qualche irriducibile e delle cocorite che qualcosa con il loro lavoro portano a casa, tutti ormai non vediamo l’ora di vedere Cairo lontano dal Toro.
      Lui però di vendere non ne ha nessuna voglia, né alcun interesse. Quindi dobbiamo aspettare, decidendo cosa fare e non fare nel frattempo.

      • si è vero, ma un’azione eclatante come quella di dirottare gli abbonamenti avrebbe un riflesso mediatico straordinario, guardate che a Cairo non interessa il bacino locale, bensì quello nazionale, dove non si parla MAI della sua popolarità ai minimi termini tra i tifosi, se cominciasse ad incrinarsi la sua popolarità a livello nazionale potrebbe cominciare a pensare di vendere
        io al di fuori dei siti che parlano di Toro, tuttosport e pagina locale de la stampa non ho MAI letto o visto nulla dell’ostilità dei tifosi nei confronti di cairo….

  6. Al di fuori di noi granata Cairo viene percepito come un buon presidente praticamente da tutti.Un amico di Milano e milanista spesso mi dice”Cosa vuoi di più…..vi tiene in A e vi fa fare pure le coppe….”
    Questo x dire che i media poco o nulla sanno della realtà granata,pertanto bisognerebbe che noi tifosi facessimo qualcosa di realmente eclatante x colpire Cairo davanti a tutt’Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui