Dall’Argentina: Torino su Nahuel Bustos

26
1576
Nahuel Bustos
Nahuel Bustos

Sharing is caring!

Nahuel Lautaro Bustos è nato il 4 luglio 1998, è cresciuto nelle giovanili del Talleres, suo attuale club. L’argentino è una punta centrale che al’occorrenza può fare anche il trequartista, nell’ultima stagione in Superliga ha collezionato 10 gol e 4 assist. L’attuale Agente Ciro Palermo vorrebbe portarlo in Europa e su di lui si sono fatte voci di interessamenti dalla Russia e dalla Spagna, ma secondo quanto quanto dichiarato dal giornalista Argentino Marcos Torrejon, nel futuro di Bustos ci sarebbe il Torino, che in lui ha trovato il profilo adatto per fare da vice Zaza.

26 Commenti

  1. ma pensiamo a vendere che abbiamo 32 giocatori a libro paga, di cui 4 portieri manco il liverpool.
    poi l’anno prossimo il nuovo patron risolverà i problemi.

  2. Profilo interessante se arriva a prezzi contenuti, dal di la possono arrivare i Bruno Peres come i Sancez Mino, un vice attaccante di peso ci manca (visto che GP gioca con 2 punte fisiche).
    Resta il fatto che le priorità sono altre e in altre zone del campo.

      • Ma si loro la se la suonano e se la cantano…(come qua del resto) secondo i giornali sue americani siamo ogni anno su tre/quattro dei loro giocatori.
        A parte tutto dovessero partire anche solo 2 tra Iago, Edera, Millico e Boye (c’è anche lui mannaggia al…) dando i due ex vivaio come partenti certi il primo a titolo definitivo l’altro in prestito; e visto che comunque Iago ha offerte uno la davanti ci vuole, tenendo suppongo Boye come 4.

      • no vabbè ho cannato alla grande.
        Ammetto che mai e poi mai avrei immaginato una cosa del genere, portata avanti per mesi e mesi e che porteranno avanti fino al 2022. Mai e poi mai. Pensavo a una cosa strumentalizzata da mister computer per guadagnare un pò di soldi da vaccini, suo ultimo business. È chiaro che non è così vista la copertura di tutti i politici di tutto il mondo, di tutti i mass-media, di tutti quelli che comandano, nessuno escluso. È chiaro che c’è molto di più in ballo che i soldi di un vaccino.
        Mala tempora currunt.

          • all’inizio sono morti in tanti. Non sapevano come curarli, aggiungi che 5000posti in terapia intensiva x 61 milioni di persone (d’estate arriviamo a 65 coi turisti) sono NIENTE.
            Oggi se si ripete la stessa cosa di marzo ne muoiono 1/10.
            Ma sappiamo come conteggiano i morti,no?

  3. Questo è un gran bel giocatore, altro che il Rodriguez dell’ altro ieri.
    Sposta che se arrivano lui e Marchwinsky stai costruendo il Toro del futuro.
    Sposta che se in società iniziano a guardare anche al domani e non solo a mettere pezze sul presente forse e ribadisco forse per la prima volta in 15 anni si stanno dando una strategia.

  4. Granata 67:
    Penso che noi due di toro ne abbiamo visto il lungo , in largo , e tanto in profondità …. condivido il tuo pensiero ma spero vivamente ( che se veramente stiamo aprendo una “finestra” sul futuro ) sotto … sotto ci sia la regia di una nuova gestione .
    A mercato chiuso capiremo il nostro futuro
    FVCG

    • Non a caso Cedro66 ho detto forse… forse: inoltre sto commentando indiscrezioni giornalistiche, cioè aria fritta, ne sono consapevole.
      Spero solo che Cairo abbia scelto Vagnati
      e Giampaolo per dare al Toro un assetto più Manageriale meno estemporaneo, tutto qui.

  5. Mah io sono piu propenso al rischio. Io accetto piu la svosta su un giocatore di grande potenzialita che il non fare nulla
    Vera Marchwindki Brian Rodriguez e questo Bustos….sarna mica tutti brocchi no ?

  6. Io posso capire che prendi un Boye e puo non andare come pensavi. Idem Damascan . Quando sono cosi giovani il rischio e slto. Maxse li azzecchi ….x questo serve una rete di osservatori capillare
    Il Toro aveva qualcuno innpassato. Con Petrachi abbiam perso tutto
    Ora c e Vagnati che ha i suoi agganci
    Per i piu giovani c e sempre Bava e meno male xche il picio ha rischiato di bruciare pure lui ….
    Pero abboam.perso Moreo Dambrosio Gazhoini e altri….e qiesto non va bene …x pochi spoccioli non puoi perdere dei 18enni o 19 enni con potenzilaita come Moreo

    • vedi che damascan ha fatto 8gol.
      Meglio di quel tizio che ha preso il chelsea e di quello che a napoli ha fallito.
      lì ci sono responsabilità del diesse che si è rilevato IMPREPARATO per questi livelli.

  7. A memoria i giovani che abbiamo lasciato andare o su cui non abbiam puntato solo in quest ultimo anno sono Juwara Kouadio Moreo Gazhoini Dambrosio …io spero che chi ha deciso abbia visto giisto
    Io credo che x prendere un brocco qualsiasi all estero meglio puntare sui nostri
    Ad oggi vedo Segre Buongiorno Singo Celesia Millico Fiordaliso Kone Adopo Rauti come possibili giovani daibquali pescare un paio di frutti buoni
    Non aveva senso prebdere un Damascan e liberarsi che so di Millico o Rauti e x fortuna non exstato fatto
    Ma la perdita di Moreo mihlior frutto dellaleva 2001 mi lascia perplesso

    • ascolta c’è 59% di stranieri in A, 38%i n B e 12% in C.
      1posto su 2 tra A e B è precluso in partenza.
      Uno che arriva in B tipo aramu o segre vuole dire che è forte ed è da A.
      O ti prendi una squadra in C e una in CND e dai uno sbocco naturale ai giovani firmandoli 3 anni, oppure è naturale lasciarli andare. Ne tieni 4 l’anno in 4 anni sono 16 che ti pesano come ammortamento. In questo senso non mi sento di dare torto ai club. Va fatta riforma con club di A che si gemellano con club di C al limite.

    • forse andrebbe organizzato un campionato ad hoc, anche al di fuori della figc.
      Sicuramente ci sarebbe mercato.
      È un peccato perdere giocatori tipo Danza.
      Poi mi chiedo: possibile che non esca 1 giocatore 1 da torino città e provincia a livello professionistico?
      un tempo uscivano i cravero, i fuser, i rossi, anche la juve coi bettega o neanche tanti anni indietro giovinco e marchiisio. Oggi nulla. Possibile? evidentemente non si cerca e non si forma.
      andiamo a prendere sto boye2.
      dai

  8. Il controllo di un club in C e di uno in D dove mandare i giovani del vivaio a maturare, sarebbe il primo passo per costruire un settore giovanile che si rispetti, oltre alle strutture tecniche come il Robaldo ovviamente.
    Ma cairetto preferisce mantenere un profilo basso, per cui zero investimenti e zero talenti al netto dell’eccezione statistica quale fu Ogbonna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui