Le pagelle di Fiorentina-Torino

2
565
Fiorentina-Torino
Fiorentina-Torino

Sharing is caring!


Sirigu 8: Cambia la stagione ma non l’abitudine, senza dubbio il migliore in campo. Da registrare li miracolo sul colpo di testa di Kouame e la reazione di puro istinto al rimpallo su Ansaldi.
Izzo 5: Giocatore fuori ruolo, chiaramente affidabile con una difesa a 3, ma meno con quella a 4. Poca spinta e troppa lentezza con la palla tra i piedi in fase di impostazione.
Bremer 6: Sta diventando sempre più una certezza, prestazione sufficiente per quanto riguarda gli anticipi, ancora da rodare la marcatura in area con la difesa a 4.
Nkoulou 6: Se si parla di certezze non si può non citare il camerunense, che è un mix di qualità e sicurezza per la retroguardia granata.
Ansaldi 5: Poca concretezza e molto fuori forma, anche per lui si registrano difficoltà di adattamento con la nuova impostazione difensiva, sue le responsabilità maggiori sul gol viola.
Meite 5,5: Anche lui fuori forma e avulso dal gioco. Poco aiuto sia in fase offensiva che in raddoppio in aiuto al terzino. Lukic 6 (23st) Nulla di particolare da registrare
Rincon 5,5: Ruolo inedito per il venezuelano che sicuramente ha fatto del suo meglio. Ha avuto Kouame addosso tutta la partita che gli ha negato molte giocate. In quel ruolo occorrono maggiori verticalizzazioni e più rapidità nel giro palla. Millico ng (43st).
Linetty 6: Prestazione quantomeno sufficiente per il polacco, soprattutto per quantità, anche per lui poco aiuto al terzino per il raddoppio in fase difensiva.
Berenguer 5,5: Per lui ruolo da trequartista che potrebbe essere nelle sue corde, ma troppo poco movimento che non ha aiutato la fase offensiva della squadra granata. Verdi 5 (23st) Invisibile, serve più concretezza.
Zaza 4: Una disfatta. Senza dubbio il peggiore in campo, errori difficilmente da perdonare per l’attaccante lucano. Urge una punta titolare da affiancare a Belotti.
Belotti 6: Ci prova, si sbatte, prende falli e fa salire la squadra. Nel secondo tempo è completamente abbandonato dai compagni.
All. Giampaolo 5,5: Le difficoltà erano note a tutti, squadra nuova, poco tempo e pochi allenamenti. Da recriminare al mister sicuramente la mancata sostituzione nel secondo tempo di Ansaldi che era chiaramente in difficoltà contro Chiesa sulla fascia. Nessun alibi se la società saprà concedergli i rinforzi da lui richiesti.

Alessio Santomauro

2 Commenti

  1. Noto che c’è un nuovo pagellaro.
    Rispetto al suo predecessore mi sembra più di manica larga. Personalmente avrei dato mezzo voto in meno un po’ a tutti, esclusi Sirigu e Bremer.
    Io insisto in questa mia strana idea per la quale Ansaldi in questo modulo renderebbe di più a centrocampo. Il giocatore ha qualità ma non ha il passo per fare il terzino in una difesa a 4, metterlo in marcatura su gente veloce come Chiesa presenta i pericoli che abbiamo visto.

  2. si, concordo, è stato mandato via Aina (stagione brutta la sua per carità) perché non lo si riteneva adatto alla difesa a 4, ma anche Ansaldi ha lo stesso problema, con l’aggravante che sicuramente non ha + il passo per stare dietro ad ali veloci. In più, dal momento che con la difesa a 4 la propensione offensiva naturalmente si riduce, diventa meno decisivo in avanti…
    Sulla difesa faccio notare che solo la bravura di Sirigu e l’imprecisione di Kouamé hanno impedito almeno due gol su cui pesa la marcatura imprecisa di NK.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui