“Cairo non spende. Povero Vagnati, DS senza portafoglio..” Titolo di TuttoSport..

11
731
Rubrica Se non lo ami quando perde non amarlo quando vince
Rubrica Se non lo ami quando perde non amarlo quando vince - www.cuoretoro.it

Sharing is caring!

C’erano una volta i tifosi del Toro….Purtroppo inizia così questo mio piccolo sfogo, e prende spunto da questo titolo dell’ennesimo articolo scritto su un quotidiano (sportivo?) che DA SEMPRE è di proprietà della famiglia (una volta) Torinese più conosciuta (forse) al Mondo, l’ennesimo articolo che altro scopo non ha se non quello di fomentare una sorta di “rivolta popolare” verso la proprietà attuale del Torino, squadra che non solo porta il nome della città in cui “non si muove foglia che LORO non voglia” ma che evoca nell’immaginario collettivo emozioni forti, emozioni che hanno quel sapore di buono, di malinconico e struggente, che ti fanno star bene ed anche un pochino male tutto assieme, emozioni che nessun “Stadium” potrà mai neanche lontanamente sfiorare, figuriamoci eguagliare, anche se appendessero 10/15 gagliardetti tutti quanti in fila!

C’erano una volta i tifosi del Toro dicevo, che per un titolo simile si sarebbero radunati sotto gli uffici del quotidiano (sportivo, ripeto? O piuttosto un quotidiano “di regime”?) per chiedere giustizia, o per lo meno giustificazioni sul perché ad esempio non si scrive di com’è facile fare mercato quando a pagare è la EXOR, di com’è facile “comprare” CR7 con i BOND pagati dai tifosi bianconeri, quegli stessi tifosi che vengono “munti” come vacche sia con il merchandising che con i biglietti/abbonamenti, per non parlare dei soldi provenienti dall’automotive (la cui qualità è riconosciuta ovunque, purtroppo…) e di quelli regalati dal managment cittadino compiacente (vedi terreni e concessioni varie..)…. Troppo facile fare gli sbruffoni quando si hanno le spalle non coperte, DI PIU’, anzi dire piuttosto un atteggiamento “da bulli”, ancora più grave perché tollerato da quelle istituzioni che fanno finta di non vedere come vengano esposti scudetti che Loro stessi hanno revocato….

C’erano una volta i tifosi del Toro che non avrebbero MAI tollerato che si scrivessero cose simili quando TUTTI sono nelle stesse situazioni, quando anche la Juve stessa ha problemi di denaro ed invece di scrivere articoli sul COME MAI hanno dovuto pagare delle buone-uscite a giocatori sotto contratto affinché se ne andassero si divertono a gettare benzina sul fuoco?

La risposta è tanto semplice quanto triste e disarmante: perché i tifosi del Toro NON CI SONO PIU’. Adesso ci sono solo più gli ANTI-CAIRO, quelli che non amano il Toro e che lo chiamano CAIRESE, quelli che si sentono talmente “fighi” che piuttosto di incaz**rsi per questi attacchi vergognosi, queste prese per i fondelli così evidenti cosa fanno? GLI DANNO RAGIONE, si dicono d’accordo e magari si complimentano anche con i “giornalisti” di regime!

Qui non si tratta di essere PRO o CONTRO, si tratta di permettere che si venga costantemente e sistematicamente derisi, provocati e sbeffeggiati, umiliati e peggio ancora sottomessi, talmente sottomessi da non accorgersi neppure che ci stiamo stringendo il cappio intorno al collo DA NOI STESSI!

Cairo NON E’ il migliore dei Presidenti e non lo sarà MAI, sia ben chiaro, ma non per questo accetto e tollero che il Toro venga trattato in questo modo dai giornalisti che scrivono su giornali di regime (calcistico).

11 Commenti

  1. Purtroppo i giornali di regime sono da entrambe le parti, Tuttosport da una parte, La Gazzetta dall’altra. Ma non è questo il problema. Il problema, ormai evidente, è che a Cairo non frega nulla nè del Toro, nè dei suoi tifosi. E tanti sono gli episodi che lo dimostrano. La rivolta dei club, ad esempio, perchè non ne parliamo? la lettera che hanno scritto per denunciare il trattamento della società nei loro confronti, perchè non ne parliamo? Ma i club, e non sto parlando di Ultras o bombaroli presunti, che hanno esposto striscioni in tutta Italia chiedendo a Cairo di andarsene, sono tutti scemi o sono tutti che vogliono fare i “fighi” alla moda tanto per contestare Cairo? Non credo. Che Vagnati sia un diesse senza portafoglio non lo so, chiedere a Cairo se è vero. Ciò che è vero e che è sotto gli occhi di tutti è una società allo sbando, che commette errori su errori (vedi quello di prendere Giampaolo, pur sapendo che non c’erano soldi per fare mercato e pur sapendo che non avresti facilmente venduto i tuoi calciatori dopo la pessima annata appena conclusa) C’erano modi per fare mercato diversamente e in modo intelligente? Forse sì. Si poteva tenere Moreno Longo e lavorare su giocatori giovani con voglia di emergere come altre società hanno fatto (vedi Verona, non parliamo poi di Atalanta abituata a valorizzare i giovani) oppure davi a Giampaolo i calciatori di cui ha bisogno sempre tra questi profili, trequartista di prospettiva, regista, seconda punta. Tanto cosa ci avresti perso? Nessuno pretendeva che si spendessero milioni per calciatori che non si potevano nè prender, nè mantenere, soltanto un cambio di rotta che non c’è stato (o non è stato voluto??). Se Cairo avesse veramente a cuore il Toro e avesse detto ragazzi qua non ci sono soldi e avesse svenduto chi non faceva parte del progetto e avesse preso giocatori di prospettiva con i soldi ricavati, riducendo il monte ingaggi, penso che nessuno si sarebbe lamentato in questo modo. Ma ancora una volta, l’ennesimo errore di cui non mi spiego: ingaggi sempre più alti, (ricordo che noi siamo tra le società con il maggio numero di soldi in uscita per ingaggi subito dopo le cosiddette “big”) giocatori non sufficientemente motivati e allenatore che, nonostante sia stato chiaro sin da subito sull’idea di gioco che ha, abbandonato a sè stesso a far fuoco con la legna che ha. Caro Bertu, devi capire che qui non si tratta di fare i “fighi” ed essere contro Cairo, qua la gente è stanca di essere continuamente provocata (sembra infatti che lo si faccia apposta a continuare a commettere errori grossolani: una volta lasci incompleta la difesa, l’anno dopo rinforzi la difesa e lasci all’osso il centrocampo, ma nessuno ci vede in questo?). Non uno straccio di progetto, anche minimo.
    Poi che Tuttosport ci giochi dentro è normale. Ma chi gliel’ha data l’occasione per farlo?

  2. La risposta è implicita nel comportamento del nano.
    15 anni danno tutte le risposte che si desidera e le danno a tutti,tifosi e giornalisti di regime e non

  3. Bertu : sai che io rispetto le opinioni altrui e quindi anche la tua. Chattiamo da molto tempo e quindi ci conosciamo virtualmente.
    Ma il tuo articolo mi sorprende, ancora una volta in negativo.
    Non dico che devi pensarla come me, ripeto siamo in democrazia e ciascuno puo scrivere quello che vuole. Ma qui siamo totalmente fuori argomento
    Secondo te la colpa della attuale situazione vergognosa del toro risiede in Tuttosport e nei tifosi fomentati dal giornale ? Guarda che moltissimi anticairoti storici , che scrivono anche qui sul forum, non leggono Tuttosport.
    Io lo leggo ogni giorno, è un vizio che ho ormai da 40 anni e non me lo tolgo, leggo il giornale rigorosamente cartaceo ( digitale mi fa cagare ) e mi gusto un caffè mentre lo leggo al mattino.
    Ma hai provato a leggere la Gazzetta ? E’ diventata la Cairetta, del resto lui è il padrone e quindi è per me illeggibile. La Stampa lasciamo perdere , il Corriere non ci caga neanche di striscio. Quindi leggo Tuttosport.
    Tuttosport che è spesso giustamente criticato anche da me perchè dedcia troppo spazio ai gobbi, io stesso l’ho criticato quando esagerava nei confronti del Toro, e solo pochi mesi fa dissi che avevo nostalgia di Dardanello e non mi piaceva la direzione di Iacobelli.
    Ma non è possibile che un tifoso granata non apra gli occhi e non voglia vedere dove sta realmente il problema
    Secondo te il Toro che rischia la B lo scorso anno è colpa dei giornali e dei tifosi sobillati?
    I mancati investimenti di 4 mercati di fila sono colpa dei giornali?
    Lo 0-7 di gennaio con l’Atalanta è colpa dei giornali o dei tifosi ?
    L’ammutinamento contro Cairo da parte di Nkoulou e Sirigu è colpa dei tifosi? La gestione dilettantesca dei DS lo scroso anno è colpa dei giornali ?
    La programmazione nulla anche a livello giovanile, la scelta di Giampaolo per poi lasciarlo con la squadra di Mazzarri, l’attuale classfica, il cantiere ancora aperto a campionato in corso, le promesse non mantenute, il fila incompleto, il robaldo mai fatto, il campo di patate, la primavera che non vince più cpstretta a emigrare, il toro sbattuto fuori ai preliminari senza lo straccio di un rinforzo, le figure di m….nelle trattative al ribasso , i 15 anni con due settimi posti come apice eccecc….Bertu il colpevole è uno solo e si chiama Cairo

  4. I giornali devono vendere e i tifosi cercano notizie dove possono trovarle.
    Bisogna cercare di essere obbiettivi e riconoscere che il mercato è difficile, ma onestamente credere che i tifosi vadano sotto la redazione di certi giornali per chiedere spiegazioni, quando risulta inspiegabile un certo atteggiamento, certe scelte e certe dichiarazioni da parte della società, mi sembra un po’ esagerato. Che non esista più un certo tifo e una certa aggregazione tra i tifosi è un dato di fatto, ma è anche vero quanto scrive junior nel suo scritto.
    Purtroppo il tutto va a sfavore del Torino e non credo che la maggior parte dei tifosi non si renda conto di quello che fanno quelli di Venaria ?, né chiedono spese folli, ma solo un po’ di logica e coerenza. Nel tuo precedente articolo ho condiviso la tua analisi perché logica e giusta, soprattutto in merito alla difficoltà del mercato, ma non si può ignorare che la bramosia di quell’uomo, la sua incompetenza e spesso, secondo me, la sua “micragnosotá”, sia il male principale del nostro Toro.

  5. A questo punto preferisco tacere, lascio agli altri le ovvie argomentazioni, hai superato veramente te stesso, no comment. ?‍♂️?‍♂️?‍♂️?‍♂️?‍♂️?‍♂️?‍♂️

  6. Il livello di questo articolo è del tutto comparabile ad una battuta che circolava tempo fa nei palinsesti cabarettistici rai e e/o Fininvest
    “Non siamo noi che siamo razzisti… siete voi che siete meridionali”
    Ecco il pensiero che sorregge questo scritto… sta tutto qua… differente nella forma di espressione ma del tutto identico nella sostanza di ciò che si vuole esprimere

    • ?????????????Grande Leloup, me lo ricordo, trasmissione satirica su reti locali, si chiamava Telemeno, c’era nello sketch Sarcinelli che conduceva un dibattito tra due leghisti di regioni diverse, uno era il mitico Giobbe Covatta, l’altro era il mitico Paolantoni:uno chiudeva il suo intervento dicendo:noi non siamo razzisti, siete voi che siete napoletani, l’altro:Abbasso il razzismo, Abbasso i napoletani. Poi titoli di coda con la scritta dei vari interpreti, quindi anche Sarcinelli, con scritto subito dopo tra parentesi:napoletani????????????Fantastici

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui