Dura contestazione a Cairo e alla squadra al Filadelfia

24
2006
Contestazione al Filadelfia
Contestazione al Filadelfia

Sharing is caring!

Questa volta la contestazione, dopo tanti sit-in improvvisati con più striscioni che persone, merita di essere definita tale. Troppo deprimente la classifica e il quadro societario/ambientale per non convincere i cuori granata a scendere in strada per protestare. Oltre 300 persone, rispondendo all’adunata dei tifosi della Curva Maratona diffusa lunedì attraverso volantini e tam-tam sui social, si sono radunate nel pomeriggio davanti al Filadelfia per manifestare tutta la loro rabbia nei confronti della squadra – invitata a tirare fuori gli attributi e a uscire dal bunker – e della società granata, con reiterati cori all’indirizzo del presidente Cairo, imputato e bersaglio principale degli strali, invitato energicamente a passare la mano e vendere il Torino FC. Folta presenza di forze dell’ordine, carabinieri e poliziotti appostati con camionette a proteggere l’ingresso delle auto dei giocatori all’ingresso di via Spano.

Fumogeni e qualche mortaretto, ma al momento nessun incidente né atti vandalici e comunque una quasi totale, significativa copertura di mascherine anti-Covid. I tifosi hanno chiesto di avere un incontro con i giocatori, o comunque una rappresentanza. Molti cori anche contro il giovane Segre, “reo” di essere finito online esibendo sorridente la maglia di Dybala subito dopo l’ennesimo derby perso. Nel mirino è finito anche il portiere Sirigu, da SalvaToro a imputato per i recenti, anomai errori. I giocatori di Giampaolo -capitan Belotti in testa, a fianco del tecnico, in prima fila con il ds Vagnati, il team manager Moretti e il direttore operativo Barile – hanno osservato la contestazione al di là del cancello, ascoltando senza ribattere le rimostranze popolari dall’altra parte dell’ingresso. La manifestazione si è conclusa senza incidenti.

(fonte tuttosport.com)

24 Commenti

  1. Sarebbe bastato organizzarla meglio. Con dei rappresentanti incaricati di parlare ecc, così effettivamente sembra più uno zoo che altro. Per quanto la contestazione sia “giusta”.
    C’è una bella differenza tra contestare ora e contestare dopo una vittoria come accadde con Mazzarri.

  2. fa abbastanza ridere che tu possa criticare chi insulta i giocatori e come tutta risposta tu insulti loro…
    Redazione, si era detto basta insulti…

  3. Tutta il mio ringraziamento e la mia piena solidarieta’ ai 300 ultras granata che hanno effettuato la contestazione.
    Hanno tutte le ragioni, anzi, i Signori Sirigu e Nkoulu in particolare meritavano molto di peggio.
    Non dimenricando l’artefice principale di questo scempio: urbano cairo, invece di gozzovigliare con i parenti dandoti 7 in pagella, perche’ non ti presenti col tuo bel faccione da coniglio e codardo a tenere testa alla conversazione?? Dove cazzo eri???? Sappi che tu sei la causa di tutto questo schifo! Sei e resti il primo esempio in Italia e in Europa di come non va gestita una societa’ di calcio! VERGOGNATI!
    Quanto alla contestaziobe odierna, la comprendo e la condivido al 100%, anche la squadra ecl’allenatore hanno le loro grandi colpe, altro che palle.
    Sirigu e N’koulu sono indifendibili e pessimi uomini! Non sono da giustificare ne’ da tenere a gennaio: via dal Toro, subito prima o subito dopo cairo!

  4. La contestazione ci sta tutta.
    E’ troppo tempo che si vede solo il fondo della classifica, molti giocatori stanno cacando fuori dal vaso, è incredibile il numero di rimonte subite e di gol presi. Da che mondo è mondo in una situazione del genere i tifosi contestano, e anche di brutto.

  5. Sono padri di famiglia che lavorano emettono a repentaglio la loro incolumita’ e non picchiatori travestiti da buoni, ti scandalizzi per l’ attegiamento dei tifosi (che cosa volevi che portassero il panettone ai giocatori?)
    Le contestazioni in genere sono cosi a volte anche violente, ma di certo vilenta non e’ stata quella di oggi.
    Poi d’accordo che e’ cairo il responsabile e parzialmente i giocatori…anche se qualcuno sembrerebbe remare contro.

    • I padri di famiglia sono i poliziotti…..che lavorano anche nei giorni di festa, e la “violenza” verbale dei tifosi e’ il minimo ed e’ comprensibile per la situazione in essere…..nessuno ha alzato i toni e tanto piu’ le mani.
      Segre e’ un ragzzino che ha fatto una minkiata,per me finisce li…..credo che il messaggio lo abbia recepito…anche quello serve per crescere , mi stupisce il fatto che tu dica di essere stato un “ultras” nel passato perche’ dovresti ricordare bene che gli stessi erano molto piu’ determinati e ahime’ anche piu’ violenti,pensa quando vendettero Lentini cosa successe….oppure ricordati del ” campanile” dove sfasciarono macchine ed altro.

  6. Ho visto un video della contestazione attuata oggi e integro il mio commento precedente.
    A parte la deplorevole e vergognosa assenza di cairo, degna peraltro della persona che e’, ho notato che non uno tra Comi Vagnati Giampaolo Barile ecc..ha avuto il coraggio e le palle per rispondere almeno ad uno dei punti sollevati giustamente dagli ultras….
    Veramente squallido tutto.questo!
    Il Signor Comi, per esempio, cosa cazzo rimane li a fare, nel peggior toro.di sempre???? Il portaborse senza dignita’ di un personaggio avido e squallido??
    Lo ripeto, guardatevi allo specchio e vergognatevi!

    • Sergio non sono assolutamente d’accordo con te o meglio: non sono d’accordo alle minacce di morte verso i giocatori (Segre secondo me ha fatto una cazzata e l’ha capito) se è vero che ci sono state,ma a prescindere che il colpevole sia il nano bracciamozze e su questo siamo tutti d’accordo,non si possono accettare comportamenti in campo come quelli di Sirigu. Me ne duole e tanto parlare così del nostro portiere ma il suo livello di “scazzatezza” inizia a rompere i coglioni. Se era scarso allora vabbe’ che ci vogliamo fare (tipo Rincon,nel ruolo di regista è proprio uno schifo,anche se si impegna non può dare di più). Ma TUTTI sappiamo che scarso non lo è assolutamente,quindi qualsiasi sia il problema che abbia lo risolva in società e se si rende conto che sono dei problemi insormontabili che stracci il contratto oppure chieda al mister di non giocare,perché così facendo non danneggi solo la società ma soprattutto i tifosi che fanno di questa MAGLIA una ragione di vita è se si vedono presi per il culo s’incazzano come bestie!

  7. Sono di solito contrario a contestare squadra e giocatori e chi mi conosce lo sa. Sono più per la contestazione alla società. Ma questa mi èsembrata una contestazione doverosa oltre tutto pacifica, non si è andati oltre. Ricordo bene i danni alle automobili parcheggiate, gli sputi a Rosina o a Tiribocchi e così via, specie a seguito di retrocessioni.
    Ma a chi dice che non avrebbero dovuto contestare dico solo: provate a immaginare i tifosi della Roma, con una Roma terz’ultima in classifica, se il giorno dopo avere perso il derby in rimonta con la Lazio un loro giovane giocatore si fosse fatto immortalare con la maglia di Immobile.
    Cosa pensate che sarebbe successo presso la lor sede di allenamento?
    Vi lascio la fantasia di immaginarlo
    Questo non vuol dire che giustifico contestazioni violente sia chiaro, è solo per rimarcare che la maggior parte delle contestazioni organuizzate dai tifosi granata , sono contestazioni intelligenti non violente
    Poi è chiaro che nel nsotro passato a volte di è trascesi ma ragazzi…quanta pazienza hanno i tifosi granata ???? Tanta, tanta ….

  8. Scusa se ti contraddico ancora Sergio ma le elezioni in Usa non sono assolutamente finite,ci saranno taaaaante sorprese.
    Giusto ieri è stato accolto dalla Corte Suprema il ricorso del Texas contro altri 5 stati per frode elettorale ?
    Preparate i popcorn,ne vedremo delle belle….

  9. Stuppiello oh caro Stuppiello,veramente metti a dura prova la nostra pazienza ehhhh.
    La società è delusa sai giocatori???
    Mamma mia meglio che sto zitti va

  10. -E’ perfettamente inutile nasconderlo. L’incavolatura del tifoso, per il ripetersi ti tante quanto ripetute cocenti delusioni, ha ormai superato i livelli di guardia e trasborda da ogni parte. Ognuno reagisce a modo suo e a volte purtroppo si trascende oltre i limiti. C’è chi si unisce a gruppi di contestatori a volte violenti e c’è chi ,come il sottoscritto, esterna il proprio malumore sui forum come il nostro, trovando sovente nel dialogo corretto motivo di distensione e di reciproco sostegno, come si addice ai veri cuori granata di antica e nuova generazione. D’altronde ,come già detto, siamo tutti sulla stessa barca; cosa ottimale è remare sempre compatti nella stessa direzione ,sia con bonaccia(cosa rara) che con tempesta( cosa abituale).
    Teniamo sempre ben presente che IL TORO SIAMO NOI.
    FVCG (ora per sempre).

  11. numeri dei granata sono impietosi, nell’anno solare le statistiche sono da brividi: “Toro, la squadra più battuta d’Europa: 18 sconfitte nel 2020” titola La Repubblica. Una squadra in crisi, che sarebbe in zona retrocessione in tutti i campionati: “Con i punti conquistati tra gennaio e dicembre sarebbe da retrocessione in Inghilterra, Germania e Spagna.

  12. Si subiscono rimonte su rimonte perché la squadra tutta (tranne l’indomito Gallo) se ne fotte della retrocessione… e Se ne fottono perché il primo a fottersene è Cairo.
    I cali di concentrazione sono dovuti a questo…. perché come diceva Occam la spiegazione più semplice è anche la più probabile.
    Anzi… non nascondo il motivato sospetto che diventa di turno in turno più grande… che se le giochino proprio le partite… per fottersi anche il fondo del barile.
    E che perfino Cairo riesca a trarre una qualche fonte di lucro occulta per quanto lecito da essere “il presidente più perdente d’Europa”
    E poi… c’è chi dice che contestare è sbagliato a priori
    Perché è rimasto fermo al pensiero politico e sociale di Manzoni.
    Oltre non è riuscito ad andare.
    Troppo difficile

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui