Una salutare boccata d’ossigeno

0
543

Sharing is caring!

23^ GIORNATA DEL CAMPIONATO 2020/2021

VENERDI’ 19 FEBBRAIO 2021, H. 20,45

CAGLIARI  –  TORINO:  0  –  1

MARCATORE: BREMER (T) al 31° s.t.

CAGLIARI (3-4-1-2): CRAGNO; CEPPITELLI (dal 34° s.t. PEREIRO), GODIN, RUGANI; ZAPPA (dal 44° s.t. DUNCAN), NANDEZ, MARIN, LYKOGIANNIS; NAINGGOLAN (dal 34° s.t. PAVOLETTI); SIMEONE (dal 25° s.t. CERI), JOAO PEDRO.

ALL.: DI FRANCESCO

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: CEPPITELLI, ZAPPA e SIMEONE per gioco scorretto.

CAMBI DISISTEMA: dal 34° s.t. 4-2-3-1

TORINO (3-5-2): SIRIGU; IZZO, NKOULOU, BREMER; SINGO (dal 44° s.t. VOJVODA), RINCON, MANDRAGORA, LUKIC (dal 33° s.t. BASELLI), ANSALDI; ZAZA (dal 33° s.t. BONAZZOLI), BELOTTI.

ALL.: NICOLA

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: BELOTTI e LUKIC per gioco scorretto.

CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO

ARBITRO: ORSATO di Schio

Bremer, il secondo marcatore del Toro con quattro reti, dopo Capitan Belotti a quota undici, ha deviato in rete, di testa, una palla ben calciata da corner da Mandragora, consentendo così al Toro d’espugnare la “Sardegna Arena” e conquistare tre punti veramente preziosi per la classifica e il morale della squadra. Mister Nicola ha schierato gli stessi giocatori che avevano pareggiato per zero a zero una settimana prima contro il Genoa, e le sue scelte, visto l’andamento del primo tempo, non erano parse azzeccate. I soliti lanci lunghi che finivano inevitabilmente nei piedi dei difensori cagliaritani, e nessuna azione che potesse impensierire la retroguardia rossoblu. Due punizioni non molto distanti dalla porta di Cragno sono state malamente sprecate dai granata. Il Cagliari, sospinto da un vivace Nainggolan, riusciva a manovrare meglio del Toro, senza però produrre azioni degne di rilievo che potessero impensierire Sirigu. Va detto che la difesa granata, composta da Izzo, Nkoulou e Bremer ha giocato molto bene, e la palma del migliore va al brasiliano per aver siglato la rete del successo. Credo che Nicola abbia finalmente trovato, unitamente con la prima vittoria da quando è al Toro, i tre difensori titolari; mi chiedo perché la Società non si decida ad avviare una seria trattativa con Nkoulou, tornato ai suoi livelli migliori, per non rischiare di perdere un giocatore molto valido a parametro zero. Zaza, invece, ha deluso ancora una volta, e mi sarei aspettato una sua sostituzione con il pimpante Bonazzoli ben prima del 33° del secondo tempo. Belotti sembra stia attraversando un periodo di appannamento, infatti ha sprecato una buona occasione per sferrare il colpo del ko, come pure Rincon, nei minuti di recupero. Ma forse sarebbe stata una punizione troppo pesante per il Cagliari. Il Toro, con questa importante vittoria, ha distanziato in classifica i sardi di cinque punti, ma è indiscutibile che il successo ottenuto non dovrà essere fine a se stesso, ma rappresentare uno stimolo per raggiungere una posizione di classifica degna del blasone del Toro. La negatività al tampone di Sanabria e la riacquistata forma fisica di Baselli sono un buon viatico da cui partire. Venerdì prossimo i granata scenderanno nuovamente in campo nell’anticipo che li vedrà opporsi al Sassuolo, squadra a cui il Gallo Belotti ha segnato delle reti stupende; potrebbe essere l’occasione buona per rivedere un Belotti trascinatore, come ci ha abituati in moltissime occasioni.      

Franco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui