Coppitelli allenatore della Primavera

13
528

Sharing is caring!

Il Torino Football Club comunica che Federico Coppitelli è il nuovo allenatore della formazione Primavera. Il tecnico romano torna in granata dopo l’eccellente contributo offerto nelle tre stagioni dal 2016 al 2019, un lavoro che ha permesso al Torino di conquistare trofei importanti come la Coppa Italia e la Supercoppa.

Il Presidente Urbano Cairo riaccoglie Federico Coppitelli con l’augurio di buon lavoro.

Il Torino FC saluta e ringrazia Marcello Cottavava e il suo vice Michele Coppola per l’impegno profuso in questi mesi in granata.

(fonte torinofc.it)

13 Commenti

  1. Massi presidente cairo, avanti cosi alla Kazzo!
    Ma lei dov’era quando il pessimo Vagnati ha scelto questo Cottafava??
    Quest’anno e’ il simbolo ed emblema della gestione cairota: 15 anni e mezzo di incompetenza, aridita’, superficialita’ assoluta, zero progetti e corsa allo spendere male e al risparmio.
    Certo, ora ha pensato bene di cambiare i tecnici di serie A e Primavera, ma non creda che ha risolto tutto…..l’unica maniera radicale e’ andarsene in fretta!
    Senza attendere, ruconoscendo di aver fallito in tutto evsenza chiedere la luna a possibili acquirenti.

  2. Un saluto a Federico Coppitelli, tecnico competente nato per lavorare con i giovani, figura ideale per costruire un vero settore giovanile.
    Spero resti con questo incarico anche dopo l’auspicato cambio di proprietà da me atteso in ogni caso non prima del 2022.

  3. Cambia tutto per non cambiare niente. Io sono contento sia della scelta di Nicola dopo Giampaolo sia di quella di Coppitelli, voluta pare sia da Cairo che da Bava. Le scelte di Vagnati sono state tutte bocciate anche se è chiaro che erano state approvate da Cairo che quindi è come minimo co.responsabile, anche se per me rimane il primo e unico responsabile essendo lui che decide tutto in una società diretta alla kazzo, con un solo uomo al comando che ha 1000 cose da fare e da pensare, che non delega e quando lo fa lo fa a persone non all’altezza.
    Fin dall’inizio , io da profano, non ero per nulla convinto dalla scelta di Cottafava per la primavera, e dal comportamento nei confronti di Bava messo in secondo piano dallo stesso Vagnati.
    Se Vagnati è considerato il responsabile di tutte scelte sbagliate, cone prima squadra e primavera in lotta salvezza , lo si sostituisca subito o gli si metta un cuore granata bravo ed esperto sopra.
    A me veine sempre in mente Zaccarelli, granata dentro e pure manager capace. Non so come è messo a livello agganci politici che a certi livelli servono e non so quanta voglia Zac possa avere di rituffarsi in una avventura che ai tempi di Cimminelli lo aveva provato parecchio.
    Ciccio Graziani un altro che farebbe un pò di piazza pulita ma sarebbe ingombrante per Cairo al pari di Pupi.
    Tutto questo mi lascia purtroppo temere che dovremo sopportare Cairo ancora un pò di tempo….ma anche in questo caso c’è un limite a tutto.

  4. Cosa vuoi che cambi, 650mila netto fino al 2022.
    Non lo caccia mai e poi mai, lui le clausole le mette a Nicola mica a Giampaolo, a bava mica a vagnati.
    Navigherà a vista come ha fatto in sti 16 anni, fino a quando banche& fondo lo romperanno in due, o fino a quando non sarà costretto dai suoi padroni a strisce a levarsi dalle palle.
    Cairo è la più grande sciagura dopo Superga.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui