Non c’è stata partita

0
327
Torino-Napoli

Sharing is caring!

33^ GIORNATA DEL CAMPIONATO 2020/2021
LUNEDI’ 26 APRILE 2021, H. 18,30
TORINO – NAPOLI: 0 – 2


MARCATORI: BAKAYOKO (N) all’11°, OSIMHEN (N) al 13° p.t.
TORINO (3-5-2): SIRIGU; IZZO, NKOULOU (dal 12° s.t. BUONGIORNO), BREMER; SINGO (dal 26°
s.t. BONAZZOLI), RINCON, MANDRAGORA, VERDI (dal 12° s.t. LINETTY), ANSALDI (dal 40° s.t.
BASELLI); SANABRIA, BELOTTI (dal 26° s.t. ZAZA).
ALL.: DAVIDE NICOLA


ESPULSI: MANDRAGORA al 42° s.t. per doppia ammonizione.
AMMONITI: VERDI per gioco scorretto.
CAMBI DI SISTEMA: dal 40° s.t.: 4-3-3; dal 42° s.t.: 3-3-3.
NAPOLI (4-2-3-1): MERET; DI LORENZO, RRAHMANI, KOULIBALY, HYSAJ; DEMME, BAKAYOKO
(dal 40° s.t. FABIAN RUIZ); POLITANO (dal 14° s.t. LOZANO), ZIELINSKI (dal 14° s.t. MERTENS),
INSIGNE (dal 40° s.t. ELMAS); OSIMHEN (dal 35° s.t. PETAGNA).
ALL.: GENNARO GATTUSO


ESPULSI: NESSUNO
AMMONITI: OSIMHEN per gioco scorretto.
CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO.
ARBITRO: VALERI di Roma.


Dopo 13 minuti dall’inizio della partita, il Toro era già sotto di due reti, la seconda favorita da un grossolano errore di Nkoulou, che ha permesso ad Osimhen d’involarsi verso la porta di Sirigu; l’estremo tentativo di Bremer non ha impedito al nigeriano di andare in gol. Nicola, prima dell’incontro, aveva auspicato un Toro battagliero, così invece non è stato perché i granata del primo tempo sono parsi poco arrembanti, tanto che, per l’ennesima volta, hanno subìto il gol. Nel secondo tempo si è visto
un Toro più battagliero, ma il gap tecnico e qualitativo con i partenopei era troppo evidente, tanto che il risultato avrebbe potuto essere più rotondo, considerati i due pali e le altre occasioni da rete prodotte dal Napoli. A questo si aggiunge la serata non molto brillante di alcuni granata, in particolare di Belotti, Sanabria, e dello stesso Mister Nicola, che a mio parere ha sbagliato i cambi. Perchè, infatti, sostituire Ansaldi, e spostare al suo posto Mandragora, già ammonito? L’ex udinese, comunque tra i migliori del
Toro, ha ricevuto la seconda, peraltro fiscale ammonizione di Valeri, che si è atteggiato a protagonista in più occasioni, rimediando l’espulsione, e l’automatica squalifica contro il Parma, partita fondamentale per il campionato del Torino. Nicola dovrà inventarsi il centrocampo contro gli emiliani in quanto mancherà anche Verdi che, già diffidato, è stato ammonito dal direttore di gara. Verdi ha calciato tutti i corner e tante punizioni, ma neanche una che abbia prodotto qualche effetto positivo. Anche il Gallo Belotti si è cimentato in un calcio piazzato, che però è andato alle stelle. In buona sostanza, la partita contro il Napoli, è stata una delusione, ed ora il finale di campionato è da brividi, considerato che i granata dovranno affrontare in casa, dopo il Parma, Il Milan e il Benevento all’ultima giornata. In trasferta dovranno vedersela con l’Hellas Verona e con lo Spezia. Sono tutte squadre che o lottono per guadagnarsi un posto in Europa, o per non retrocedere, come il Toro. L’Hellas Verona, forse, è fuori dai
giochi, ma gli scaligeri non regaleranno nulla, conoscendo la tenacia del loro condottiero. Il prossimo turno, sulla carta, dovrebbe essere favorevole al Toro, perché lo Spezia farà visita all’Hellas Verona, reduce da quattro sconfitte consecutive, e quindi vogliosa di riscatto, mentre il Benevento giocherà in trasferta contro il Milan e il Cagliari in casa del Napoli. Contro il Parma sarà fondamentale vincere, ma per ottenere il risultato il Toro dovrà giocare con un vero spirito da Toro, quello che quest’anno è spesso mancato.

Franco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui