Una bella vittoria

0
131
Ivan Juric e Pietro Pellegri
Ivan Juric e Pietro Pellegri

Sharing is caring!

11^ GIORNATA DEL CAMPIONATO DI CALCIO – SERIE A -STAGIONE 2022/2023

DOMENICA, 23 OTTOBRE 2022, ORE 12,30

UDINESE  –  TORINO:  1  –  2

MARCATORI: AINA (T) al 13°, DEULOFEU (U) al 26°, PELLEGRI (T) al 69°

UDINESE (3-5-2): SILVESTRI; NEHUEN PEREZ (dal 35° s.t. EHIZIBUE), BIJOL, EBOSSE; PEREYRA (Cap.), SAMARDZIC (dal 20° s.t. LOVRIC), WALACE (dal 35° s.t. NESTOROVSKI), MAKENGO (dal 20° s.t. ARSLAN), UDOGIE; SUCCESS (dal 20° s.t. BETO), DEULOFEU.

ALL.: SOTTIL

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: SUCCESS e BIJOL per gioco scorretto. DEULOFEU per c.n.r.

CAMBIO DI SISTEMA: 4-2-3-1 dal 35° s.t.

TORINO (3-4-2-1): MILINKOVIC-SAVIC; ZIMA, SCHUURS, BUONGIORNO (Cap.); AINA, LUKIC, RICCI (dal 21° s.t. LINETTY), LAZARO (dal 16° s.t. VOJVODA); MIRANCHUK (dal 16° s.t. RADONJIC), VLASIC; PELLEGRI (dal 45° s.t. KARAMOH).

ALL.: JURIC 

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: LAZARO, AINA e LINETTY per gioco scorretto. MILINKOVIC-SAVIC per c.n.r.

CAMBIO DI SISTEMA: NESSUNO

ARBITRO: MARCHETTI di Ostia

VAR: LA PENNA di Roma

La goleada contro il Cittadella è stata di buon auspicio, come sperato, infatti nel “lunch match” di Udine il Toro ha conquistato una bella vittoria, che acquista più valore perché ottenuta contro un’ottima squadra, dotata di tecnica, qualità e fisicità. Non è stata una vittoria semplice, tutt’altro, ma frutto di una prestazione convincente da parte dei granata. Anche in questo caso, però, ilToro ha rischiato seriamente di vanificare l’ottima performance, in particolare quando, sul punteggio di 2 – 1 e a pochi minuti dal fischio finale, Radonjic, con il Toro in superiorità numerica, non ha servito a dovere Karamoh, e poi quando, nei minuti di recupero, lo stesso Karamoh, solo davanti alla porta, si è fatto respingere per due volte la palla dal portiere Silvestri. Quasi allo scadere, sul rovesciamento di fronte, Beto ha calciato a rete quasi a colpo sicuro, ma Milinkovic-Savic ha compiuto una vera prodezza, deviando il tiro in angolo. Nel primo tempo, il pareggio dei friulani è avvenuto in seguito ad una leggerezza di Zima che, ricevuto un pallone, a dire il vero non proprio “pulito” da Milinkovic- Savic, ha servito male Aina, favorendo l’inserimento di Udogie, il quale ha avuto buon gioco a mandare a rete il bravo e sempre temibile Deulofeu, anche se ha fallito un gol a tu per tu con Milinkovic-Savic, su assist di Success. Il Toro ha realizzato due reti molto belle, frutto di azioni altrettanto belle. Vlasic, giocatore che piace molto, si è involato sulla sinistra, servendo a centro area Miranchuk, che ha offerto un ottimo assist ad Aina, il quale con freddezza e precisione ha insaccato alla destra di Silvestri. Il secondo gol è scaturito da un assist al bacio di Radonjic, altro giocatore un po’ incostante, ma che piace molto, a Pellegri, che ha calciato al volo, da vero centravanti. Questo giovane attaccante ha delle ottime potenzialità, che sta via viadimostrando. Inoltre è un giocatore che non si perde d’animo e lotta su ogni pallone, insomma che interpreta lo spirito “Toro”. E’ stato bello vedere in campo contemporaneamente Schuurs e Buongiorno, due giovani di prospettiva, senza peraltro nulla togliere al sempre bravo Rodriguez, che ha beneficiato di un turno di riposo. Sarebbe bello che il Toro ripetesse la bella prova di Udine, contro il Milan, nel posticipo serale di domenica 30 ottobre. Vorrebbe dire alzare l’asticella verso traguardi ambizioni, ma alla portata dei granata.

Franco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui