Solito Toro da trasferta

1
389
Inter-Torino
Inter-Torino

Sharing is caring!

19^ GIORNATA DEL CAMPIONATO DI CALCIO – SERIE A – STAGIONE 2021/2022

ULTIMA  DEL GIRONE D’ANDATA

MERCOLEDI’ 22 DICEMBRE 2021, ORE 18,30

INTER  –  TORINO: 1  –  0

MARCATORE: DUMFRIES (I) al 30° p.t.

INTER (3-5-2): HANDANOVIC (cap.); SKRINIAR, DE VRIJ, BASTONI; DUMFRIES (dal 37° s.t. D’AMBROSIO), VIDAL (dal 37° s.t. SENSI), BROZOVIC, CALHANOGLU (dal 24° s.t. VECINO), PERISIC (dal 45° s.t. DIMARCO); LAUTARO (dal 24° s.t. SANCHEZ), DZECO.

ALL.: SIMONE INZAGHI

ESPULSI: NESSUNO.

AMMONITI: CALHANOGLU per comportamento non regolamentare.

CAMBI DI SISTEMA: NESSUNO.

TORINO (4-3-2-1): MILINKOVIC-SAVIC; SINGO (dal 31° s.t. ANSALDI), DJIDJI, BREMER (cap.), AINA; LUKIC, POBEGA (dal 21° s.t. MANDRAGORA), BUONGIORNO (dal 21° s.t. RODRIGUEZ); BREKALO (dal 31° s.t. PRAET), PJACA; SANABRIA (dal 14° s.t. WARMING).

ALL.: IVAN JURIC

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: NESSUNO

CAMBI DI SISTEMA: 3-4-2-1 dal 21° s.t.

ARBITRO: GUIDA di Torre Annunziata.  VAR: BANTI di Livorno.

Bel Toro quello visto al Meazza contro l’Inter, ma ancora una volta sconfitto per 0 – 1 come nei precedenti incontri in casa di Napoli, Milan, Roma. Sui 25 punti ottenuti al termine del girone d’andata, i granata ne hanno conquistati solo 5 in trasferta, il 20% del totale, troppo poco per ambire a qualcosa di veramente significativo. In ogni caso, è indubbio, che il Toro di Juric abbia fatto dei progressi rispetto al recente passato, sia in termini di gioco, sia per quanto riguarda la posizione in classifica. Oggi i granata hanno ritrovato l’orgoglio, occupano l’undicesimo posto in graduatoria, con un balzo di sei posizioni rispetto alla stagione precedente, grazie agli undici punti in più conquistati. Ma anche contro l’Inter è mancata la capacità realizzativa. Nel primo tempo, un bel tiro di Pjaca ha lambito il palo di Handanovic, nella ripresa Lukic, ancora una volta in grande spolvero, ha impegnato il portiere nerazzurro su calcio di punizione; ci ha provato anche Bremer, ma sono mancati sia Brekalo, sia Praet, e Sanabria si è dato da fare come sempre, ma senza rendersi mai pericoloso. Sembra che Juric abbia chiesto a Cairo un miglioramento qualitativo della rosa, che sarà subordinato alla cessione di quei giocatori che non fanno più parte del progetto del Mister. Baselli, Zaza, Rincon, forse anche Verdi, dovrebbero lasciare il Toro nel mercato di gennaio, per consentire l’ingresso di calciatori che possano soddisfare i desiderata di Juric. Il girone di ritorno sarà asimmetrico; il Toro nelle due prime giornate incontrerà le squadre affrontate all’avvio di stagione, cioè Atalanta e Fiorentina, ma a partire dalla terza giornata dovrà far visita alla Sampdoria, invece della Salernitana sconfitta a Torino; alla quinta giornata ci sarà la trasferta ad Udine, mentre all’andata c’era stato l’incontro casalingo contro la Lazio. All’ultima il Toro riceverà  all’Olimpico “Grande Torino”  la Roma. C’è da sperare che il saluto ai tifosi granata possa avvenire in concomitanza di qualche festeggiamento, o per la posizione finale in classifica, ovviamente verso l’alto, o perché sono state tracciate le basi per un futuro prossimo molto promettente.

Franco Venchi

1 commento

  1. Venchi,
    Juric ha chiesto un difensore facendo il nome di Kumbulla e un esterno sinistro. Vorrebbe anche un centrocampista di qualita´ma non lo prenderanno. E anche un trequartista destro da alternare a Praet visto che Linetty non e´adatto.. Credo gli prenderanno il difensore e l´esterno sinistro. Non di piu´. Urbanetto non spende e sta pensando al futuro. Sta aspettando il decreto salva calcio del governo, che dovrebbe includere sgravi fiscali e prestiti a tasso zero per costruire gli stadi. A quel punto Urbanetto farebbe lo stadio. Dopo per finanziarsi proverebbe a vendere il 10-20% del Toro a fondi d´investimento. Questo e´il futuro secondo Cairo. Il presente e´quello che stiamo vedendo. Decimo posto e sopravvivenza economica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui