Daniele De Rossi
Daniele De Rossi

Dopo la vittoria ai rigori contro il Feyenoord e la qualificazione agli ottavi di Europa League, la Roma è pronta a tornare in campo in campionato. Domani, lunedì 26 febbraio, i giallorossi ospiteranno all'Olimpico il Torino di Ivan Juric

La conferenza stampa di De Rossi alla vigilia di Roma-Torino

Alla vigilia della partita, Daniele De Rossi ha parlato in conferenza dalla sala stampa di Trigoria: "La squadra sta bene di testa, siamo tutti molto contenti, c'è entusiasmo e si sta bene dentro lo spogliatoio. Succede sempre quando si vincono partite con questo pathos, ma è inevitabile che ci sarà qualche strascico fisico. Qualche cosa la pagheremo, o comunque dovremo cercare di non pagarla facendo delle scelte. Non so dirvi molto sulle condizioni dei giocatori, abbiamo fatto poco o niente ieri, dovrò vedere oggi tutti quanti per vedere come stanno in allenamento".

Sul Torino, avversaria di domani: "Sono squadre difficili da affrontare, ma un po' meno difficili da inquadrare. Hanno un'identità molto precisa, Juric è un grande allenatore, è uno dei primi che sono andato a spiare a Verona, mi ha aperto le porte molto volentieri. E' una delle squadre peggiori da affrontare dopo 120 minuti, hanno un rendimento difensivo da Champions League, dei giocatori di qualità. Sarà una partita molto difficile". 

Sul turnover: "Sicuramente qualcuno verrà cambiato, non mi piace cambiare dieci giocatori, ma chiaramente c'è stata mezz'ora di campo in più, oltre ai rigori che sono uno stress aggiuntivo. Oggi voglio vedere come stanno i ragazzi, ieri ho parlato con quasi tutti loro per capire chi è in grado di fare una partita dispendiosissima, come contro tutte le squadre di Juric".

Sulla gestione dei secondi tempi: "A Cagliari nel secondo tempo abbiamo fatto bene, a Frosinone abbiamo fatto meglio nel secondo tempo. Non si possono fare 90 minuti al massimo contro squadre forti, ci sono anche gli avversari. Anche il Feyenoord è una grande squadra, io non leggo i giornali ma spero abbiate analizzato che squadra sono. Sono forti così come l'Inter. Non erano abituati a subire così tanto come contro di noi. Dobbiamo migliorare ma non penso sia una questione fisica, altrimenti non avremmo avuto occasioni al 120esimo. Io non sono preoccupato della metodologia di lavoro, abbiamo tutti i numeri e i dati dei giocatori, c'è poco da essere preoccupati secondo me". 

Sulle condizioni di Smalling: "Sta bene, sappiamo che non può fare 90 minuti, abbiamo questa convinzione, quindi capiremo se sarà meglio metterlo a partita in corso. Ma si sta allenando bene, lo vedo più sciolto. Nelle prossime ore vedremo come utilizzarlo".

Infine, su Lukaku: "Quando l’ho visto vicino a Abraham ho pensato subito che avrei voluto farli giocare insieme, poi dobbiamo vedere quando tornerà Tammy che è fuori da diversi mesi. È un’idea che può piacermi ma non è la certezza del mio futuro, idem ora che abbiamo Azmoun come vice attaccante altrimenti avrei cercato di tenere il Gallo Belotti. Vogliamo cercare di sfruttare le fasce. Il momento è di grande gioia, Lukaku è stato tra i primi a correre verso la Sud, non abbiamo nemmeno analizzato il rigore sbagliato perché capita, so solo che al 120’ è scattato, ha dribblato l’avversario e il portiere ha fatto un miracolo. Ci saranno dei momenti dove toccherà la palla e ci porterà in trionfo, è tranquillo e sereno. Se gli attaccanti non segnano per un paio di partite si avviliscono, ma lui ha segnato all’andata con il Feyenoord e non potrei essere più contento di lui". (gianlucadimarzio.com)

Turnover in vista per la Roma contro il Torino. Come si legge sulle pagine de Il Messaggero in edicola questa mattina, il tecnico dei giallorossi Daniele De Rossi sarà costretto a cambiare dopo la logorante sfida, sia dal punto di vista fisico sia da quello mentale, contro il Feyenoord nel plyaoff di Europa League. Centoventi minuti sul filo come quelli giocati contro gli olandesi lasciano il segno. Per questo motivo, domani contro i granata il tecnico sta studiando una nuova Roma. Magari non spregiudicata come quella contro il Frosinone, quando cambiò modulo (passando al 4-2-3-1 con 4 attaccanti in campo) e cinque pedine rispetto a Rotterdam. Se i cambi potrebbero essere gli stessi, forse anche uno in più a seconda delle risposte che avrà questa mattina dai suoi attaccanti, improbabile che cambi assetto. (tuttomercatoweb.com)

ROMA-TORINO: CANALE TV E DIRETTA STREAMING

Diletta Leotta

Partita: Roma-Torino
Data: lunedì 26 febbraio 2024
Orario: 18:30
Canale TV: DAZN
Streaming: DAZ

ORARIO ROMA-TORINO

La partita tra Roma e Torino si disputa lunedì 26 febbraio 2024 alle ore 18:30

All'Olimpico di Roma non si gioca l'unica gara del lunedì, considerando come anche la Lazio giocherà nella stessa giornata, in questo caso alle 20:45 e contro la Fiorentina (impegnata lo scorso giovedì in Conference).

TELECRONISTA E SECONDA VOCE

I telecronisti DAZN di Roma-Torino sono Riccardo Mancini, in qualità di prima voce, e Dario Marcolin, scelto al commento tecnico per la partita dell'Olimpico.

LE PROBABILI FORMAZIONI

ROMA (4-3-3): Svilar; Kristensen, Mancini, Ndicka, Angelino; Bove, Paredes, Pellegrini; Dybala, Azmou, El Shaarawi. All. De Rossi

TORINO (3-4-1-2): Milinkovic-Savic; Djidji, Lovato, Rodriguez; Bellanova, Linetty, Ricci, Lazaro; Vlasic; Zapata, Sanabria. All. Juric.


💬 Commenti

Cuoretoro.it è un portale web creato e gestito da tifosi granata. I nostri contenuti (articoli e foto) sono riproducibili citando la fonte www.cuoretoro.it

Powered by Slyvi