Aaron Ciammaglichella
Aaron Ciammaglichella

Intervista a Aaron Ciammaglichella

Difficile da pronunciare ma facile da ricordare, soprattutto per le sue giocate in mezzo al campo. Aaron Ciammaglichella è torinese di nascita, di mamma italiana e papà metà etiope e metà giamaicano. Il centrocampista classe 2005 del Torino è nato calcisticamente in granata ed è figlio d'arte, considerando il passato tra Serie D e futsal di papà Mattia, oggi procuratore sportivo. «Sono cresciuto nel quartiere di Santa Rita, vicino allo stadio del Torino. E ho cominciato a dare i primi calci proprio con la maglia granata a quattro anni e mezzo - racconta Aaron dal ritiro dell'Under 19 azzurra -. Con la Georgia ci serve un punto per la qualificazione alla fase finale dell'Europeo, ma giocheremo per vincere».

Centrocampista, trequartista o attaccante, qual è il ruolo che preferisce?
«Al Toro ho giocato anche dietro le punte e come esterno, ma mi sento più centrocampista. Cerco di fare entrambe le fasi, difensiva e offensiva, con la stessa intensità. Mi piace molto attaccare lo spazio verso la porta».

A chi si ispira?
«Il mio idolo è Javier Zanetti. Tatticamente mi rivedo nel suo modo di intendere il ruolo come tuttocampista. Ammiro Zlatan Ibrahimovic per la personalità, oltre che per le straordinarie doti fisiche e tecniche».

La sua capigliatura fa subito pensare a Zirkzee. Quante volte le è stato detto?
«Tantissime, abbiamo qualche movenza simile ma lui è più attaccante rispetto a me. Le somiglianze poi dipendono anche dal momento storico, oltre che dalle caratteristiche. Oggi mi dicono Zirkzee, qualche anno fa mi dicevano Marcelo, Witsel o Fellaini...».

"Orgoglio Italia, sogno l'esordio col Toro"

Cosa si prova a indossare la maglia azzurra?
«Non mi sarei mai aspettato di poter rappresentare un giorno la mia nazione, spero di poterlo fare anche in futuro. Sono grato di vestire questa maglia, è un orgoglio per me e per la mia famiglia».

La descrivono come una mezzala con estro e freddezza. Cosa le manca?
«Forse un po' di sicurezza e intraprendenza palla al piede. Mi affido spesso al compagno in fase offensiva, ma potrei cercare di più la porta».

Cosa dice papà Mattia della sua carriera?
«È molto contento del percorso che sto facendo. Lui è il mio primo allenatore. Ha giocato per anni ed è rimasto nel mondo del calcio come procuratore».

Quali consigli le dà in particolare Corradi?
«Mi dice spesso di restare tranquillo, si lavora parecchio su questo aspetto assieme a tutto il gruppo. Tecnicamente ho ricevuto importanti consigli sul controllo orientato e su come posizionarmi per avere una visione più periferica».

Dove si immagina tra cinque anni?
«Sicuramente nel calcio, lavoro tutti i giorni per crescere e migliorare. Fuori dal campo studio al liceo scientifico sportivo di Torino e mi piacerebbe fare scienze motorie all’università. Per ora il sogno è esordire in prima squadra col Toro». (fonte tuttosport.com)

 

Ciammaglichella tra i 20 convocati di Bernardo Corradi

Aaron Ciammaglichella del Torino

La Nazionale Under 19, dopo uno stage di tre giorni a Coverciano, è pronta a difendere il titolo di campione d'Europa - conquistato lo scorso luglio a Malta- nella fase élite del torneo continentale di categoria, in programma dal 20 al 26 marzo in Friuli-Venezia Giulia. Gli Azzurrini, inseriti nel gruppo 5, faranno il loro esordio mercoledì 20 (ore 15) contro la Scozia al 'Guido Teghil' di Lignano Sabbiadoro prima di affrontare sabato 23 (ore 16.30) la Repubblica Ceca al 'Friuli' di Udine e martedì 26 marzo (ore 14.30) la Georgia, nuovamente al 'Teghil'. Accederà alla fase finale dell'Europeo, in programma dal 15 al 28 luglio in Irlanda del Nord, solamente la prima classificata.

I 20 convocati dal tecnico Bernardo Corradi, tutti classe 2005 ad eccezione di sei classe 2006 (Bellucci Marin, Mannini, Pafundi, Pagnucco, Romano e Sia), si raduneranno domenica 17 (entro le ore 19.30) a Lignano Sabbiadoro. La conferenza stampa di presentazione dell'evento, invece, è fissata per martedì 19 marzo (ore 14.45) presso la sala stampa dello stadio 'Guido Teghil'. (figc.it)

L'elenco dei convocati

Portieri: Renato Bellucci Marin (Roma), Federico Magro (Lazio);
Difensori: Wisdom Amey (Bologna), Davide Bartesaghi (Milan), Fabio Cristian Chiarodia (Borussia Mönchengladbach), Christian Corradi (Hellas Verona), Filippo Calixte Mane (Borussia Dortmund), Filippo Pagnucco (Juventus), Marco Palestra (Atalanta);
Centrocampisti: Aaron Ciammaglichella (Torino), Luca Di Maggio (Inter), Jonas Harder (Fiorentina), Luca Lipani (Sassuolo), Mattia Mannini (Roma), Marco Romano (Genoa), Kevin Zeroli (Milan);
Attaccanti: Lorenzo Anghelè (Juventus), Giulio Misitano (Roma), Simone Pafundi (Losanna), Diego Sia (Milan).

Il calendario del gruppo 5 (dal 20 al 26 marzo)

Prima giornata (mercoledì 20 marzo)
Scozia-ITALIA (ore 15, Stadio 'Guigo Teghil' di Lignano Sabbiadoro)*
Georgia-Repubblica Ceca (ore 12, Stadio 'Giuseppe Morigi' di Manzano)

Seconda giornata (sabato 23 marzo)
Repubblica Ceca-ITALIA (ore 16.30, Stadio Friuli di Udine)*
Scozia-Georgia (ore 12, Stadio 'Giuseppe Morigi' di Manzano)

Terza giornata (martedì 26 marzo)
ITALIA-Georgia (ore 14.30, Stadio 'Guigo Teghil' di Lignano Sabbiadoro)*
Repubblica Ceca-Scozia (ore 14.30, Stadio 'Giuseppe Morigi' di Manzano)

*diretta streaming sul sito FIGC.


💬 Commenti (11)

Cuoretoro.it è un portale web creato e gestito da tifosi granata. I nostri contenuti (articoli e foto) sono riproducibili citando la fonte www.cuoretoro.it

Powered by Slyvi