Ivan Juric
Ivan Juric

Dopo la sconfitta contro l'Inter a San Siro, segnata dal cartellino rosso ricevuto da Tameze a inizio secondo tempo, il tecnico del Torino, Ivan Juric, ha parlato ai microfoni di DAZN: "Abbiamo fatto un primo tempo serio, concedendo poco o niente. Potevamo anche fare gol ma abbiamo giocato bene e fatto bene. Dopo l'espulsione è diventato tutto difficile. Frosinone è stata l'unica partita sbagliata dopo tanto tempo, questa l'abbiamo approcciata bene. Ci manca qualcosa per essere competitivi".

Come ha provato a fermare l'Inter?
"Abbiamo fatto 4-2-3-1 e abbiamo fatto molto bene a livello tattico. Sono soddisfatto anche se ci sono automatismi da perfezionare".

Ricci sta migliorando?
"Sono convinto che arriverà in alto, sta facendo ottime partite. Crescerà e arriverà in Nazionale, ne sono convinto".

Cosa chiede al Torino in questo finale di campionato?
"Chiedo l'atteggiamento del primo tempo e vorrei arrivare nella parte sinistra della classifica per il terzo anno di fila. Sarebbe importante".

Le parole di Ricci nel post partita a Torino Channel

Un primo tempo di carattere, tante occasioni create, anche un buon gioco. E' chiaro che l'espulsione ha cambiato l'esito della gara.
“Purtroppo è andata così, nel primo tempo abbiamo fatto abbastanza bene contro una squadra molto forte; poi purtroppo c'è stata l'espulsione e si è andata a creare un altro tipo di partita”.

Oggi ti abbiamo visto in un nuovo ruolo, come ti sei trovato?
“L'ho provato in settimana e mi sono trovato bene, il mister mi ha dato alcuni consigli, faccio quello che mi chiede”.

A livello personale come ti senti? Nelle ultime partite c'è stato un miglioramento nel reparto.
“Sto bene, fisicamente mi sento bene. Creiamo tanto, magari facciamo un pò fatica a concretizzare; anche oggi qualche occasione l'abbiamo creata ma dobbiamo subito accantonare questa partita e pensare alla prossima che è venerdì”.

Ancora nulla è perduto finchè la matematica non condanna.
“Assolutamente sì, dobbiamo dare il massimo. Ci attendono delle partite molto difficili contro delle squadre che a livello di classifica sono sopra di noi e dobbiamo rimanere concentrati perchè abbiamo dimostrato di potercela giocare contro tutti”.

Verso la ricorrenza del 4 maggio

Ci stiamo avvicinando alla gara contro il Bologna ma anche al ricordo dei Campioni di Superga.
“Sarà una settimana speciale e dobbiamo tirare fuori il meglio di noi; siamo un pò contati a livello numerico a causa degli infortuni e delle squalifiche ma dobbiamo fare il massimo”.

Contro il Bologna lo stadio può dare una mano in più?
“Assolutamente sì, i tifosi ci stanno dando una grande spinta e ci credono come ci crediamo noi. Dobbiamo dare il 100% perchè i tifosi lo captano quando giochiamo così, quindi bisogna fare un pò di più”.


💬 Commenti (7)

Cuoretoro.it è un portale web creato e gestito da tifosi granata. I nostri contenuti (articoli e foto) sono riproducibili citando la fonte www.cuoretoro.it

Powered by Slyvi