Bonifazi-Fiorentina: il Toro chiede 13 mln

25
643
Kevin Bonifazi
Kevin Bonifazi, ex difensore granata, ora alla SPAL

Sharing is caring!

Incontro interlocutorio. Questo pomeriggio, il procuratore del difensore del Torino Kevin Bonifazi ha incontrato i dirigenti della Fiorentina che hanno confermato il loro interesse per il calciatore classe ’96 in uscita dal club granata.

L’ex SPAL piace molto, ma la dirigenza gigliata dovrà sborsare circa 13 milioni di euro se lo vorrà acquistare entro fine mese. E’ questa infatti la valutazione che Urbano Cairo fa del cartellino di Bonifazi, sulle cui tracce c’è anche l’Atalanta. (tuttomercatoweb.com)

25 Commenti

  1. Mi viene da sorridere (per non dire ridere…) se penso ai commenti all’indomani della cessione di Barreca ???! Per alcuni il semplice fatto che siano “cresciuti” nelle giovanili del Toro li trasforma automaticamente in “fenomeni”, peccato però che poi fanno panchina anche altrove..

  2. Bonifazi non è un giovane “cresciuto” nelle giovanili del Toro ma è stato preso dal Siena quando era già nella primavera a parametro zero perché, il Siena era fallito. D’accordo non sarà un fenomeno, ma ha ampi margini di miglioramento e in questo momento, con N’Koulou che dopo quanto successo quest’estate non è più quello di prima, con Izzo finito nelle sgrinfie di Raiola e con Lyanco che ha spesso problemi fisici CI SERVEE. Capito?

  3. Basta giustificare tutto. Posso capire Cairo e Mazzarri che sono due bugiardi per non dire altro, ma che fratelli granata arrivino a scrivere falsità ( ripeto: BONIFAZI NON È UN GIOVANE CRESCIUTO NEL TORO, lo sanno anche i sassi questo) per giustificare l’operato di questi due …non mi fate dire cose che non ho voglia e non posso dire, è una cosa non tollerabile

    • Già soprattutto al cospetto di tanto Bremer Djdj e Izzo che litigano con il pallone, mentre Bonifazi con tutti i limiti del caso al pallone da del tu, certo poi servirebbero allenatori in grado di far crescere i giocatori, piuttosto che preoccupati per la propria pagnotta e per un non gioco che va avanti da due anni.

  4. Ridi pure, io i commenti prima e dopo la cessione di Barreca li confermo tutti: per me è stata un’enorme cazzata cederlo, secondo me al Toro avrebbe potuto crescere ancora e migliorare il reparto che ora non mi pare pulluli di campioni. Inoltre, visto che vuoi ridere, ti ricordo che quello che abbiamo preso in cambio si chiama Meitè, che non mi pare abbia avuto un rendimento straordinario da noi, tanto è vero che ora pare in partenza anche lui
    Sai le risate….

  5. E basta anche sparare a zero sui nostri giocatori. Parigini, Edera, Millico Barreca, Buongiorno e chi più ne ha più ne metta il Toro merita rispetto io non rido proprio di niente voi lo state calpestando tutti i giorni.

  6. Concordo sul non sparare a zero sui nostri giocatori, anzi, concordo talmente tanto che, per onestà (che parola sconosciuta ai più…) intellettuale, dico anche che non bisogna neppure “incensarli” solo perché indossano la maglia Granata: si devono valutare per il contributo che possono dare alla squadra… Ed è un discorso talmente valido che “vale” proprio per tutti i giocatori, anche quelli che arrivano da noi, non solo quelli che partono: Cerci ed Immobile erano “panchinari” nei rispettivi club prima di arrivare al Toro di Ventura, ed in tempi più recenti anche Ansaldi era “uno scarto” dell’Inter, proprio come N’Koulou lo era al Lione….
    Chiunque verrà ceduto lo sarà perché il Suo contributo non è ritenuto “fondamentale” o quanto meno perché c’è già chi lo può sostituire: francamente quello che manca DA TEMPO al Toro sono dei centrocampisti di qualità, non certamente dei difensori….

    • E ti sbagli di gran lunga; perché in una difesa a tre serve saper uscire palla al piede e a parte la parabola discendente diNkoulu, nessun altro di quelli in rosa a parte il sempre infortunato Lyanco sa dare del tu al pallone come Bonifazi. Certo se devo solo difendere basso e calciare lungo per le improbabili sgroppate di Belotti e/o Zaza, quelli non nominati bastano e avanzano. Dopo di che avanti con la tiritera vuole giocare non tarpiamogli le ali, in 15 anni ne ho veramente piene le pa..e.

  7. Si si infatti, lo scambio con Meitè è stato veramente un affarone….
    Il concetto, giusto per non dire banalità tipo “sosteniamo i nostri giocatori” è che in Italia ma nel Toro in particolare manca il coraggio di lanciare i giovani più talentuosi privilegiando invece un nome straniero che alla fine si rivela non certo superiore ai nostri, o almeno da noi è quasi sempre così. Forse Meitè Aina Bremer Djidji per citarne alcuni faranno breccia nell’immaginario dei tifosi più gonzi, nel mio no, anche perchè i risultati parlano chiaro: NESSUNO ci ha fatto fare il salto di qualità, per cui io preferirei mille volte una squadra con 7-8/11 provenienti dal nostro vivaio o fatti crescere presi da giovani piuttosto che un’accozzaglia di nomi, tanto per lottare tra (se va bene) il settimo e (se va male) il quindicesimo posto andrebbero benissimo e almeno avremmo la soddisfazione di avere un vero Toro.
    Poi se un giorno come spero cambierà il presidente/proprietario allora potremo pensare a progetti più ambiziosi e andare a trattare e sperabilmente comprare giocatori di livello, ma con cairo mezza squadra primavera andava più che bene. Se fosse stato così avrei certamente criticato meno la società, perchè avrebbe dimostrato se non altro di credere nel futuro, partendo dai giovani, e di voler dare un’identità alla squadra, ma ovviamente non è così

  8. Be’ se guardiamo le potenzialità di Bonifazi, quelle di Bremer o quello dei tre che dovrebbe essere ceduto non è sicuramente Bonifazi che, non a caso, piace a mezza serie A mentre gli altri due non se li fila nessuno se non il Lecce. Che il Toro abbia bisogno di centrocampisti lo sappiamo tutti non da adesso ma è dalla fine dello scorso campionato che lo diciamo e lo ripetiamo in tanti, ma nulla di nulla è stato fatto. Allora o caso sono due o società e allenatore sono degli emeriti incompetenti per non aver visto questo oppure sono malafede. Vedete voi quale delle due

  9. marcoC concordo su tutto. Aggiungo anche che tutte le altre squadre se guardiamo, i giovani li fanno giocare. Persino l’Inter, addirittura, gli fanno tirare i rigori (vedi Esposito domenica scorsa, che ha giocato contro la nostra primavera fino a sei mesi fa. Vlahovic nella Fiorentina è sempre i campo. Millico quanti minuti ha fatto fino ad ora?

    • Esattamente, Esposito è un caso emblematico, e che dire del Barcellona che fa debuttare in Champions un diciassettenne?? Che tra l’altro entra contro l?inter e segna subito? Fosse stato nel Toro i nostri lungimiranti tecnici l’avrebbero mandato via a giocare nell’Entella

  10. Ragazzi non toccate i pipponi tipo Meite Gigi Bremer o Aina perché se no qui il capitano delle cocorite si incaxxa e poi sai le risate , non riesce più a smettere.
    Purtroppo questi 4 sfigati non se li caca nessuno , mentre per Bonifazi qualche richiesta c’è e cairetto , che necessita di grani come non mai , non può essere certo insensibile..

  11. Sempre a contestare, lasciamo lavorare la società. Loro sanno quello che serve x non arrivare in EL e togliere ancora quel poco di TORO che resta. Abbiate pazienza ancora un paio d’anni e poi possiamo anche cambiargli nome. Sosteniamo Urbanetto presidente perfetto.

  12. Bertu non c’è proprio niente da ridere, niente
    oggi cancelli ancora chiusi
    ci vogliono annientare
    Bonifazi è l’ennesima sciocchezza, l’ennesimo giocatore mal gestito, che, chissà come mai, con noi non ha giocato e lo vogliono tutti, che chissà come mai Mazzarri l’aveva già valutato lo scorso anno e chissà come mai non è stato venduto a giugno
    ah già, ma cairo (si chiama così vero?) voleva fare come il Grande Torino, tenere tutti
    non c’è niente da ridere
    ma questa volta, anche se ancora non se ne rendono conto, sono giunti al capolinea
    mettersi contro i tifosi, contro le famiglie, non è stata una scelta furba
    in linea con il resto, d’altra parte
    e non c’è NIENTE DA RIDERE

  13. Certo, ma spiegare cosa sia l’identità e i valori che il Toro trasmetteva (e parlo volutamente del passato) ad alcune persone qui è come cercare di spiegare l’algebra a un gamberetto

  14. Ma poi io dico: siamo oggettivamente in crisi, veniamo da una sconfitta in casa contro l’ultima in classifica dopo alcuni risultati molto poco confortanti e galleggiamo a centro gruppo ma tendendo verso il fondo……cosa si fa in una situazione del genere nel calciomercato? CI SI RINFORZA, ovvio! Ma no, il problema del Toro adesso è “sfoltire la rosa”, veramente incredibile

  15. La difesa titolare per uno che gioca a 3 e che non sia un minus habens dovrebbe vedere Bonifazi, Nkoulu e Lyanco, con Bongiorno, Izzo e Bremer riserve e Djdj per altri lidi.
    Manca un laterale di peso, perché, come si diceva in tempi non sospetti, se Ansaldi ha il raffreddore sono ca..i amari, esattamente come se il raffreddore dovesse venire a Sirigu. Manca almeno un centrocampista di qualità e quantità non so più da quanti anni, certo sarebbe meglio 2, ma siamo abituati ad accontentarci. Davanti manca prima di tutto il filo del gioco, ma è indubitabile che giocando a 3 Zaza si è trasformato così tanto da risultare più decisivo di Belotti. Magari poi ricordiamoci la difesa titolare delle prime 2 di campionato e così ci troveremo puff, per puro caso, proprio Bonifazi. Sulla dissennata gestione di Millico, Edera e Parigini non vale Neppure la pena sprecare qualche parola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui