Longo: “Inter banco di prova. Belotti in fiducia può segnare sempre”

0
258
Moreno Longo ai microfoni di Torino Channel
Moreno Longo ai microfoni di Torino Channel

Sharing is caring!

Il tecnico del Torino Moreno Longo ha presentato la sfida di San Siro di domani contro l’Inter ai microfoni di Torino Channel, partendo dalle sue impressioni sul ‘nuovo’ campionato iniziato dopo il lockdown: “Questo format è sconosciuto a tutti, lo stiamo testando per conoscerne pregi e difetti. La capacità di adattamento deve contraddistinguerci. Difficoltà? Non è un segreto, questo format non permette di allenarsi, ma soltanto di gestire la fase di recupero dei giocatori. E bisogna preparare le gare in pochissimo tempo“. L’introduzione dellecinque sostituzioni non è vista da Longo di cattivo occhio: “Può essere un’opportunità futura, cinque cambi permettono di gestire meglio il gruppo. Ma, per quanto mi riguarda, i cambi vanno fatti se la squadra necessita di sostituzioni: non bisogna farli per forza per dare minutaggio“.

Domani i nerazzurri di Conte saranno avvelenati per il pareggio col Verona, maturato nel finale: “Affrontiamo una squadra fortissima, ha grandi giocatori e un grandissimo allenatore. Vogliamo fare una grande prestazione contro una big per fare punti a San Siro. Loro sono forti sui cross, nelle ultime 9 partite ha mandano in gol 9 giocatori differenti: per noi sarà un banco di prova importante. Chi giocherà? Non mi piace dare troppe indicazioni sulla formazione, ma cerco sempre di mettere quella migliore possibile. Nostro segreto? Credo nell’unità del gruppo, il fattore coesione e squadra può essere sempre determinante per raggiungere gli obiettivi”.

Belotti ha ripreso a segnare a raffica: “Il Gallo ha qualità da grandissimo attaccante, quando è in fiducia può segnare in qualsiasi momento. Noi cerchiamo di metterlo nelle condizioni migliori per esprimersi. Tra noi c’è grande dialogo: al di là dei consigli credo che l’utilità di Belotti stia dove lui è convinto di esprimersi al meglio”. Anche Meité e Verdi sono tornati sui livelli di un tempo: “Meité sta fornendo grandi prestazioni. Con lui ho un rapporto schietto, sa cosa penso; non abbiamo ancora visto la sua versione migliore ma insieme stiamo cercando di raggiungere livelli migliori. Verdi si è presentato bene post-lockdown anche se l’infortunio lo ha frenato. Anche lui, nel ruolo giusto e servito palla a terra e più vicino alla porta, può dare il meglio di sé”. Longo chiosa infine sul suo futuro“Adesso conta solo il Toro: lo dico anche ai ragazzi, non possono esistere interessi personali. Conta solo l’unità d’intenti e la voglia di raggiungere l’obiettivo, il focus è mettere da parte l’io e pensare solo come squadra”.

(fonte tuttosport.com)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui