Addio Sergio, grazie per essere stato il “Mago del vivaio granata”

0
292
Rubrica Colazione Granata
Rubrica Colazione Granata di Giovanni Goria - su www.cuoretoro.it

Sharing is caring!

Sergio Vatta
Sergio Vatta

Ieri il mondo del calcio, particolarmente quello legato al Toro, è stato colpito da una di quelle notizie che vorremmo non arrivassero mai.
Nella notte tra mercoledì e giovedì a 82 anni ci ha lasciato Sergio Vatta, un grande uomo che ha reso grande il vivaio granata lavorando per 14 anni, dal 1977 al 1991, come responsabile del settore giovanile della squadra di Torino.
Ma Sergio Vatta è stato molto molto di più. È stato un uomo straordinario: genuino, umile e competente.
In un luogo ricco di storia, magico e speciale come il Filadelfia, è riuscito a creare un fantastico laboratorio per far crescere, educare sul piano calcistico e non solo, perché Sergio Vatta è stato anche un grande educatore, abile a coltivare giovani talenti.
Un dirigente stimato, vincente (14 trofei portati a casa con il settore giovanile del Toro e nell’esperienza come responsabile del settore giovanile della Lazio tra il 1998 e il 2001 vinse due campionati: uno con la Primavera e l’altro con i Giovanissimi Nazionali entrambi nella stagione 2000-2001) e grandi scopritore di campioni tra cui Dino Baggio, Benito Carbone, Gian Luigi Lentini e Christian Vieri per fare alcuni esempi.
Non a caso in una storica intervista che gli fece Gianpaolo Ormezzano, grande giornalista dal cuore granata lo definì: “Un uomo che conia, modella, lima, scolpisce e sfoggia campioni”.
Io personalmente ho sempre sostenuto che, per chi vuole intraprendere la carriera di responsabile del settore giovanile, i modelli a cui fare riferimento sono tre: Mino Favini, Filippo Galli e, ovviamente, il “mago del Fila” Sergio Vatta.
Per fortuna anche adesso il Toro ha un ottimo responsabile del settore giovanile che ha portato nella bacheca granata diversi trofei.
I tantissimi messaggi di affetto e di vicinanza da parte di tantissimi grandi campioni calcistici e del popolo granata sono solo un’altra bella testimonianza della persona speciale che è stato Segio Vatta.
Grazie davvero di cuore Sergio per aver reso grande il vivaio del mio Toro. Hai scritto una delle favole più belle e affascinanti da raccontare ai bambini che nascono sotto il segno del Toro.
Il tuo nome rimarrà per sempre scolpito nella storia del Torino F.C.
Ci mancherai tanto Sergio… non ti dimenticheremo mai.

Giovanni Goria

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui