Il Covid ferma le amichevoli del Toro, vai con il mercato

2
366
Rubrica Colazione Granata
Rubrica Colazione Granata di Giovanni Goria - su www.cuoretoro.it

Sharing is caring!

Ieri è iniziato il mini ritiro del Toro a Biella dove si è svolto un allenamento pomeridiano a porte aperte nel rispetto delle norme per combattere il Covid 19.
Una notizia positiva, con circa 200 tifosi granata a occupare gli spalti dello stadio di Biella, un modo per riassaporare il ritorno alla normalità e il primo abbraccio a distanza tra i tifosi e il nuovo allenatore granata Giampaolo.
Nella serata di ieri è arrivata la notizia di un caso di Covid 19 nello staff.
Notizia che ha costretto il Torino FC ad annullare le due amichevoli in programma domani contro la Primavera e sabato contro la Sampdoria.
Inoltre è stata anche rinviata la presentazione “Jersey Sponsor”.
Un intoppo nel percorso di lavoro con alla guida mister Giampaolo.
La società granata si trova costretta a cambiare i piani.
Un peccato perché venerdì ci sarebbe stato un altro “abbraccio” tra la squadra e i tifosi, poiché sarebbero stati messi a disposizione 1000 biglietti di cui 600 venduti già ieri. Segno che c’è una gran bella voglia di Toro!
Questo incidente di percorso non deve fermare la squadra.
Bisogna dare un’ accelerata sul mercato, bisogna sfoltire la rosa con gli esuberi. Ola Aina diventerà a breve un nuovo giocatore del Fulham. Anche Lyanco è in uscita, così come Djidji, Iago Falque e Edera e anche questi ultimi tre destano interesse a diversi club.
E poi c’è da completare la squadra con un play, rimane ancora vivo il sogno Torreira, una trattativa molto difficile ma il Toro non mollerà fino all’ultimo.
E si fa sempre più insistente il nome di Pereyra, altro giocatore che porterebbe tanta qualità al Toro e che è un sogno di vecchia data che si spera possa diventare finalmente, al più presto, realtà.
Con l’arrivo di Torreira che diventerebbe il metronomo e il motore della squadra di Giampaolo e con Pereyra mezzala, che può giocare anche da trequartista, con un buon tiro e dotato di una grande qualità negli assist e nei dribbling, il Toro potrebbe davvero spiccare il volo e far sognare i tifosi.
E poi c’è quell’Izzo con ancora un futuro incerto. Si spera che la situazione diventi più chiara il prima possibile, sarebbe brutto chiudere con una stagione negativa l’esperienza all’ombra della Mole e sarebbe anche ingiusto per il popolo granata che ha sempre dimostrato affetto al difensore campano. Certamente qualche critica è arrivata ma, giusta o ingiusta che sia, si sa che fa tutto parte del gioco.
Inoltre con il Toro Izzo potrebbe riconquistare la Nazionale e dimostrare che non è l’Armando Izzo visto l’anno scorso e che il Toro può dare ancora tanto a lui e lui può dare ancora tanto al Toro.
La società sta lavorando molto bene e non sarà un caso di Covid a fermarla.
Bisogna completare al più presto la squadra e continuare a impegnarsi per consentire a Giampaolo di farlo nel migliore dei modi e in fretta dato l’imminente inizio di una stagione che, come quella passata, sarà molto particolare.
Al membro dello staff che è stato colpito dal Coronavirus e che è asintomatico i migliori auguri di una pronta guarigione.

Giovanni Goria

2 Commenti

  1. Se volessimo fare le cose ben fatte, dovremmo dare via lyanco, izzo, djidji, due tra Lukic Meite Rincon e Berenguer, Iago, Millico in prestito e Zaza. Dentro 2 difensori (andersen cistana) 1 metodista (Torreira low cost: Biglia, Vera) 1 mezzala (Pereyra o Praet, oppure low cost: Barak, Krunic ) 1 trequartista (Ramirez, Carrascal) e 2 punte, considerando Verdi jolly trequartista / seconda punta ( Petagna, Piatek, Borini, Gabbiadini e chi piu ne ha ne metta). Allora sì che saresti davvero competitivo. Possibile? No, direi di no, considerate le tempistiche strette, e le modalità di Cairo. Mi spiacerebbe arrivare impreparati, quello sì.. ma ormai ci abbiam fatto il callo dopo 15 anni. Però mi piacerebbe comunque se per una volta, anche se alla fine non prendessi Torreira, anche se alla fine non prendessi Ramirez, anche se alla fine non prendessi Praet, ma comunque riuscissi a consegnare al mister una rosa COMPLETA secondo i suoi dettami, piuttosto con i vari petriccione, falco o mancosu, krunic etc, e non restare come sempre con sto cerino in mano ed i rimpianti in gola di una stagione che sarebbe potuta essere, ma che invece non è stata..

  2. -C’è proprio da pensare che,trascorsa il principio di euforia iniziale,conoscendo ormai sin troppo bene il sogget-
    to ,sarebbe opportuno non illuderci più di tanto e trascinarci lentamente verso la fine del mercato con il classico cerino in mano. D’altronde le ultime dichiarazioni non fanno presagire nulla di buono.Magari mi sbagliassi !!!
    FVCG (ora e per sempre).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui