Esclusiva Pedullà: Belotti, contatti con il Milan. Presto una risposta

13
2085
Andrea Belotti
Andrea Belotti

Sharing is caring!

Andrea Belotti lascerà al 90% il Torino a parametro zero, quello di venerdì sarà probabilmente il suo ultimo derby. Lasciamo quel 10% all’imponderabile. E la sua priorità è restare in Italia, pur avendo memorizzato richieste dall’estero (il Toronto, ma anche qualche sirena dalla Premier, la scorsa estate aveva sondato Monchi per il Siviglia). Negli ultimi giorni ci sono stati contatti con il Milan, il Gallo ha dato la sua completa disponibilità e andare in rossonero sarebbe la sua principale aspirazione.

Al Milan il profilo piace, all’interno di un discorso che – a prescindere dal nuovo rinnovo di Ibra – prevede l’arrivo di almeno una prima punta. E presto darà una risposta. Il Milan ha provato a inserirsi per Gianluca Scamacca, ma l’Inter è in chiaro vantaggio da agosto, e cerca un attaccante con quelle caratteristiche. Ma Belotti è un profilo da seguire, si giustificano così i contatti, in attesa di una decisione definitiva. Tra l’altro in Italia le altre porte sarebbero abbastanza chiuse: la Fiorentina ha fatto altri investimenti in quel reparto, l’Atalanta aveva sondato, le romane hanno idee diverse. E così la trama Belotti-Milan va seguita: non è una firma, quindi prudenza, ma intanto una traccia. In attesa di una risposta.

(fonte alfredopedulla.com)

13 Commenti

  1. nel Toro era il numero uno inamovibile,nel Milan uno dei tanti. Ma sicuiramente Andrea ha già fatto queste considerazioni per cui nessuna speranza che resti fra noi. Comunque è sicuramente successo qualcosa fra il giocatore e la società : non accettare un rinnovo ,con clausola di sicura cessione a fine stagione,vuol dire aver voluto danneggiare la società che,checchè se ne dica,gli ha aperto le porte della Nazionale.

  2. Non credo sarà per forza la seconda o terza scelta. Occorrerà vedere quale sarà il parco attaccanti del Milan, nonché il risultato di questo campionato.

  3. Non mi sento di colpevolizzare Andrea Belotti, se decidesse di andarsene, al Milan o all’estero.
    Il Toro lo ha consacrato, vero, ma lui ha dato tanto per la maglia.
    Se avesse avuto un presidente diverso, magari ambizioso il giusto, forse sarebbe anche rimasto.
    Sinceramente, in questi anni ha conquistato la Nazionale, vero, ma a livello di club per cosa ha lottato?
    Per lo scudetto e la Champion’s, neanche a parlarne, per l’Europa conquistata sul campo due anni si, ma per squalifiche altrui (mai un quinto o sesto posto), la Coppa Italia ormai non interessa manco quella, visto che partecipiamo come sparring partner e guardiamo gli altri vincere, dei derby non parliamone, per cosa dovrebbe restare il Gallo?
    Per arrivare decimo quando va bene e lottare per non retrocedere quando va male?
    Ormai si e’ capito bene, Belotti al Milan e Bremer all’Inter, il peggiore di sempre avra’ gia’ deciso tutto, poi comprera’ qualche altro sconosciuto dalla Spal e qualche pluri infortunato con lo sconto.
    D’altronde, siamo a posto cosi, difesa piu’ forte dei gobbi e Messi non e’ in vendita.
    Non credo ci sia altro da aggiungere.

  4. Non me la sento di condannare un giocatore che decide di lasciare “questo” Toro. Quando e se diventeremo una vera società di calcio allora, solo allora, potremo giudicare la scelta di chi, dopo otto anni, decide di cambiare maglia.

  5. Concordo con chi ha ipotizzato che sia successo qualcosa con la società, in effetti a lui sarebbe convenuto rinnovare, guadagnare molto di più per poi essere venduto con una clausola rescissoria ragionevole
    Se andasse al Milan giocherebbe eccome, loro hanno Ibra (40 anni) che farà se va bene 10 partite a stagione e Giroud (35 anni) che anche lui non può mica garantire presenza costante…
    Poi io sono ancora convinto che Belotti, al netto che non sia un campionissimo, negli ultimi 3 anni, a causa delle opinabili scelte dirigenziali e tecniche, abbia reso molto, molto meno di quanto in realtà valga, io lo ritengo, ad oggi, ancora il miglior centravanti italiano.
    Io vorrei tanto rimanesse con noi a vita, ma in effetti l’unica speranza perché ciò avvenga è che la società venga venduta. E sarebbe credo comunque troppo tardi…

  6. Ragazzi non fasciamoci la testa prima di essercela rotta.
    Fino a pochi giorni fa’, gli articoli parlavano di un riavvicinamento tra il Toro e Belotti, ora invece si scrive di un possibile accordo con il Milan.
    Continuo a credere alle parole di juric, che quest’estate diceva che belotti gli ha promesso che decidera’ a fine stagione se rinnovare o andarsene.
    Probabile che voglia aspettare di vedere il nuovo progetto tecnico di juric , dove possa portare lui e la squadra, nonche’ aggiungo gli sviluppi possibili eventuali di un cambio societario.

  7. è patetico dare sentenze, come se si sapesse tutta la verità nient’altro che la verità e conoscere addirittura i pensieri e gli obiettivi, le motivazioni e tutti i peli del cu.lo di Belotti, ma fate silenzio che fate piu bella figura.

  8. No, questa è la TUA realtà! C’è l’hai con il Gallo? L’abbiamo capito, Dario ha scritto un post esemplare, come già scritto più volte, è stato anche troppo con noi, il resto è fuffa..

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui