Cairo: ”Belotti? Stupito se dopo sette anni non voglia rimanere”

9
1522
Urbano Cairo
Urbano Cairo

Sharing is caring!

Urbano Cairo è intervenuto ai microfoni di Radio Deejay nella trasmissione‘Deejay Football Club’. Queste le dichiarazioni del patron del Torino: “Rinnovo Belotti? Vagnati e il suo procuratore ne stanno parlando, è intervenuto anche Juric, vediamo se riusciamo a trovare una soluzione, ho detto che non voglio più parlarne, chissà che non succeda qualcosa di buono. Parliamo di un ragazzo perbene, sarei stupito se dopo 7 anni al Toro, con la fascia da capitano, i 100 gol e così via non avesse voglia di restare”. Sulla prossima finestra di mercato“Ci sono molto squadre che stanno ronzando intorno a Bremer in particolare, ma anche ad altri”.

“Essendo reduci da annate complicate dal punto di vista economico, noi dobbiamo pensare a sistemare un po’ le cose, ma anche a mantenere la forza della squadra, possibilmente migliorandola con innesti di qualità, un mix tra giovani e giocatori un po’ più esperti”. Così ha proseguito Cairo: “L’obiettivo è continuare un cammino iniziato quest’anno e che ha dato buoni frutti, abbiamo visto un bel Toro, una squadra che è piaciuta, che ha un’anima e che ha l’atteggiamento che piace ai tifosi e anche a me. Lukic? L’abbiamo preso quando aveva 20 anni, c’era Mihajlovic in panchina, lo apprezzava molto, lo ha fatto giocare, poi è andato in prestito, ha fatto una crescita graduale e quest’anno è esploso con Juric, il mister lo ha motivato nella maniera giusta e si è trovato al centro di un gioco molto adatto a lui che è un tuttocampista”.

(fonte sportface.it)

9 Commenti

  1. Fai la persona seria che hai 65 anni e l’olio nella tua candela si sta esaurendo.
    Sono 16 anni che ci prendi per il culo e dai agli altri colpe se sono esclusivamente tue.
    Hai atteggiamenti da ragazzino di 15 anni ma ne hai 50 in più.
    Non sai gestire un club di calcio, sei arrogante, presuntuoso, non hai mai avuto modestia e hai completamente perso senso della realtà.
    L’unica cosa buona che avevi fatto era tenere i conti in ordine, ma negli ultimi 5 anni, quindi ben prima dalla crisi dovuta al covid, hai scassato pure i bilanci con contratti assurdi a mezzi giocatori che tu, presuntuoso incapace, ritenevi grandi campioni.
    Chiedi scusa, visto che il disastro di questi anni è colpa tua, e vattene.
    Stai tranquillo che il Toro tra dieci anni esisterà ancora.
    Te vedremo. . ..

  2. Questa intervista è significativa: Cairo si stupisce se dopo 7 anni al TORO e 100 gol Belotti volesse andarsene, come se fosse (e qui sta l’inganno dialettico) i 7 anni al TORO e i 100 gol non fossero merito di Belotti stesso ma di qualcun altro. Se il Gallo è rimasto 7 anni al TORO è perché lui lo ha fortemente voluto, il presidente non ha mai avuto particolare dubbi nel cedere qualcuno al giusto prezzo, e i 100 gol sono frutto del talento e del lavoro del ragazzo, che, date le caratteristiche, avrebbe segnato tanti gol in qualsiasi squadra. Certo al TORO ha beneficiato di un ambiente favorevole, ma quando penso all’ambiente intendo l’affetto dei tifosi che lo hanno eletto a loro idolo con un amore manifesto, per altro ampiamente ricambiato. Quindi, anche l’ambiente favorevole non è certo merito di cairo e della società. Qualcuno dirà che la società lo ha pagato, certo, ma non facciamo discorsi qualunque tutti i calciatori vengono pagati profumatamente, il sistema è questo, e Belotti avrebbe sicuramente potuto strappare contratti migliori in altri contesti.
    Quindi, il problema è capovolto: quali sono le ambizioni del Torino effeci? Cairo vuole finalmente costruire una squadra adeguata all’unico giocatore di caratura?

  3. -Stupiti lo sono piuttosto i tifosi ,per non dire stufi e nauseati ,dal tuo persistere alla guida di questa gloriosa società dopo ben 17 anni. Non pensi che sarebbe proprio ora di liberarci finalmente dalla tua non più sopportabile presenza?
    FVCG (ora e per sempre).

  4. Sulla prossima finestra di mercato, parla della vendita di bremer, dei giovani bravi che abbiamo mi piacerebbe sapere quali sono quelli di nostra proprietà, perché singo e ricci devono ancora dimostrare tanto tanto e ancora tanto, salvo vojvoda qualcosa in più ha dato e migliorato anche buongiorno, ma gli altri non so

  5. Non sa scrivere in Italiano.
    Non sa parlare in italiano.
    Il primo editore italiano.
    E non siamo su scherzi a parte, è tutto vero.
    Poi vabbè non sa gestire un club di calcio e a dire la verità non è neppure bravo a gestire una azienda visto che nel 2012 lo mangiavano se nn prendeva Rcs e oggi si è cacciato in un vicolo cieco da cui non credo riuscirà a uscire da solo o con aiuto.

  6. Nessuno fa offerte pubbliche o suoi giornali stile Gianduia Aghemo.
    Epoca finita.
    Pensa che x Chelsea, che in vendita ufficialmente, c’erano indiscrezioni su 5 cordate. Ma di ufficiale nulla. E rumours hanno parlato di offerte oltre a quella del tipo che se lo è preso. Delle altre silenzio.
    Cairo ha avuto offerta famiglia Tesoro 2011 di 30 mln, pari a fatturato, e di Benedetto di 55 mln pari a fatturato al lordo plusvalenze.
    Sicuramente non erano offerte alte, ma ci sono state.
    E queste sono quelle che sono uscite. Non sappiamo delle altre
    Tieni conto che cifre Atalanta non di conoscono e ancora non si capisce se han comprato Atalanta o il veicolo che controlla Kiko o come si chiama il gioiellino dei percassi.
    Sul resto che la famiglia ha ostacolato da 1960 al 2013 è tutto vero…

  7. Io su Belotti ho gia´scritto in passato. Lo ritengo l´unico giocatore che ha incarnato il vero spirito Toro dell´epoca Cairo. Tuttavia Belotti ha provato ad andare via e Cairo a venderlo. Sono due anni che Belotti cerca di andare al Milan, senza successo. Ancora prima aveva gia´un accordo col Napoli, se non fosse che il Napoli offri 40 milioni e Cairo ne volle 60. Oggi tutti a dire che stupido Cairo. Ma all´epoca se avesse venduto il gallo sarebbe stato crocefisso. Poi il gallo e´in lizza per finire all´Atalanta se questi ultimi vendono uno tra Muriel e Zapata. Belotti che tra l´altro e´di Calcinate, provincia di Bergamo. Belotti giustamente pensa al suo portafoglio e alla sua carriera. E io lo ricordero´ sempre con piacere. Ma per favore, evitiamo di essere ingenui su Belotti. Ed evitiamo di crocefiggere Cairo pure quando ha poche o nessuna colpa. Cosi tanto per essere un po´oggettivi.

    • Cairo ha sempre colpa.
      Chi non lo capisce ha seri problemi.
      Arriveremo dietro al Verona di setti, uno che dei negozi e una azienda da 4 milioni fatturato.
      Il grande manager editore che su instagram non sa scrivere un post in italiano corretto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui