Le pagelle di Atalanta-Torino

8
1384
Le Pagelle
Le Pagelle - di Sandro Mellano

Sharing is caring!

Milinkovic Savic: protagonista di qualche ottimo intervento, si arrende a due rigori e un tiro da fuori area sul quale non è molto reattivo ma viene ingannato da una deviazione di Buongiorno. (6,5)

Djidji: partita attenta ma un po’ in affanno, prova anche ad appoggiare l’attacco senza particolari squilli. (5,5)

Buongiorno: ancora preferito a Schuurs se la cava bene su Zapata ma va in affanno sul giovane Hojlund, riceve la solita ammonizione. (5,5)

Rodriguez: solita partita pulita e diligente, niente di più. (6)

Lazaro: nel primo tempo Zappacosta lo salta in più di una occasione poi presidia la fascia, tenta qualche cross velleitario e, quando il Toro sta tentando il recupero, commette un fallo da rigore scellerato. (5)

Lukic: dopo l’ammutinamento e le due successive panchine rientra nel suo ruolo ma sembra di rivedere il giocatore delle stagioni prima della scorsa. Tanti passaggi orizzontali senza mai prendere una iniziativa. (5,5)

Linetty: molto più intraprendente del suo compagno di reparto, tenta qualche tiro colpendo anche una traversa, sbaglia un passaggio facile facile per Seck che lo avrebbe messo davanti alla porta. (6,5)

Aina: forse disturbato dalle notizie del pomeriggio, che parlavano di un interessamento del West Ham, gioca una partita costellata da errori: prende una ammonizione per una manata evitabile e all’ultimo secondo del primo tempo commette un fallo da rigore assurdo. (5)

Seck: qualche buona iniziativa in dribbling ma troppo impreciso nel tiro e nel passaggio decisivo. Acerbo. (5,5)

Vlasic: giocatore di classe superiore, ottime giocate e tanti ripiegamenti a supporto della squadra, gli annullano un gol per fuorigioco millimetrico e ne segna un altro con un tiro che spacca la porta. (7)

Sanabria: sempre a cercare la manovra, mai a riempire l’area con una presenza concreta. È evidente il motivo per il quale segna così poco. (5,5)

Subentrati:

Vojvoda per Aina (1’ s.t.): non è ancora in forma e raramente riesce a liberarsi per un cross pericoloso, almeno non commette i guai di Aina. (5,5)

Pellegri per Sanabria: (22’ s.t.): entra con la giusta determinazione, lotta e si rende protagonista dell’assist a Vlasic. Forse meriterebbe una chance dal primo minuto. (6)

Radonjic per Seck: (30’ s.t.): un paio di belle azioni ma troppo tardi per incidere. (s.v.)

Juric: deve fare a meno di troppi titolari rendendo evidente le lacune di una campagna acquisti condotta a indebolire la squadra. Malgrado ciò nel primo tempo il Toro meritava di più, condannato dal sciagurato rigore provocato da Aina. (6,5)

Sandro Mellano

8 Commenti

  1. Caro Granata 67 hai ragione che ci manca un mediaono,ma ti dimentichi di dire che un centravanti era assolutamente da comprare. Anche ieri sera Sanabria sì è dimostrato che farà 6/7 gol al massimo.

  2. È da inizio mercato che caldeggio l’acquisto di Okereke, un attaccante con caratteristiche diverse sia da Sanabria che da Pellegri: un attaccante come dici tu di fatto oscurerebbe completamente il minutaggio di Pellegri e per me sarebbe un peccato.
    Karamoh è un attaccante esterno, più punta che ala e avrebbe caratteristiche simili ad Okereke ma laddove i trequarti arrivati quest’anno sono scommesse relative lui è proprio un terno al lotto.

  3. Perfetto (purtroppo). Come immaginavo, non è stato preso nessuno per il centrocampo, come se Mandragora e Pobega non li avessimo mai avuti. Neppure qualcuno non di grido, o con una buona esperienza in B, cone già accadde per Torreira.
    Se Karamoh è stato preso al posto di Praet, come pare, ancora una volta si è dimostrata improvvisazione. Non ci si può ridurre all’ultimo per cercare il giocatore che espressamente aveva chiesto Juric e il sostituto, mi pare, in B non ha fatto sfracelli ed è un giocatore con caratteristiche diverse.
    Spero che Juric riesca a fare qualcosa con Adopo e Ilkan.

  4. Ilkan ha solo 18 anni benedetto Dio cosa vogliamo pretendere. Ecco questo è un altro acquisto che non serviva o meglio serviva ma per la primavera .

  5. Per Granata 67, karomoh non è un attaccante esterno addirittura lo paragoni a Okereke. Karomoh è un centrocampista/ trequartista addirittura nel Parma veniva impiegato come mediano.

    • Il Karamoh che mi ricordo io nell’ Inter, a 18anni, giocava da ala destra o da punta, non ho la minima idea di come abbia giocato nel Parma in B ma anche in Turchia, nel Karagumruk, Transfermarkt lo dà come ala sinistra o punta.
      Francamente dubito molto che sia stato ingaggiato per fare il mediano, sarebbe paradossale.
      Per me è uno che può fare tutti i ruoli d’attacco, da giovane aveva un potenziale ma pochissima continuità e altrettanta poca testa.

  6. Te lo posso assicurare che a Parma l’ho visto giocare anche in mediana. Certo che da noi non è stato acquistato per fare il mediano ma neanche però per fare la prima o seconda punta come menzionavi tu dicendo di Okereke. Secondo un mio giudizio sarà un rincalzo di un trequartista di sinistra o destra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui