Pedullà: Parigini-Genoa, dal pressing di luglio al nuovo incontro entro mercoledì

13
311

Sharing is caring!

Vittorio Parigini al Genoa: una nostra esclusiva, come si può notare, del 19 luglio quando vi avevamo raccontato le prime manovre del club di Preziosi per arrivare all’esterno offensivo in scadenza di contratto il prossimo luglio. Adesso serve un nuovo incontro, fissato tra domani e mercoledì, per arrivare alla soluzione definitiva, con possibile contropartita. Il Genoa spinge per chiudere Parigini già in questa sessione di mercato.

(fonte: alfredopedulla.com)

13 Commenti

  1. a prescindere dalla cessione o meno di Parigini , non mi piace come la Società sta gestendo i giovani provenienti dal vivaio.
    Non mi piace per niente.

  2. Stavolta siamo d’accordo, anche perché di fatto Parigini non l’abbiamo quasi mai visto giocare, mentre io ricordo grandi partite in under 21
    non so cosa sia successo tra lui e Mazzarri, ma mentre lo scorso anno era quanto meno parte del gruppo, in questo non l’ha praticamente mai visto, perché?
    comunque lui e Bonifazi andranno via e non mi sembrano certo i due + scarsi in rosa
    aggiungo che Parigini ha sempre fortemente dichiarato di essere tifoso del TORO

  3. Parigini io invece lo darei via subito. Punto 1, non mi sembra assolutamente essere sto top player che si vuol far credere. Vero che ha 23 anni, quindi ancora giovane, ma fondamentalmente, in questi 4 5 anni che cos’ha combinato di buono dove ha giocato? Nulla. A me sembra solo un piantagrane viziato. Lo scambierei immediatamente con Ghiglione, che in 4 mesi di campionato ha fatto più cross vincenti di De Silvestri e Aina in 2 anni di Toro.
    Discorso diverso per Bonifazi. Per quanto anche lui non mi sti particolarmente simpatico (sembra anche lui un gaggio viziatello), lui lo darei via, con prestito e diritto di riscatto, ma inserirei un diritto di recompra. Lui, a differenza di Parigini, lo vedo talentuoso e potrebbe esplodere in futuro.

    • Ma che bella analisi tecnica…..dovrebbero essere venduti perchè sono “viziatelli”…..ma a te poi chi te l’ha detto che sono viziati e piantagrane?? Vivi nello spogliatoio per caso? O sei un parente dei due sopracitati??
      Magari riflettere un pò prima di scrivere ste boiate con tono da sputasentenze

  4. Ai macachi al potere nulla interessa l’attaccamento alla maglia, anzi piu’ gli uomini si dichiarano legati ai colori granata e piu’ sono i odore di essere allontanati…evidentemente qualcosa stona nella gestione dei giovani del vivaio e sia Millico che Bonifazi ne sono un esempio lampante.
    Parigini e’ gia da tempo che ha preparato le valigie, accantonato in un angolo, non sentendosi parte del gruppo e’ meglio cerchi fortuna altrove….In bolla al lupo Vittorio e Forza Toro !!

  5. Fabio: Parigini non ha combinato granchè al Toro perchè ha giocato poco anzi nulla . Quelle poche volte che lo ha fatto ha giocato dove lo hanno messo senza fiatare anzi mostrando ad esempio ottime doti di velocità
    Era il gioiello del Vivaio di 5 anni fa non dimentichiamolo, e nel Chievo qualcosa ha fatto
    Andava gestito diversamente tutto qui. Perderlo a 0 o poco più sarebbe una coglionata come quella dei tempi di Verdi che in comporpietà venne lasciato al Milan per 200mila noccioline salvo poi spenderne 25 milioni
    Finora l’unico del vivaio gestito in modo intelligente è stato Barreca , che dopo 2 annate buone è stato venduto bene all’estero.
    Ma oltre a Parigini spero Edera non faccia la stessa fine. Altro gioiello del vivaio esploso con Sinisa e frenato da infortuni , ora è disponibile. Vuole retare in granata , ragazzi cosi sono da stimolare e encomiare , bene ha Fatto Walter a farlo giocare col Bologna
    Millico ha oggi un contratto . E’ giusto rinnovarlo facendo un rilancio non imponendo condizioni che per il calcio di oggi sono basse. Non è andato in prestito al chievo perchè il mercato granata è stato una farsa quest’estate con Verdi preso last second …ma si sa , lasci andare un DS epserto che gestiva tutto il mercato e metti Bava che esperienza non ne aveva senza affiancarlo cosa pretendi?
    Bonifazi. Un altro che come Parigini vorrebbe restare ma per giocare non per marcire. In questo caso lo cedi non per meno di 12-13 milioni e puo essere un buon affare se non esplode dove andrà.
    Poi vi sono i portieri: spero che Cucchietti torni alla base , Zavagno lo do per perso . Buongiorno va in prestito , Segre è buono ma non lo prendiamo. Mi chiedo se uno come Segre non potrebbe arrivare a Gennaio anzichè cercare avventure strane all’estero.
    A volte un ragazzo del vivaio , in granata, dà molto di più che non in altre squadre ( esempio Barreca ) quindi vale la pena investirci. Ma per farlo anche il tecnico va supportato nell’ adozione delle misure giuste per farli crescere in granata.
    Poi ci sono Adopo e Rauti altri due ragazzi buoni che verranno spero gestiti meglio . Adopo ha già esordito in prima squadra e vorrei vedere stante l’assenza di mezzo centrocampo….

  6. Parigini nella stagione 18-19 ha fatto 17 presenze, non poche direi. Risultato? 0 goal e 0 assist. Chissà come mai di lui mi ricordo solo le lamentele social, e non le giocate vincenti. Anzi, sto ancora bestemmiando per il suo egoismo che non ci ha permesso di portare a casa la vittoria col Cagliari. Stagione 17-18, Benevento, 21 presenze. Risultato? 0 goal 0 assist. Tolta l’annata in B al Perugia, ha sempre faticato a giocare e ad essere incisivo. Per me, i grandi giocatori, a 23 anni, sono altri.
    Sono invece d’accordo che la gestione del suo cartellino sia pessima. Ma “gestione oculata” e “società” non sono due parole che possono essere abbinate finchè la dirigenza sarà quella attuale

    • Di cui 2 in cui è partito da titolare con Atalanta fuori (giocammo in difesa praticamente tutta la partita) e con la Roma sempre fuori, per il resto 15/20 minuti a partita per un totale di circa 490 minuti. Direi che non ha praticamente giocato e magari prima di giudicarlo ci vorrebbe che venisse fatto giocare nel suo ruolo una decina di partite per almeno un tempo. Edera domenica vagava per il campo, non ha toccato palla, ma ditemi esattamente cosa doveva fare e soprattutto ditelo a lui, perché altrimenti poi è normale che le statistiche siano impietose.

  7. Comunque Parigini ieri sui social ha esultato in modo esuberante per la vittoria sul Bologna, sapendo già che deve andarsene
    io penso che avremmo bisogno come il pane di giocatori che sentono la maglia
    poi ripeto, i giocatori (tolti pochi fenomeni) per diventare forti davvero devono giocare, basti vedere Berenguer, quest’anno sta facendo molto meglio solo perché gioca con continuità, sennò anche per lui saremmo a scrivere che ha fatto 15 presenze con zero risultati…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui