Baselli: gli esami escludono lesione al crociato

8
332
Daniele Baselli durante il ritiro di Bormio
Daniele Baselli durante il ritiro di Bormio

Sharing is caring!

Daniele Baselli è stato sottoposto ad accertamenti, post distorsione al ginocchio destro in allenamento. Alla luce di tutte le indagini cliniche e strumentali, la diagnosi è: trauma distorsivo al ginocchio destro, con interessamento legamentoso. Il centrocampista verrà sottoposto ad ulteriori accertamenti, nei prossimi giorni, per definire la miglior strategia terapeutica.

(fonte torinofc.it)

8 Commenti

  1. Leggendo o ascoltando tutti, TUTTI, i commenti dei cosiddetti esperti (giornalisti, cronisti, opinionisti ecc ecc), vengono i brividi, un coro unanime nel benedire questa ripresa del calcio come fosse la salvezza dell’Italia intera, con ovvia retorica sul valore simbolico che il calcio imprimerebbe alla rinascita.
    Nessuno, e dico nessuno, se non noi poveri tifosi e appassionati di calcio, che chiarisca come sia demenziale riprendere in queste condizioni. Lasciamo stare il problema etico (che evidentemente passa in secondo piano rispetto alle contingenze economiche e che, anche quello sembra essere un problema che ci poniamo solo noi), ma, finire il campionato a queste condizioni (giocare partite ogni tre giorni, col caldo, senza pubblico) è umiliante per chiunque ami lo sport, vedrete sarà grottesco.
    L’unica speranza è che pochissimi guardino le partite in tv. Sarebbe la sola risposta degna

    • Sì, veramente Biziog. Avrei una gran voglia di chiamare Radio Sportiva ed esprimere il mio pensiero. Poi capisco anche che…tengono famiglia…
      Io purtroppo lo dico già, difficilmente riuscirò a non guardare le partite del Toro… Purtroppo con il Covid e con tutto quello che è saltato, le partite rappresenteranno l’unica distrazione si questa anomala estate…

  2. Visto come cambiano le diagnosi da un giorno all’altro (ieri il crociato era “parzialmente lesionato” ed oggi invece “si escludono lesioni al crociato”…) è probabile che vedremo delle squadre che “nasconderanno” i positivi al COVID-19 fra i normali infortuni così da non compromettere il “gruppo squadra” mandandolo in quarantena come da protocollo CTS ed altre che magari “approfitteranno” della stessa situazione per “gridare alla positività” magari solo presunta proprio per mandare tutto il “gruppo squadra” in quarantena ed inficiare, DI FATTO, la ripresa del campionato oppure anche solo il Suo termine…
    Oltre a non stupirmi più di tanto qualora accadesse (sono SICURO che qualcuno ci abbia già pensato…) visto come cambiano “gli esami” da un giorno all’altro su una patologia stra-conosciuta come le lesioni legamentose figuriamoci quando si tratta di un qualcosa di sconosciuto come appunto il COVID-19….

    • Quindi in pratica stai affermando che Baselli era positivo al virus e che la società l’ha nascosto…..attenzione a scrivere certe cose però

    • E’ un’accusa grave se non ci sono prove: un conto è il sospetto, più che legittimo e anche comprensibile, altra cosa è citare un giocatore e una squadra come esempio

  3. -Il sospetto che qualche squadra cerchi di camuffare la positività di qualche giocatore facendola passare come un infortunio di gioco,al fine di evitare la quarantena a tutti i componenti della squadra stessa,in effetti esiste.
    Penso che prevarrà il buon senso,in quanto sarà inevitabile rivedere il protocollo tenendo in quarantena il solo giocatore,o componente dello staff che ne fosse colpito, come d’altronde mi pare stia già accadendo in Bundensliga.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui