Zaza: “non ho saputo reagire, ed è colpa mia”

13
944
Simone Zaza
Simone Zaza al termine di Torino-Parma

Sharing is caring!

Ai microfoni di Sky Sport Simone Zaza fa autocritica sulle sue prestazioni: “Sono il primo ad essere consapevole del fatto che ho trascorso due anni al di sotto delle mie possibilità. Non sono presuntuoso, ma penso di poter fare meglio. È anche vero che per fare bene bisogna giocare, e non ho mai giocato molto. Non ho avuto continuità, anche per problemi fisici. Soprattutto lo scorso anno: sono arrivato con grande voglia, con la consapevolezza di ritrovarmi in una squadra nella quale pensavo di giocare e di fare bene, invece mi hanno messo fuori e non ho saputo reagire. Ed è colpa mia. Quest’anno è successo il contrario, e mi prendo tutte le mie responsabilità, ho giocato tante partite al di sotto del mio livello. Ma adesso bisogna pensare solo alla salvezza”. (tuttomercatoweb.com)

13 Commenti

  1. Zaza fu preso da Petrachi senza che Mazzarri lo avesse richiesto. Fu pagato se ricordo bene intorno ai 15 milioni e gli fu fattoun contratto di 5 anni. Nessuno mi toglie dalla testa che fu preso nell´eventualita´che Belotti fosse ceduto. All´epocail Napoli era intrattativa con Cairo e Belotti aveva gia´accettato il trasferimento. Giuntoli stesso dichiarera´ a suo tempo che Belotti non valeva 60 milioni come richesto da Cairo, ma al massimo 40, somma che evidentemente il Napoli era disposto a versare. Cosi´Zaza fini al Toro con Belotti. Dopo averli provati insieme, Mazzarri si convinse che i due non funzionavano e opto´per Berenguer e Verdi insieme al gallo. Ora Longo ripropone la coppia, sacrificando Belotti prima a sinistra e poi a destra. Solo la voglia e lo spirito di sacrificio e di squadra del gallo fanno si che Zaza possa giocare al centro. Zaza, probabilmente sopravvalutato rispetto ai mezzi tecnici che possiede, ha un merito. Anche se le sbaglia quasi tutte pure da centravanti, continua a lottare e crederci, e ieri e´stato ricompensato col gol. In tempi di magra come questi questi anche Zaza diventa utile.

  2. Mi riesce difficile criticare Zaza perchè il cuore oltre l’ostacolo lo butta sempre. Difetta di intelligenza calcistica nel senso che quando sale l’adrenalina non capisce più un kazzo, ma in quanto a grinta non è inferiore nemmeno al Gallo
    Ma il goal di ieri cosi come il cross per la traversa del Gallo è la dimostrazione che quando facciamo i cross loro due sanno essere pericolosi.
    Mi chiedo dove saremmo ora e quanti goal avrebbero fatto i due se avessimo sempre applicato il modulo ad hoc per loro 2 ( 424 oppure 442) e soprattutto avessimo avuto sempre gente che sa metterli nelle condizioni di segnare, ovvero esterni dal piede educato come Ansaldi ( che però è fragile) o un Verdi con più continuità, o magari un play in grado di dettare i tempi di gioco e servire assist al centro
    Amen. Anche per quest’anno la frittata di Cairo ormai è stata fatta

  3. Zaza era del Valencia che lo avevano preso dai gobbi. Ha fallito sia col West Ham che con Valencia, e noi lo abbiamo preso gia´in crisi. La crisi e´continuata al Toro, e per vederlo in campo dobbiamo mettere in croce Belotti. Che si sacrifica per la causa. Djordy, Zaza e Belotti sono due centravanti e non possono coesistere. Zaza e´quello scarso. Cosi come Longo. Che ha capito tardi ieri che col Verona che giocava a tutto campo c´erano spazi sufficienti per inserire chi sapeva giocare tra le linee´, e saltare l´uomo, cioe Berenguer. Ma tu e Bertu avete gia´deciso che Longo ha fatto un grande lavoro e bisognerebbe pure confermarlo per la prossima stagione. Come diceva, senza offesa, un comico famoso “…ma andate a lavorare va´…”. Un saluto. FVCG.

    • In realtà il Spagna ha fatto la sua migliore stagione con 15 goal, fu venduto perché voleva la nazionale e in Italia avrebbe avuto più visibilità, inoltre discuteva col mr del Valencia; questo è (poi se vogliamo credere ai gobbi rettiliani che controllano ogni nostra mossa d’accordo, resto convinto che a loro ora come ora freghi un cazzo di noi).
      Tornando a Zaza In Inghilterra ha fatto pure peggio che da noi, alla gobba goal scudetto e poco altro (19 presenze 5 reti) al Sassuolo annate di 9/11 goal.
      Insomma, è un attaccante da 9/10 goal se gioca titolare buona parte delle partite, la butta sul fisico e ha una tecnica mediocre; in pratica è un Meggiorini che ci ha creduto.

  4. L’eventuale conferma di Longo sarebbe la pietra tombale su l’esperienza mediocre di Cairo alla guida del Torino. Continuo a pensare che a Cairo non conviene vendere quanto piuttosto provare a far tornare i conti con meno patemi di classifica se possibile. Per questo si è affidato a Vagnati, che però viene dal disastro Spal, e vedrete che domenica sera sarà tutt’altro che una passeggiata. E sarà complicato anche fare la squadra per il prossimo campionato visto che a metà agosto si dovrà ripartire con una pseudo preparazione e cambiare allenatore e buona parte della rosa non sarà semplice col mercato che poi sarà aperto fino ad ottobre. La verità è che se quest’anno la sfanghiamo, il prossimo, per fare bene sarà tutto più difficile. Ma se si vuole migliorare ci sono tutte le possibilità e di giocatori buoni e adatti a noi ce ne sono a pacchi

  5. Se Cairo resta rischiamo seriamente la retrocessione il prossimo anno(ce la giocheremo col genoa e due su tre delle neopromosse).
    Tutto il resto è contorno.
    Ovviamente x fare le cose bene si deve rivoluzionare 3/4 di squadra,a partire dall’allenatore,cui va comunque il nostro plauso e sincero ringraziamento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui