Bologna-Torino: arbitra Di Martino

5
191
Andrea Belotti
Andrea Belotti durante Torino-Bologna

Sharing is caring!

Sarà Antonio Di Martino, della sezione AIA di Teramo, il direttore di gara di Bologna-Torino, in calendario domani alle ore 20.45.

Assistenti saranno i signori Rossi e Scarpa, quarto ufficiale il sig. Abisso. V.A.R. sarà il sig. Valeri, A.V.A.R. il sig. Del Giovane.

5 Commenti

  1. Vabbè, il VAR quando gioca il Toro è inutile, si sà!
    Però non sarebbe male un bel filotto: fischio dell’arbitro per un’infrazione INESISTENTE e Gol (magari di Edera, così, tanto per gradire…) ingiustamente manco considerato….
    Adesso vediamo se “Antonio Di Martino” detto “Tonino” è stato “educato” su come arbitrare il Toro…
    ————
    A proposito di Giampaolo: Lui continua a volere 2Milioni/€uro/Anno, come prendeva al Milan, Cairo è disposto a dargliene 1,5 con un contratto biennale, tot 3MIO contro i 4 che vuole “Giampi”: Di Francesco ma anche Nicola (che lascerà il Genoa, salvezza o no…) stanno alla finestra….Magari il fatto che Cairo sia tirchio stavolta ci fà gioco 🙂 !!!!!

  2. -Sinceramente,dovessi scegliere fa i due io opterei per Nicola.Gianpaolo mi lascia più di un dubbio e mi sembra che anche altri la pensino allo stesso modo.

  3. @excalibur42 (a proposito, 42 sono gli anni, l’anno di nascita oppure altre “misure”? …. In realtà non che importi molto, è un altro personaggio ameno del Sito quello che tiene conto di ‘ste cose…), effettivamente anche a me piacerebbe più Nicola di Giampa….
    Francamente ancora non mi va giù come sia stato trattato Moreno Longo dalla maggioranza di noi tifosi del Toro, prima osannato ed acclamato poi insultato alla luce di sconfitte (che peraltro TUTTI avevano non solo predetto ma addirittura già messo in conto con risultati ben più pesanti, ma tant’è, il mondo è pieno di sapientoni, figuriamoci poi nel calcio….) arrivate comunque contro “squadre” e non accozzaglie di giocatori come di fatto era (ed E’ ancora…) il Toro… Longo aveva un solo compito: salvare il Toro dalla retrocessione. E l’ha fatto, in barba a tutto e tutti, in barba anche a quei 4 pezzi di materia organica che vestono (speriamo ancora per poco) la maglia Granata, quella stessa maglia che Lui ha indossato, che ama e che rispetta al punto da lasciare a casa due “ragazzini” per cercare di insegnare Loro qualcosa… Nicola potrebbe essere il Suo “sostituto ideale”, molto più di un Giampaolo che ha dimostrato poco e nulla se non sprazzi di gioco con la Samp assieme ad un caratteraccio che l’ha portato ad andarsene, oltre che rimediare un esonero dal Milan…

    • -BERTU62,
      in realtà il 42 rappresenta il mio anno di nascita;come potrai constatare mi posso considerare a tutti gli effetti un autentico vecchio cuore granata.Prova ne sia che da ragazzino ho pure assistito ai funerali degli Invincibili sulle spalle di mio padre,esattamente sotto i portici di Porta Nuova,in mezzo ad una folla oceanica e piangente.
      Altra data fatidica è stato l’anno in cui mi sono sposato;ti lascio immaginare quale sia stato il regalo di nozze che ho di più gradito : era l’aprile del 1976 !!…
      Tornando al nostro Toro convengo pienamente con te con l’asserire che il trattamento riservato a Longo nei vari Forum non è che sia stato un esempio di correttezza. Troppo presto si è dimenticato in quale periodo è
      stato chiamato e cosa ha trovato.Con questo non voglio dire d’essere favorevole ad una sua eventuale
      conferma,in quanto non lo ritengo,almeno per ora , in grado di essere pronto nel proseguire nella massima
      serie. Forse,con ancora qualche anno nella serie inferiore potrebbe trarne un buon giovamento.Poi,chissà…
      Circa l’attuale periodo in cui si dibatte l’eventuale cambiamento ai vertici societari non ci resta che stare alla finestra, in attesa dei prossimi eventi.
      Però,come già scritto su un altro post,non ti nascondo una certa preoccupazione per la concomitanza di ciò che sta accadendo con l’imminente apertura del calcio mercato.Non vorrei proprio di trovarci ,alla fine della fiera,con il classico cerino in mano.
      Mi sono accorto da tempo che anche tu sei un autentico cuore granata,per cui mi fa piacere dialogare con te,come con Djordy,anche se non sempre le nostre rispettive idee coincidono .D’altronde un buon dibattito senza un po’ di pepe rischierebbe d’essere troppo monotono.
      Ricevi pure tu un sincero saluto da un vecchio cuore granata.
      FVCG(ora e per sempre).

      • Eh beh, @excaliburg….Che dire se non COMPLIMENTONI!!! Sinceri e sentiti, sia per la lucidità dei Tuoi interventi/ragionamenti sia per il Cuore Granata!!! Anche per me il 62 rappresenta l’anno di nascita e lo scudetto del ’76 è stato invece il regalo della mia Cresima “posticipato” diciamo 🙂 !!!
        Effettivamente la questione “Cairo vendi”, alimentata dai recenti e discutibili avvenimenti (se perfino uno come Marengo s’è permesso di definire “buffonata” la conferenza stampa della cordata Italo-Lussemburghese-Torinese allora significa molto….), rischia di “accecare” i tifosi, tutti presi nel fantasticare ipotetici acquirenti facoltosi o la nascita di un azionariato popolare che ci porti…..boh!
        A leggere alcuni commenti, se dici “Europa fra 3 anni” sei un pazzo, magari avrebbero voluto sentire “Europa l’anno prossimo e scudetto + CL fra 2..”, chissà!
        Bisogna tenere i piedi ben in terra mio vecchio Cuore Granata, anche se ne ho viste meno di Te ho comunque vissuto quei momenti bui che ben conosciamo (purtroppo) e che hanno contribuito a farci arrivare dove siamo adesso: Presidenze “allegre”, maneggi al limite del legale E OLTRE se è vero (com’è vero) che qualche precedente Presidente è finito in guai giudiziari per cessioni “in nero”, certo adesso la misura è colma per tutta una serie di motivi ma il rischio di passare dalla padella alla brace è PIU’ di un modo di dire! Obbligare (chissà poi in che modo LECITO mi domando…) un qualsiasi proprietario a vendere un qualsiasi Suo bene contro la Sua volontà oltre che difficile sarebbe quantomeno “rischioso”….
        Come giustamente detto da molti, passare la mano è giusto e doveroso dopo 15anni, però non è certo così che si fanno SERIAMENTE le cose!
        Nel frattempo parlare del mercato è obbligatorio: mica si ferma il mondo perché Cairo deve essere obbligato a vendere: i giocatori vanno e vengono, così come anche i Presidenti (peccato che non possa essere così anche per alcuni “tifosi”…), il Toro resta….
        Un abbraccio (virtuale, dato il COVID-19, hai visto mai??) granata anche a Te!!
        FV♥G!!! SEMPRE!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui