Cairo insegue Torreira, Torreira insegue Giampaolo, e intanto il popolo del Toro già sbuffa

10
5469
Marco Giampaolo
Marco Giampaolo

Sharing is caring!

Cairo insegue Torreira, Torreira insegue Giampaolo, e intanto il popolo del Toro già sbuffa.

L’avevamo detto che a Giampaolo andava dato tempo, ora non possiamo tirarci indietro. Un’amichevole, seppur con una squadra di lega pro come la Pro, fatta solo con seconde/terze linee imballate non ha senso. Non può dare nessuna indicazione. O almeno può lasciare solo qualche sensazione. Edera è pronto, spero stavolta in maniera definitiva, a un prestito in lega pro, quella è la sua categoria. Deve maturare ma quello che vedo non mi convince per nulla. Millico deve crescere, bisogna domarlo, Giampaolo ha il tempo? Se così non fosse meglio il Chievo il prossimo anno. Talento certo ma anche tanta anarchia fuori e dentro il campo, se l’ha detto Longo, che lo conosce bene, c’è da credergli. Rincon dice di essere pronto per la cabina di regia, a me non dispiacerebbe fosse pronto fisicamente, lo scorso anno non lo è stato per niente. Per Diiji è ora di tornare a casa, ma davvero. Poi ci sono anche le note positive dell’amichevole senza nazionali, lo è Segre, bravo da tenere, lo è Buongiorno, ieri per forza di contingenza in una posizione non sua, troppo defilata. Per il resto sembra chiaro che Aina abbia deciso di tornare a casa, peccato occasione sprecata, primo per colpa sua. Tutto il resto con gambe imballate e assenze si poteva soprassedere. Siamo al Toro, con un po’ più di mestiere certe figure, che poi lacerano il tessuto della tifoseria, si possono evitare. Rosati, uomo spogliatoio certo, però c’era bisogno di vederlo all’opera? Già a Bologna un mese fa dimostrò che gli anni passano. Ripeto niente di male, ma qualche pensiero resta. Intanto Urbano insegue Torreira, cerca uno sconto, lascia intendere che pure l’argentino Vera andrebbe bene, e intanto tesse e sfibra. Dopo 15 anni non solo i venditori. E Giampaolo aspetta, ma visto che difficilmente Torreira sarà Junior o Falcao, il nostro allenatore deve lavorare sul gioco granata che per ora appare solo un giro palla noiosetto. Sarà meglio, sono sicuro. Sul mercato Lyanco, Izzo, Aina, non è facile vendere ma bisogna arrivare al 17 con una squadra definita e pronta. Dico 17 perché devo essere realista. Girano pochi soldi, il Toro deve incassare e non ha proprio pezzi pregiatissimi in vetrina. Intanto l’idea folle della Federazione Internazionale di finire tutta la stagione in 3 mesi sta provocando scompensi non da poco. Messi dopo aver fatto illudere City, Inter e Psg, ha dichiarato che rimarrà al Barcelona, troppo poco tempo per scatenare la tempesta. La Juve sembra aver scelto un talentuoso attaccante sempre del Barca, noto per essere il più stronzo di tutti, Suarez, e ti pareva. E in generale si viaggia a fari spenti, pochi soldi, tanta paura di nuove sospensioni da Covid. Il nostro calendario dice Fiorentina e Atalanta alle prime due, Vagnati deve accelerare su Torreira. Ci sono spifferi non da poco, se Ansaldi e Verdi mostrano già degli affaticamenti che ne condizionarono il rendimento lo scorso anno. Ci vorrebbe almeno ancora un esterno, oltre al regista. E Zaza? Volontà di rimanere certo ma basterà? Come finirà? Temo come al solito, Cairo in passato non ha avvertito uragani, tifoni e tzunami, difficile che ora ascolti la voce timorosa del maestro Giampaolo.

10 Commenti

  1. A gennaio scrissi che la giusta dimensione di Edera(e Parigini)era la Lega Pro.
    Uno già c’è,l’altro dovrebbe andarci.
    Ah già….sono giovani del vivaio e qualcuno potrebbe accusarmi di non essere un vero tifoso(come già è stato fatto).

  2. Qualche aggiornamento sul mercato del Toro. Il Toro ha offerto per Torreira 4 milioni di prestito oneroso e obbligo di riscatto a 18. Il problema e´il contratto di Torreira che prende 3 milioni netti a stagione. Il tetto stabilito da Cairo e´2 milioni netti, che il solo Belotti prende. Ovvio che Torreira si guardi intorno e non voglia rinunciare a 1 milione netto a stagione di stipendio. Se qualcuno gli offre 3 milioni, tipo la viola allora per noi niente da fare. Se invece la viola si dilegua allora verso la fine del mercato si potrebbe fare. Comunque il Toro segue anche Pulgar della viola e Demme del Napoli. Soprattutto Demme sarebbe la seconda scelta di Giampaolo se salta Torreira. FVCG.

  3. Diego, non è “il popolo del Toro” quello che sbuffa, sono quelli del “tanto non gli andrà mai bene niente”, che è diverso! Se si compra, si compra bidoni oppure scarsi oppure “quelli sbagliati” perché andavano comprati altri, e se per caso non si trova niente da ridire allora si doveva comprare PRIMA…A lavar la testa agli asini si spreca tempo e sapone, lascia perdere!
    Che ci fosse da mettere in atto una mezza rivoluzione lo si sapeva, ed anzi TUTTI lo chiedevano a gran voce, hai presente? Basta leggere in rete cosa si scriveva, dal “BASTA, VIA TUTTI” al “ANDATE TUTTI A LAVORARE”, e tutti ovviamente erano concordi nel lasciare fuori ovviamente Belotti Sirigu N’Koulou dal “repulisti”…
    Ora, la situazione è esattamente quella che ci si auspicava tutti: Belotti Sirigu & N’Koulou sono i pilastri su cui ripartite, si sono già presi 3 titolari e si sta lavorando sia per gli altri ingressi che, contestualmente, per le uscite inevitabili e necessarie eppure…
    Eppure se leggi c’è un coro di maicontenti, di persone che chissà cosa avrebbero voluto, ma forse non lo sanno neppure Loro: l’uovo e la gallina, la botte piena e la moglie ubriaca, il cielo la luna e le stesse, e tutto quanto SUBITO e GRATIS! Squadra già fatta, PRONTI VIA, i giocatori che non piacciono venduti a peso d’oro, quelli che invece piacciono presi anche a peso d’oro (tanto mica è il Loro, l’oro, anzi da come ragionano non ne hanno manco 1 grammo di “loro”, sono tutti ricchi con quello degli altri…)…
    Leggere poi come si danno da fare su dichiarazioni che lasciano il tempo che trova, di facciata, rilasciate apposta per depistare, confondere e magari depistare fa sorridere, proprio come sul risultato di partite amichevoli nelle quali mancano 7 Nazionali ed in cui il Mister vuole solo provare giocatori che non conosce essendo arrivato ieri, partite che se si vincono non significano niente ma se si perdono, ragazzi, significano TUTTO invece! Questa è la (il)logica di costoro, maicuntent di professione, persone per cui l’erba del vicino è sempre e comunque più verde (o buona, dipende dalla persona con cui parli…)…
    Sai Diego, la memoria alle volte gioca scherzi “da prete” perché pare che in molti si siano dimenticati che si è smesso di giocare praticamente IERI, dopo un vero e proprio Tour-De-Force con partite ogni 3/4gg in piena estate, ed ora si è ripartiti con carichi atletici, palestra, nuovi schemi e nuovi assetti di squadra eppure si pretende che nessuno abbia affatichemanti muscolari, che tutti al contrario corrano come treni e che si sia già imparato a giocare difendendo a 4 (dopo anni che si giocava a 3), che si scopra di avere in rosa un regista (dopo LUSTRI che manca) ed un 3/4rtista: ehhh, la memoria, merce rara, proprio come l’obiettività..

  4. Vagnati sta continuando a lavorare sul fronte uscite, verosimilmente perché dal punto di vista “entrate” i giocatori sarebbero già stati tutti individuati e “bloccati” in attesa però delle uscite…
    Ed ecco che Falque sta valutando una doppia possibilità: Benevento oppure Dubai…Chiaro che se il Benevento costituirebbe un “ridimensionamento” a livello di ingaggio mentre invece Dubai probabilmente no, anzi, è anche vero che Dubai sarebbe in un certo senso “l’anticamera” del pensionamento, che vista anche l’età non è poi una così brutta idea…
    Allo stesso tempo anche Djidji è alle prese con un dilemma: Spezia oppure Dinamo Zagabria? Vicinanza a Torino (dove la Sua famiglia si trova benissimo) oppure la possibilità di giocare in Coppa?
    Ad ogni modo il lavoro per il DS non manca certo, anche se in molti credono che non stia facendo nulla dato che non ci sono “nuovi arrivi” da un po’ di giorni, però bisogna fare spazio per sistemare i nuovi!
    Infine 2 parole sulle amichevoli: a Giampaolo, com’è giusto, importa meno di zero dei risultati a livello di Gol, ciò che gli preme è verificare o meno la possibilità di utilizzo dei giocatori che ha a disposizione (e che sono all’incirca una trentina compresi i rientri dai prestiti..) e la Loro funzionalità nel Suo modo di giocare… Da quello che abbiamo potuto vedere/capire effettivamente in molti sarebbero FUORI DAI GIOCHI, si mormora addirittura di circa la metà, una quindicina di elementi, ed a conti fatti ci siamo se li mettiamo tutti in fila: Lyanco Izzo Djidji Aina Rincon Lukic Berenguer Falque Edera Zaza Millico Vania Damascan Boye Zaccagno… Considerato che Aina è già andato e che sia Djidji che Rincon che Berenguer che Iago hanno già ricevuto offerte che stanno valutando e che per Lyanco e Izzo dovrebbe essere solo una questione di prezzo (qualora Cairo/Vagnati dovessero diminuire la richiesta non dovrebbero esserci problemi a chiudere) potremmo essere a buon punto anche sulle uscite…
    Questa settimana è quella decisiva…
    FV❤G!! SEMPRE!!!

  5. P.S. Sulla cessione di Berenguer c’è da aggiungere un particolare, anzi 2:
    Primo- l’Osasuna incasserà una percentuale sul ri-vendita del giocatore e….
    Secondo- Se dovesse essere venduto all’Athletic Bilbao (cosa fattibile in quanto è originario della Navarra che gli consentirebbe di vestire appunto la maglia dell’Athletic Bilbao, fatto riservato esclusivamente a giocatori di origine Basca…) all’Osasuna andrebbero altri 1.5Mio€uro di “penale” in seguito ad uno sgarbo fra le 2 Società in passato…
    Chiaro quindi l’interesse a “piazzare” Berenguer in altro Club che non sia appunto l’Athletic….

  6. Rotola, rotola, rotola
    strada facendo rotola
    gira rimbalza e rotola
    come il mio amore inutile
    dove mai finirààààààààààà……………

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui