No del Napoli per Lobotka, la trattativa tramonta

55
1044
Stanislav Lobotka
Stanislav Lobotka

Sharing is caring!

Stanislav Lobotka non sarà un giocatore del Torino nella seconda parte di questa stagione: il Napoli ha infatti rifiutato l’offerta presentata dalla società granata e ha tolto dal mercato il regista slovacco. 

“Lobotka non è uscita, resta al Napoli” ha dichiarato il ds partenopeo Cristiano Giuntoli ai microfoni della Rai. Il Torino deve ora pensare a un piano B per rinforzare il centrocampo: lo slovacco era infatti il regista scelto dal dt Davide Vagnati per aumentare la qualità a centrocampo. 

(fonte calciomercato.com)

55 Commenti

  1. Vagnati sei ridicolo.
    Sai che esiste l Europa ? Che esiste il mondo ? Che ci sono giocatori di calcio non solo in Italia?
    Sfigato!
    Cercati un lavoro che è meglio

  2. certo che a leggere le notizie sul sito (semi)-ufficiale del Torino viene veramente da ridere
    riescono a dipingere con toni epici una squadra che ha vinto due volte in 17 partite e che è terzultima in un campionato mediocre dove due neo promosse con rose tutt’altro che irrestibili stanno al 14dicesimo e decimo posto

  3. Diciamo un grazie a Giuntoli che credo abbia avuto pietà dei tifosi del Toro, non consentendo agli scribacchini di continuare a menare sto torrone fino al 31 di gennaio, cosa che in assenza di una sua smentita sarebbe certamente avvenuta.

  4. Sono una banda di burattini comandati da mangiamerda tanto non compra nessuno e affondano n b come li titanic l unica soddisfazione è che con la squadra affonda anche il nano merdoso bastardo perché in questo modo si forte almeno 100 milioni

  5. -Il Napoli ha rifiutato l’offerta , ma quale tipo di offerta? Forse una fornitura alberghiera di patatine con assieme un abbonamento (semestrale, ben inteso) di uno dei suoi rotocalchi da 1 euro?

  6. Dai che ci sono ancora Cigarini Almiron e Hetemaj.
    40 anni per uno, ma per accattoni come cairo e vagnati possono andar bene…..
    Cairo, persevera nel tuo schifo!

  7. Abbiamo seguito lobotka, finché era trattabile, ma stanno sbloccando altre uscite come Maksimovic e adesso stanno ritirando dal mercato lo slovacco, una mossa del Napoli.

  8. Una mossa del Napoli….ahahahah.
    Un’altra attività che potreste aprire è un circo.
    Stanno chiudendo tutti ,servono solo più pagliacci ed artisti.,perché gli animali non possino essere più sfruttati.
    Adesso io non zo se siete gli uni o gli altri.

    .

      • Le notizie che ha dato sono reali e documentate sicuramente non farlocche….siamo di nuovo nelle grinfie di un faccendiere. Grazie a Marengo per averle rese pubbliche affinché sia fatta chiarezza UNA VOLTA PER TUTTE. Speranza di cambiamento presidenza affossata.

  9. mica si può sempre superare se stessi soffiando astutamente il campione berengher al napoli! E’ mica sempre domenica? A proposito dov’è finito il fenomeno?

  10. Beh, l’ho letto e non c’è andato leggero, Marengo.
    Praticamente ha fornito l’identikit di un truffatore scalcinato in stile Manenti/Parma, e se l’ha fatto pubblicamente con tanta durezza, evidentemente non teme querele.

  11. Signor Enea Benedetto, dopo aver ascoltato la sua intervista andata in onda ieri su Radio Sportiva, ove si è raggiunto il massimo del ridicolo sull’attuale situazione Torino F.C., non ho potuto fare a meno di scriverle questa lettera aperta.
    Per toglierle sin da subito eventuali pruriti da querela, la informo che, quando un soggetto diviene pubblico, anche molto del suo privato diviene tale, con l’ovvia conseguenza che la diffusione di notizie su di lei, non coperte da precise previsioni normative di privacy, è non solo pienamente legittima, ma addirittura dovuta, per render edotti quegli stessi tifosi granata a cui lei si rivolge, su qual sia la sua reale personale situazione economico finanziaria, così come emergente da documenti pubblici e non da fantomatici siti commerciali.
    Indicazione peraltro più che dovuta, in quanto è perlomeno curioso che un soggetto qual è lei possa essere capace di aprire una trattativa per l’acquisto del Torino F.C., visto che non risulta titolare di alcuna azienda, ma mero promotore finanziario, quale titolare della ditta individuale Finance Coaching di Benedetto, senza dipendenti e con indicazioni di CCIA non aggiornate e riportanti un indirizzo d’ufficio inesistente.
    Ancor più curioso lo è poi se si verifica l’atto di acquisto dell’immobile in cui lei abita (atto notaio Sara Clemente rep.7486 racc.5521 del 1/12/20), visto che l’ha acquistato in nome e per conto di suo figlio Hermes di tre anni, con i denari esclusivamente della sua compagna e provenienti da una banca estone, come, ma è certamente solo una mera casualità di nessuna conferenza, estone è la società Intus che generò la truffa Amicus di cui infra.
    Ulteriormente curioso, lo è, inoltre, se si verifica anche il suo parco auto (Visure PRA), visto che dichiara di utilizzare un’auto Tesla acquistata per 39.500 euro, però non sua, ma di proprietà della società di brokeraggio assicurativo finlandese INTUS FINANCIAL SERVICES DY LTD. Rimanendo in ambito auto, unico veicolo di famiglia è quindi un Tata 1400 del 2010, intestata alla sua compagna e gravata, sin dal 29/1/2016, di Fermo Amministrativo per 2.523 euro.
    Altro elemento di curiosità, è poi dato dal fatto che, nonostante sue ripetute dichiarazioni di aver conseguito al laurea presso la Sorbonne di Parigi, lei non risulta negli elenchi dei laureati di tale Università…
    E ciò, tra l’altro, senza voler aprire il discorso sulla vicenda Amicus Invest, attualmente all’esame della Procura di Torino, società che pose in essere un truffa usando le criptovalute, di cui lei fu consulente e perito nelle due diligence, come ben afferma lei stesso in una lettera del 1/1/2021 inviata a tal signora Rosalba De Peccol, soggetto truffato, e reperibile su opinioni.it/amicus-invest/: “La mia consulenza a tali soggetti giuridici (ndr: gli autori della truffa) è stata offerta esclusivamente per una super visione nella traduzione delle mail che il sedicente customer service autonomamente inviava ai clienti ed un supporto indiretto ad agenzie esterne di comunicazione e marketing. Sottolineo infine che prima di investire avevamo posto in essere una “due diligence” sui soggetti sopra citati e sulla Signora Oxana Andryushkina e Flavia Bottin, che insieme a Reijo Kirstua e Kimmo Kuronen, sono state parte attiva in questa azione “distrattiva”, costituendo altresì varie attività rivelatesi possibili scatole cinesi o simili (in Francia, Svezia, Finlandia, Spagna, Antigua ed Estonia) Intus Depositi e Prestiti, Intus Life Antigua, Intus Financial Service Nice, Fundior, Fundior Broker, Aube Hotel, Le Petit Bar di Monaco e molte altre che saranno oggetto di indagine delle magistrature europee e caraibiche.”
    Un sito, quello opinioni.it/amicus-invest/, estremamente interessante e da cui molto si apprende circa questa truffa estone da criptovalute, in particolare leggendo il post di Arle del 28/2/2020.
    Ciò scrittole, sono quindi ad implorarla di smettere di ridicolarizzare il Torino con le sue estemporanee farloccaggini e a lasciare una scena che sicuramente non le compete. Tra l’altro, io mai comprerò le sue criptomonete Vectorium e, son certo, che al pari mio farà la totalità dei tifosi granata… quindi, signor Enea, impari che ogni tanto, nella vita, occorre anche saper dire: c’ho provato e mi è andata male…
    Visto che la Console and Partners ha quasi sin da subito abbandonato il così detto progetto Taurinorum e che l’avv. Massimo Scalari ha dichiarato di fatto chiusa l’operazione, segua il loro esempio e si limiti a pensare al Barcanova, così magari non mi farà più chiamare da suoi sodali per avere un mio agreement sull’operazione Taurinorum, telefonicamente dichiaratami, dal detto suo sodale, targata Carlo Tavecchio … come dire, alla mala fantasia non v’è limite!

  12. Buongiorno.
    Come avrete visto, su facebook vi è stato un attacco immorale ed ingiustificato verso la mia persona e la mia famiglia da parte di un sedicente tifoso “illustre” del Toro.
    Premesso che tal personaggio era già stato diffidato da me, con email formale del 03/01/2021 nella quale era stato anche messo in Copia Conoscenza l’Ex Senator Roberto Salerno, ma che probabilmente tale diffida non è stata conformemente recepita da costui che vive di diffamazioni gratuite.
    Premetto inoltre che conosco il diffamatore in quanto chiesi a lui il perché si fece partecipe di una regalia di questo tipo all’attuale proprietà e perché avesse denigrato la nostra conferenza stampa invece di denigrare le conferenze fatte dall’attuale proprietà per 15 anni.
    Premetto inoltre che avevamo cercato di capire se il diffamatore seriale, in qualità di firmatario della cessione del Torino FC SpA all’attuale Presidente, avesse mai attuato una revocatoria dell’atto di cessione, visto che dichiarava di essere stato “forzato” a cedere e mi ha confessato che lo fece in piena coscienza e serenità e che non voleva rischiare di perdere una causa “milionaria” contro la Cairo Communication (è grazie alla paura che l’attuale proprietà continua a mietere “vittime” ndr).
    Considerato tutto ciò posso altresì affermare che chiesi a gran voce al ex Sen. Salerno e al suddetto diffamatore di dichiarare pubblicamente all’attuale proprietà la loro richiesta ufficiale di cedere, visto che erano stati loro a “porre su un piatto d’argento” il NOSTRO Toro all’attuale proprietà, ma che NON hanno voluto esporsi pubblicamente (sempre PAURA forse? ndr)
    Considerato altresì che ho sempre specificato pubblicamente e privatamente che il mio patrimonio è in asset digitali e in proprietà intellettuali, patrimonio la cui valorizzazione da fonti comprovabili (vedi Vectorium Coingecko) è superiore ai 3 miliardi di dollari al 10/01/2021 e che il diffamatore seriale mi chiese come contro partita (da chiedere a Taurinorum ed al Dott. Console) per esporsi nei nostri confronti, la vice presidenza e la possibilità incontrastata di divenire “il Prisco” del futuro Torino Fc con me Presidente (vi sono svariate email e registrazioni dei miei incontri se la sua memoria fosse intaccata da qualche problema endogeno).

    Tutto ciò premesso vado a smentire punto a punto, RIBADENDO la DIFFIDA VERSO LO STESSO ed aver incaricato altresì i miei legali a formalizzare Querela per Diffamazione plurima ed Aggravata.

    Rispondo ora alla missiva del diffamatore seriale.

    In primis la invito a fare delle ricerche più utili alla collettività magari verificando per esempio le aziende e le flotte personali e aziendali anche fuori dal territorio nazionale, a meno che abbia esclusivamente abbonamenti gratuiti che le danno accesso alle informazioni nazionali, in tal caso le posso indicare degli ottimi professionisti e consulenti legali specializzati in diritto Internazionale, magari colui il quale le farà pervenire la Denuncia per Diffamazione plurima e aggravata dalla diffusione di nome di minori, le spiegherà come fare.
    A tal proposito io controllo circa venti società in modo diretto od indiretto alcune in Italia ed alcune all’estero, continui a lavorare assiduamente e vedrà che con l’aiuto di un buon consulente in un paio di anni ne troverà qualcuna.
    Tralascio l’aver citato uno dei miei figli perché denota la sua forza, comunque il Notaio Clemente può sicuramente spiegarle come funzionano gli atti a favore di minori, mi spiace che chi professa di essere uomo forense non conosca le procedure dei Giudici Tutelari pertanto la invito ad approfondire l’argomento magari pagando la parcella di consulenza a un buon Notaio e non vado oltre, perché i minori non si nominano.
    Riguardo alla Tesla come noto la Intus ha acquistato l’auto e ne ha ceduto l’uso attraverso un leasing, ovvero contratti di noleggio a lungo temine come ne avvengono a decine pertanto anche qui la invito a studiare meglio la questione.
    Riguardo alla delicata questione Amicus Invest, vi è una Denunzia Querela in cui io sono “Parte Lesa” rubricata presso la Procura di Torino, situazione giuridica spinosa di cui lei è a conoscenza, anche in virtu di una delle tante mail riservate che lei sta diffondendo spudoratamente violando ogni policy ed ogni qualsivoglia buon senso. Premesso ciò nulla ha a che vedere con le Cryptovalute di cui le avevo già fornito degli spunti per conoscere ciò di cui si ostina a voler parlare, basta controllare il fatto che Amicus Invest LTD è stata costituita nel 2011 quando a mala pena esistevano i Bitcoin e gli utilizzatori erano poche centinaia al mondo attualmente peraltro multi miliardari.
    Riguardo ai miei Diplomi di Laurea alla Sorbonne Paris V ed all’Università di Toulouse Le Mirail, è tutto disponibile da anni sul mio profilo Linkedin che la invito ad esplorare. Linkedin potrebbe tornarle molto utile perché potrebbe offrirle un’ottima opportunità di rilancio lavorativo, anche se a fine carriera la vita può sempre offrire un’ulteriore chance.
    Riguardo alla Tata, non è mia, ma sappia che vi è un procedimento in corso in quanto la contravvenzione a cui afferisce il fermo è stata conseguenza di un “utilizzo non autorizzato” attraverso una piattaforma di Noleggio denominata Auting. Pertanto anche questa castroneria è solo frutto della sua superficialità di analisi. Anche qui la sua caduta di stile (che probabilmente non ha mai avuto) l’ha portata a nominare la mia compagna e mio figlio, probabilmente perché gli specchi su cui arrampicarsi con me stanno finendo.
    Le faccio presente che purtroppo la sua figura non era gradita agli amici che mi accompagnavano prima, che non le hanno mai (e grazie al cielo) voluto fornire informazioni patrimoniali e prove fondi in quanto non ha nessun titolo per richiedere a nome del Torino Fc nulla né ora, né mai.
    Ci duole altresì comunicarle che la sua richiesta di divenire Vice Presidente (alla Prisco) non può essere accolta per i suddetti motivi e ci chiediamo perché non le fosse mai stata concessa questa possibilità dall’Attuale Proprietà.
    In ultimo, le ricordo a titolo personale che il Toro meritava rispetto nel 2005 e nel 2006 quando è stato svenduto e ridicolizzato in modo ormai pressoché irreparabile, se lei passerà alla Storia come colui il quale ha permesso tutto ciò, purtroppo né io né i tifosi del Toro potranno mai porre rimedio.
    Confermandole che il comitato andrà avanti ancor più determinato e che è pronta la monetizzazione degli assets che ci permetterà di formalizzare quanto prima questo “passaggio epocale”.
    Augurandole le migliori cose, fino almeno al processo per diffamazione, la salutiamo cordialmente.

    Enea Benedetto

  13. Avvocato Marengo.
    Mi spieghi come hai lasciato il toro a Cairo iscritto alla serieB per 10.000€ ?
    Perché non gli hai chiesto 10milioni ?

  14. Bravo Enea.
    Marengo se il toro è stato di Cairo x 15 anni la colpa è tua.
    Del resto mi pare che la tua carriera politica sia terminata a ottobre 2005: è chiaro che anche i tuoi colleghi di partito hanno capito che non potevi avere incarichi di nessun tipo
    Lascia stare il Toro, Marengo.
    Al toro ci pensa i blackstone o benedetto

  15. Questa diatriba fa solo il gioco del nano.
    Concentriamoci sul fatto che Cairo ha chiesto 160 mil(80 di fatturato e 80 x lui).
    E iniziamo a muoverci……

  16. Mi spiace ma se veramente Marengo ha chiesto la vicepresidenza per appoggiarlo e adesso cerca di sputtanarlo per vendicarsi la figura del pagliaccio la fa lui

  17. Enea Benedetto sta destabilizzando il Torino come mister X poi rivelatosi Ciuccariello negli anni scorsi.
    Se finiamo in B è anche dovuto a questo clima ostile creato ad arte, da qualcuno che vuole Torino solo bianconera, i tifosi devono appoggiare il club in questo momento perché in caso contrario rischiamo di finire nella cadetteria con risvolti finanziari tali che impediscono di costruire una squadra competitiva per salire.

  18. Dhea è un bluff da pessimo giocatore di poker.
    Come esce la valutazione a febbraio, è fregato perché se ho ragione e mettiamo che valutano 140, lui può chiederne 20 ma loro gliene chiedono 280. Dove li trova? Le sue azioni valgono circa 150 milioni. Deve integrare. Col toro credo. O con soldi suoi in Lussemburgo. Oppure lasciando sul piatto toro e azioni.

    Su bitcoin chi vuole può trovare le cryptocurrency ordinate x capitalizzazione qua: https://m.it.investing.com/crypto/
    Ce ne sono migliaia

  19. La colpa della B è di Cairo e Giampaolo.
    Enea non lo conosce nessuno e non ne ha parlato nessuno: toronews, iltorosiamonoi, torinogranata, Gazzetta, Tuttosport, la stampa, SILENZIO TOTALE

  20. Boh, Marengo fa l’avvocato, dovrebbe sapere i rischi che corre con certe affermazioni pubbliche, e si è esposto davvero parecchio. Di contro la risposta di Benedetto per quanto decisa, continua a rimanere vaga, parla di venti società controllate in maniera diretta o indiretta, ma non ne nomina neanche una, come questi fantomatici “amici”, nomi e cognomi neanche a parlarne. I diplomi di laurea alla Sorbona e a Tolosa dice di verificarli su Linkedin…mi pare un po’ fragilina come prova. Che dire? Vediamo chi ha ragione.

  21. Corti: quali siano i suoi interessi e hobby onestamente non mi e ti riguarda. Puo benissimo fare il presidnete del Barcanova a tempo perso o di qualunque squadra di provincia.
    Quello che Enea non farebbe di sicuro è esporsi così tanto con nome e cognome e mettendoci la faccia per farsi pubblicità negativa. Nessuno è così masochista, di sicuro non è da solo e ha le spalle coperte da chi vuole investire nel Toro. Se ciò che ho letto è vero, e non ne dubito, ci sono sia i capitali iniziali per acquisire la società e per i primi investimenti di mercato ( se riuscisse a chiudere entro fine Gennaio) e sia per le strutture. Ebbene sì Enea è il primo presidente del Toro ad avere detto che vuole acquisire Fila, Stadio e Robaldo o comunque ristrutturarli. E’ chiaro che ci sono interessi che vanno anche al di là della fede granata è ovvio, i Babbo Natale non esistono più. Chi entra lo fa anche per passione certo ma lo fa per interesse.
    Inoltre non fatevi ingannare dalla bassa cifra offerta inizialmente di 55 milioni: è del tutto naturale che a scatola chiusa uno faccia una offerta bassa volutamente. Prima deve leggere i libri contabili, vedere i bilanci, capire se ci sono indebitamenti e capire il reale valore di cosa va a prendere. POI formula un offerta allineata con le valutazioni dei suoi esperti.
    Io non vedo l’ora che cambi la proprietà, quindi Enea sbrigati

  22. DJ, liberarsi di Cairo va bene, ma a me pare che tu accolga con entusiasmo un po’ ingenuo chiunque si presenti, presentandolo come Rockfeller sempre e solo sulla fiducia. Era così per Pipicella e la Console & partners, che mi pare si siano ritirati in 1/2 secondo (“Figurati se si espongono così a vuoto”, stesse parole), era così per quell’altro, quel buffone tirato fuori da Chiambretti, l’ambasciatore del Belize (“Con quel parco macchine basta venderne un paio e compra il Toro”). Per Blackstone ti sei indebitato di pizze e birre con Marianovic e mezza Torino, come se questi avessero mai accennato mezza parola a un interesse sul Toro. Ora è il turno di Enea, di cui nessuno sa niente, se non per quello che dice lui o gli dice Marengo, e che per il momento fa il presidente di una squadra di promozione. Poi magari hai ragione tu, domani tira fuori Zuckerberg alle sue spalle, compra il Fila, il Robaldo, fa lo stadio da 100.00 posti e ci fa vincere la champions. Magari…

  23. Mi piacerebbe vederli questi capitali dove sono e soprattutto DI CHI SONO e DA DOVE VENGONO.
    Gigi Marengo mise pochi, ma soldi veri per salvare il Toro dal fallimento. Qua invece si continua a parlare di 300 milioni, 200 milioni e a fare comunicati. Co. La bocca siamo capaci tutti di dire che abbiamo palate di soldi, anche se non ne abbiamo. Quindi Enea sbrigati il co andrei cauto a dirlo. A me sinceramente non ispira fiducia, e poi una trattativa per comprare una società si conduce così secondo voi? È vero che di Cairo non ne possiamo più ma per questo non è che dobbiamo finire nelle braccia del primo che passa. Gigi Marengo non è in avvocato di primo pelo quindi non credo che si metta in gioco a fare affermazioni così pesanti se non ha prove certe. Pertanto aspettiamo e vediamo che succede, non sono così convinto di questa Taurinorum. Poi ci sarebbe un altra cosa. Enea Benedetto ha pubblicamente dichiarato che gli piacerebbe avvalersi della consulenza di Luciano Moggi. Ma uno che pubblicamente dichiara di avere fiducia in un personaggio radiato d mondo del calcio e che ha chiuso un arbitro nei spogliatoi solo perché non aveva fatto quanto concordato, secondo voi che personaggio può essere? Ma guarda un po’ tutte a noi capitano!

  24. Benedetto, fatti non parole , adesso devi fare i nomi di chi c’e’ nella cordata perche’ le tue parole sono alquanto aleatorie,poi le auree su linkedin dimostrano superficialita’ e improvvisazione , sii serio …..faccele vedere, e poi magari cominceremo ad ascoltarti diversamente. Va be’ che giocavi portiere, ma stavolta ti sei fatto un mezzo autogol.

    • Anche per me ci sono cose che mi puzzano parecchio. Marengo è andato giù pesante ma credo sia il mezzo migliore per stanare questa fantomatica cordata.vedremo .intanto il mercato lo fanno gli altri e la b si avvicina.

  25. Ci sono.molte ombre su Taurinorum,vero.Sperismo alcune possano essere dissipare dopo la conferenza stampa che si dovrebbe tenere(parole di EB)tra il 20 e il 22 cm.
    Allo stato in cui siamo però,forse accetterei il rischio di un salto nel buio.
    Con Cairo è fallimento sicuro.
    E nn prendiamocela con Vagnati(più di tanto),e’ l’unico DS senza potere di firma.
    Ormai il nano e in piena confusione e non sembra neppure ascoltare più l’unico che gli dava qualche buon consiglio(Galliani)che lo mise in contatto con OSTI la scorsa estate ma che a precisa domanda di quest’ultimo:”Condurrò io le trattative?”si senti’ rispondere:”No,per quelle ci penso io.La firma è solo mia…..”e Osti,giustamente,ha salutato

  26. Molta gente non ha capito che se (e riscrivo se) benedetto è un poveraccio, cairo lo diventa tra un mesetto al massimo. Il fatto che abbia perso 70% valore borsa in 3 anni da 1,5miliardi a 200 e rotti milioni significa solo che se vuole vendere tutto non gli danno i miliardi ma solo 150 mlioni.
    Ma tra un mese con valutazione palazzo a 120 o 140 o 150 milioni, LUI È UN UOMO ROVINATO, perchè lui nep rendere10 o 20 o 30 ma ne dovrà dare 280. Che naturalmente non ha (se non in lussuemburgo).
    A QUEL PUNTO SARÀ COMPLETAMENTE FOTTUTO e io credo anche coi conti correnti bloccati. Del resto se li bloccano all’uomo più importante al mondo un minuto dopo che è caduto in disgrazia, non credo si facciano problemi a bloccarli a un mandrogno….

  27. Continui a sparare cifre ma soprattutto a dire cose senza senso. A Cairo non frega nulla del Torino, questo mi sembra chiaro, come è chiara la sua incompetenza calcistica e il fatto che non sia in grado di scegliere le persone adatte per gestire una società di calcio. Da qui a dire che è rovinato, fottuto e tutti gli altri termini che usi tu ce ne passa molto. Ti assicuro che nonostante tutto il Torino è una delle 10 società che ancora paga gli stipendi ai calciatori regolarmente, perchè questa è la realtà del nostro campionato, e dunque volendolo non sarebbe un problema far venire giocatori al Torino anche all’ultimo posto in classifica (queste cose infatti si sanno e i giocatori vanno volentieri dove sanno che i soldi ci sono, o al contrario fanno muro per non andarsene e noi ne abbiamo diversi che hanno messo radici solo per quello). Il problema è che lui è convinto di sfangarla anno per anno ma non è detto che questo succeda sempre. Io credo che aspetterà la partita con lo Spezia e poi è più facile che spenda qualcosa per un nuovo allenatore che per due o tre titolari che sarebbero quelli necessari. Questa è la nostra realtà, il resto Blackstone, Benedetto e tutto questo corollario di fesserie lasciano il tempo che trovano. Ho già detto che le eventuali trattative per acquistare un club come il Torino non si fanno in questo modo e sono d’accordo con quelli che hanno scritto Cairo via ma se c’è un’alternativa credibile e vera. Ripeto ancora una volta che in questo momento in cui si decide il futuro del calcio italiano in termini di diritti televisivi è impensabile che Cairo molli. Quindi bisogna solo sperare che veramente abbia paura di retrocedere e si decida a prendere quello che serve per evitare la serie B

  28. Se perdiamo con lo spezia manda via Giampaolo e prenderà uno tra Nicola Ventura o Semplici. E forse, ripeto FORSE comprerà un centrocampista codi a caso tanto per dire che ha sostituito meite, che siano Kurtic, shone, o chi per lui poco importa serviva altro, poi se andranno via anche Edera e Bonazzoli ( ho detto E non O ) allora forse arriverà anche un attaccante anche qui bisogna vedere chi.

  29. Non ci vuole molto a capire l’incompetenza di bracciomozzo, basta vedere uno dei suoi servili consiglieri, stuppiello fabio, stuppo per i nemici,forse era anche lui un concorrente del gf?

  30. ragionando con le tasche vuote di cairo, terrei bonazzoli,fuori dalle palle zazza e meite, non prenderei un altro attaccante, attingerei dalla primavera (avrei tenuto Millico), prenderei un regista, dentro bongiorno e segre titolari fissi, rincon incontrista, belotti centravanti e ogni volta torna in difesa gli si spara pallettoni di plastica.

    • Il regista devi pagarlo, a meno che non si voglia puntate su uno a zero tipo shone che per carità riguardo a esperienza e personalità magia in testa a tutta la nostra rosa, e probabilmente anche a tecnica (ma questo evidenzia la pochezza del nostro centrocampo) l’unico dubbio si potrebbe avere sulla tenuta fisica, ma se lo fai giocare accanto a Rincon FORSE potresti sopperire a questo suo problema.
      Sennò vai a pescare un Petriccione e buonanotte ai suonatori…li abbiamo 5 M(a esagerare) per Petriccione?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui