Inzaghi, ma non si vergogna?

13
5008
Simone Inzaghi
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio

Sharing is caring!

Una dichiarazione che assomiglia in tutto e per tutto ad una vera e propria uscita a vuoto. A margine della dolorosa sconfitta con il Bologna, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi si è proiettato anche alla prossima sfida con il Torino, in programma sulla carta martedì prossimo e a forte rischio a causa delle tante positività al Covidall’interno del gruppo squadra granata: “Martedì speriamo di giocare, vogliamo cancellare le due sconfitte. Il Torino non ha giocato, sarà più riposato della Lazio. (forzaroma.info)

13 Commenti

  1. Ci sarà una ragione se sono 15 anni che sta alla Lazio e nessuno lo schioda: lui e il suo sodale principale sono due ominicchi uguali, uguali… intanto quest’ anno in Champions non ci vanno, la Coppa Italia è andata, e se non arrivano neanche sesti vedrete che ridimensionata.

  2. Inzaghi è un gobbo, sarebbe perfetto per allenarli, ma alla fine non si vince con le parole, fossimo in un paese serio la Lazio per quello che ha fatto avrebbe meritato come minimo la retrocessione, ma evidentemente non siamo antropologicamente inclini a far rispettare le regole. La sua dichiarazione è figlia di questa mentalità, dove tutto è concesso, anche fare dichiarazioni come la sua. E badate bene, è giusto che ognuno difenda la propria squadra, può essere anche comprensibile che in certi casi si facciano provocazioni sportive, ma tentare maldestramente di portare acqua al proprio mulino ignorando che ci sono 8 giocatori contagiati (di cui un paio pare sintomatici) da un virus che ha fatto 2,5M di morti è di una miseria sconfinata…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui