La Superlega era solo la punta dell’iceberg. Ben venga per aprire gli occhi e cambiare le cose salvando il calcio

0
803
Rubrica Resurrezione Granata
Rubrica Resurrezione Granata - www.cuoretoro.it

Sharing is caring!

Inutile girarci intorno: le 12 società fondatrici di questa stronzata, avevano dei motivi ben precisi per fondarla : la fame di denaro, il bisogno di incassare di più, sempre di più, sia per vincere di più quando non capaci come la Juve, sia per ripianare debiti enormi come altre società tipo Real o Chelsea.

Sono tutti lì a girare intorno al problema, sull’antisportività e l’assenza di etica sportiva oltre che i modi con cui la superlega è stata pensata, fondata e annunciata.

La Gazzetta ha riportato fedelmente i bilanci, o meglio le enormi perdite, dei dodici club fondatori. Ma nessuno si chiede perchè i dodici clubs sono arrivati a tanto e in particolare chi ha avuto la pensata di farla ( Real e Juve in primis) perchè lo ha fatto?

Eppure è semplice. Sono macchine mangia soldi e mangia fatturati non sono squadre di calcio, non lo sono da tempo e essendo macchine mangiasoldi o finanziarie, è chiaro che con crisi economica e restrizioni legate al covid dopo avere speso centinaia e centinaia di milioni per rinforzarsi, sono rimaste spiazzate. Io l’ho già scritto in passato, vanno cambiate le regole, TUTTE le regole del mondo pallonaro, parlo di quelle economiche.

Se un club è già potente di suo, ha già un suo fatturato e incassi milionari dalle Coppe, dagli sponsor e magari dallo stadio, ha senso che prenda una fetta di torta abnorme anche dai diritti TV o abbia centinaia di milioni dalla Champions quando in Europa League danno solo le briciole? In pratica più sei forte, potente e ricco, più soldi prendi. Più soldi prendi e più spendi. Più spendi e più diventi forte e ricco e la forbice con le altre società si allarga sempre a meno di non fare miracoli costruiti in decenni come l’Atalanta in Italia o il Leicester in Inghilterra. Ma sono casi rari. Non sempre si possono fare miracoli

Va cambiato tutto, vanno messi dei freni alle spese delle società ( freni che ci sono ma forse non bastano) , vanno messi dei tetti agli ingaggi delle superstar, vanno bilanciate le entrate economiche di Lega, TV, coppe. Se una società è così brava da incassare molto da sponsor, merchandising e abbonamenti stadio bene brava. Ma dove la cassa è comune, la spartizione deve essere equa, con delle piccole differenze certo ma equa. Per dire qualche anno fa in Inghilterra la forbice dei diritti TV tra prima in classifica e ultima era inferiore a quella in Italia tra prima e quarta. E’ normale questo? NO

Poi non è normale che delle società si indebitino per portare a casa il fuoriclasse ultra costoso, rinforzino la squadra per vincere di più e che lo possano fare nonostante i debiti.

Se io compro un anno Higuain, Dybala, Khedira, Diego Costa, Cuadrado e l’anno dopo Ronaldo, Ramsey, Morata, Chiesa, Rabiot , gente che ha ingaggi stratosferici , divento più forte e vinco sempre di più e prendo sempre più soldi e vinco scudetti a ripetizione ( non quest’anno) ma dopo avere fatto il passo più lungo della gamba. E’ giusto questo? E’ sportivo? NO

La Superlega non è altro che il risultato di una bolla finanziaria calcistica esplosa o che stava esplodendo, con clubs che hanno 300-400-800-1.200 milioni di debiti ( tra l’altro mi chiedo cosa facciano gli organismi di controllo)…Con questa Superlega o Supersega come la chiama l’amico Diego, non si voleva fare altro che aumentare gli incassi per coprire i debiti e diventare sempre più forti ed elitari rispetto ad altri.

Quali sono le squadre che hanno vinto lo scudetto negli ultimi 20 anni in Italia ? Proviamo a indovinare ? Sono quelle iscritte alla Superlega che strano…quelle indebitatesi pur di vincere. E dopo la Samp nel 1990-1991 , hanno vinto sempre e solo le tre strisciate di Superlega con la sola eccezione di un titolo a testa per Roma e Lazio a fine millennio scorso…A me non sembra normale che non possa più vincere un Atalanta ( anche se ormai ci va vicino) un Napoli o un Verona lo scudetto. Negli anni settanta e ottanta fino a fine anni novanta capitava che una outsider vincesse lo scudetto, ricordo il Cagliari, la Fiorentina, la Sampdoria, il Verona, il Toro, la Lazio, il Napoli, la Roma …negli anni sessanta c’era anche il Bologna…

Poi certe regole andrebbero estese a tutta Europa è chiaro. Se metto un tetto alle spese alle italiane, lo devo mettere anche alle inglesi, spagnole, francesi e tedesche è ovvio. Ma siamo in Europa quindi non si riescono a fare regole più stringenti nell’interesse del calcio?

Poi parliamoci chiaro, un campionato o anche due senza Juve , Inter e Milan non è che mi faccia piangere anzi, proverei piacere a vedere un Atalanta campione d’Italia e magari un Toro in Champions. Dove sta scritto che la gente si diverte solo se vede Juve -Inter ? Io mi sono divertito molto a vedere Cagliari-Parma o Toro-Roma o Lazio-Benevento per esempio. E la stessa cosa vale per le partite di Champions. Alla lunga se alla gente presenti sempre lo stesso minestrone, la gente si stufa e questo sarebbe la rovina del calcio.

Ecco se c’è una cosa utile che questa Superlega potrebbe avere fatto, è stato spero di avere aperto gli occhi anche agli organismi come Uefa, Fifa , Figc ecc , sulla necessità di riformare un calcio che come dimostrato dalla Superlega, rischia di essere mangiato e dominato solo dagli squali che si sa, sono insaziabili .

Viva lo sport viva il calcio che lo ricordo ai vari squali affamati di denaro: è della gente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui