Verona-Torino: le formazioni ufficiali

42
1202
Antonio Sanabria

Sharing is caring!

Verona (3-4-2-1): Pandur; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Barak, Ilic, Lazovic; Salcedo, Zaccagno; Kalinic. All. Juric

Torino (3-5-2): Sirigu; Bremer, Nkoulou, Buongiorno; Vojvoda, Rincon, Mandragora, Verdi, Ansaldi; Sanabria, Belotti. All. Nicola

42 Commenti

  1. Partita fondamentale, anche questa.
    Finora nulla e’ stato conquistato, mi auguro che oggi si giochi e si vinca.
    Sperando di non buttare via punti, considerato che le ultime quattro partite saranno molto impegnative.

  2. -In campo vi è una squadra che sa giocare al calcio, l’altra un po’ meno.
    Sulla fascia sinistra gli avversari vanno a nozze, i soliti passaggi all’indietro con i soliti rilanci inconcludenti, un paio dei nostri in continua involuzione.

  3. Sì, questo Dawidowics era da espellere, fallo da dietro e seconda ammonizione sacrosanta, l’arbitro l’ha graziato (e non capisco perché, vedi Mandragora col Napoli…), Vojvoda dopo la bella prestazione col Parma oggi sta andando davvero fuori giri e Rincon (dalla stessa parte purtroppo) insufficiente come spesso capita ultimamente. Loro sono rognosi, riusciamo ad impostare con difficoltà, solo Verdi ha cercato, senza riuscirci, di combinare qualcosa, ma, occasione su errore del loro portiere a parte, il Verona ha avuto molte più chances di noi, Sirigu ha fatto un paio di miracoli (e tra i pali si dimostra ancora decisivo, meno nelle uscite come sempre). Metterei subito Singo, e oggi anche Ansaldi lo stanno bloccando molto bene, nonostante abbia Verdi in appoggio. Persino Mandragora non sembra il solito.

  4. -Poco per volta ci stanno schiacciando. Sirugu non sempre può fare miracoli. La paura che si stia mettendo male sta man mano crescendo.

  5. Tanti, troppi dei nostri sottotono oggi!
    Compreso il Gallo, se no qualche spazio interessante ce lo hanno lasciato.
    Adesso dovrebbe mettere Singo per la profondità che può darci.

  6. -Palla malamente persa da Lukic con successivo errore tattico macroscopico, la sciando Dimarco libero di calciare indisturbato. Grande ,grandissimo rammarico.

  7. Sirigu migliore in campo. Poi Bremer, Buongiorno e Ansaldi.
    Vojvoda ha giocato male, ma nel finale di stagione ha tirato fuori due segnature preziosissime.
    Onestamente non meritavamo di vincere, già col pareggio ci va di lusso.

    • Bah…chissà cosa avrò fatto mai Sirigu….una parata, sai che spettacolo
      Però nel momento decisivo proprio imperforabile eh, anche se la responsabilità maggiore ce l’ha quel genio di Lukic che ha perso la palla, e come al solito quando la perdiamo regolarmente ci infilano
      Vojvoda non ha affatto giocato male, e se permetti ha pure segnato un altro gol che poteva essere decisivo
      In compenso il nostro grande centrocampo con Verdi e Mandragora oggi proprio non si è visto, molto meglio con Baselli in campo, che almeno due palle d’oro a Belotti e Bonazzoli le ha date

      • Veramente ne ha fatte almeno 3 di parate decisive e il gol era imprendibile.
        Lo sai che non ho risparmiato critiche a Sirigu quest’anno, però oggi è stato sui livelli del passato. Non riconoscerlo è da fette di prosciutto, quelle solite, famose.

          • Nel primo tempo ha fatto un’uscita da “Oggi le comiche”, con tanto di deviazione salvata sulla linea da un loro difensore.
            Sirigu non ha sbagliato nulla, se vedi la traiettoria ad uscire del gol loro, nessuno avrebbe potuto evitarlo, neanche Jascin.

          • Se è per questo Sirigu su un loro traversone nel primo tempo ha guardato come suo solito passargli la palla davanti invece di prenderla al volo, e solo per fortuna Bremer ha anticipato l’attaccante
            Poi io oggi non l’ho criticato, ho contestato chi dice che è stato il migliore in campo o “monumentale”

  8. Di marco con noi si esalta sempre, sembriamo i tennisti col braccetto corto e le ultime 2 abbiamo spezia e benevento…sembra studiato dio mio che angoscia

  9. peccato, oggi avremmo potuto essere praticamente salvi e invece dovremo lottare fino all’ultima giornata, oggi comunque male, avrebbe meritato di più il Verona e la vittoria sarebbe stata fortuita, abbiamo avuto occasioni solo nell’ultimo quarto d’ora, per il resto tre passi indietro. Bene che il Cagliari abbia vinto ora abbiamo + 4 sul Benevento e + 1 sullo Spezia, ma sarà ancora molto dura. Mercoledì noi abbiamo il Milan ed è un incontro complicatissimo, ma il Benevento va a Bergamo. Poi i sanniti avranno il Crotone retrocesso e noi andiamo a La Spezia, rischiamo quindi di arrivare all’ultima decisiva. Certo abbiamo il recupero con la Lazio ma sarà difficile fare punti a Roma…

  10. domenica penso che almassimo rimaniamo a 4 punti dal benevento…..poi loro voncono col Crotone e noi lo spareggio in Liguria……………poi infrasettimanale con la Lazio e scontro diretto col Benevento….dio altro che fatta

      • Guarda che tu non hai la verità in tasca, la mia opinione vale esattamente quanto la tua, perciò io penso che oggi i migliori sono stati Bremer Buongiorno Baselli e Vojvoda, i peggiori Rincon Lukic Mandragora e purtroppo gli attaccanti. Punto. Io Sirigu non lo sopporto più per diverse e svariate ragioni e spero se ne vada, perchè quest’anno complessivamente ha fatto schifo e perchè ha sputato sui nostri colori, mica perchè mi stanno sulle palle i sardi o quelli con la barba, poi se tu vai estasi per due parate fatti tuoi, lasciamo perdere, appunto

    • dai Marco, quest’anno Sirigu ha fatto spesso male e ci ha anche fatto perdere delle partite, ma oggi ha fatto grandi parate (due in particolare) e sul gol nessun portiere al mondo poteva prenderlo, sulle uscite certo spesso non è preciso, anche oggi, ma è stato indubbiamente il migliore in campo

  11. Partita dominata dal Verona.
    Un punto oggi va di lusso, considerato il + 4 sul Benevento, ma non e’ ancora finita per niente, ci giocheremo parecchio, se non tutto, contro lo Spezia.
    Che dire, ringrazio l’allocco in tribuna da 7 in pagella per tutto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui