Le pagelle di Fiorentina-Torino

1
807
Andrea Belotti
Andrea Belotti

Sharing is caring!

Milinkovic-Savic: pulito, come sempre, nei rilanci, due grandi parate nel primo tempo, forse un pò poco reattivo in occasione del raddoppio viola (6)

Izzo: disastroso, inspiegabile l’approccio alla gara, impacciato con la palla nei piedi e sempre superato da Nico Gonzales, nel secondo gol viola lascia troppo spazio a Vlaovic, come, in occasione del primo gol, dà a Nico Gonzales il tempo di stoppare, mirare e  calciare. Se si è offeso perché gli viene preferito Djidji, questo è l’atteggiamento sbagliato per reagire. (3)

Djidji: se deve giocare lui titolare siamo proprio messi male, sempre in difficoltà con Vlaovic prende una sacrosanta ammonizione, forse in occasione del fallo meno evidente, e viene sostituito. (4,5)

Rodriguez: in mezzo a quella difesa da operetta tragica fa la sua onesta figura. (6)

Singo: potremmo fare il copia e incolla delle precedenti pagelle, straripante ma grezzo, troppo grezzo, così nel momento decisivo non fa mai la cosa giusta (5)

Lukic: a Torino diciamo por fieul. Corre per il campo e sembra sempre che sia capitato lì per caso, soliti palloni inutilmente laterali o dietro. Non dà mai un appoggio a Mandragora. Speriamo Pobega sia pronto presto. Un voto in più per l’assist a Verdi (5)

Mandragora: predica nel deserto, recupera un mucchio di palloni e prova a impostare, però nessuno a centrocampo lo aiuta e nessun attaccante si propone. (6)

Aina: troppe distrazioni alle quali alterna rare giocate, non può essere lui il titolare. Speriamo nella salute muscolare di Ansaldi. (5)

Linetty: l’anno scorso nel suo ruolo aveva giocato male fino a perdere la titolarità, quest’anno gioca fuori posizione e si vede. (5)

Sanabria: irritante per come sta in campo, non ne azzecca una. Ho paura che le prime giornate dello scorso campionato erano una pia illusione. (4)

Belotti: se questo è lo spirito da capitano promesso a Juric siamo messi male. Non pervenuto, impietoso il confronto con Vlaovic. (4)

Subentrati: 

Buongiorno per Djidji (1’s.t.): un pò meglio del compagno che sostituisce ma, anche lui, tenta di contenere Vlaovic facendo solo falli. (5)

Piaja per Sanabria (22’ s.t.): entra tra i fischi dei suoi vecchi tifosi, stiamo capendone il motivo. Mai uno spunto, mai una iniziativa. (4,5)

Verdi per Linetty (22’ s.t.): ok segna il gol del 2-1, ma perde due palloni sanguinosi a centrocampo e, regolarmente, prendiamo il gol che chiude la partita. (4,5)

Vojvoda per Izzo: (31’ s.t.): s.v.

Ansaldi per Aina (37’ s.t.): s.v. – però torna al più presto e mantieniti sano.

Juric: dalla postura degli ultimi minuti credo si sia reso conto che con questa squadra, indebolita e con troppi giocatori coi fantasmi nel cervello non se ne viene fuori e starà sperando che ci siano tre squadre più deboli, mi sbaglierò ma non possiamo ambire a niente di più. Mi dicono che sta sparando a zero sulla società. Probabilmente si vuol fare cacciare. (5,5)

Cairo: sono due anni e mezzo che ci regala solo umiliazioni in tutti gli stadi d’Italia, compreso il nostro. Promette, semina balle, prende in giro tifosi e allenatori e non ha il buon gusto di togliere il disturbo. 

Sandro Mellano

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui