Un Toro da applausi

0
490
Antonio Sanabria e Marko Pjaca
Antonio Sanabria e Marko Pjaca

Sharing is caring!

ANTICIPO DELLA 4^ GIORNATA DEL CAMPIONATO DICALCIO SERIE A – STAGIONE 2021/2022

VENERDI’, 17 SETTEMBRE 2021, ORE 20,45

SASSUOLO  –  TORINO:  0  –  1

MARCATORE: PJACA al 37° s.t.

SASSUOLO (4-2-3-1): CONSIGLII; TOLJAN, CHIRICHES, FERRARI (Cap.), ROGERIO (dal 20° s.t. TRAORE’); LOPEZ, FRATTESI (dal 28° s.t. HARROUI); BERARDI, DJURICIC (dal 40° s.t. DEFREL), BOGA (dal 20° s.t. KYRIAKOPOULOS); RASPADORI (dal 20° s.t. SCAMACCA).

ALL.: DIONISI

ESPULSI: NESSUNO

TORINO (3-4-2-1): MILINKOVIC-SAVIC; DJIDJI, BREMER (Cap.), RODRIGUEZ; SINGO (dal 31° s.t. VOJVODA), LIKIC, POBEGA (dal 31° s.t. MANDRAGORA), AINA (dal 6° s.t. ANSALDI); PRAET (dal 20° s.t. LINETTY), BREKALO (dal 31° s.t. PJACA); SANABRIA.

ALL.: JURIC

ESPULSI: NESSUNO

AMMONITI: BREMER, DJIDJI, AINA, RODRIGUEZ per gioco scorretto.

ARBITRO: PICCININI di Forlì.

“Bravi, bravi, bravi”, così’ si esprimeva Juric al termine della partita, abbracciando i suoi giocatori, protagonisti di una meritatissima vittoria sul campo del Sassuolo, frutto di una prestazione eccellente. Era da tanto tempo che non si vedeva il Toro giocare così bene. Ma protagonista è stato anche, e forse soprattutto, Mister Juric, che ha dato alla squadra carattere, sicurezza, aggressività. E i nuovi arrivati sono giocatori di talento; Brekalo, Praet e Pobega hanno fatto fare al Toro il sospirato saldo di qualità, Pjaca si è sbloccato segnando un gol bellissimo e Sanabria ha dimostrato d’essere in forma, sfiorando la rete in due occasioni. Rodriguez sembra un altro rispetto alla scorsa stagione; è uscito vincitore dal duello con Berardi, contrariamente a quanto successo in occasione dei recenti Campionati Europei che hanno visto trionfare l’Italia. Bremer, per la prima volta con la fascia da capitano e Djidji hanno giocato in modo impeccabile, e con personalità, specialmente il brasiliano, che pur ammonito, non si è scomposto. Anzi, è riuscito a colpire di testa nell’area del Sassuolo, sfiorando il gol. Gli spauracchi della vigilia, cioè i vari Raspadori, Scamacca, Boga e Berardi hanno trovato pane per i loro denti. Il Toro ha dominato la partita, colpendo due pali, e creando diverse occasioni, con due salvataggi sulla linea da parte dei neroverdi emiliani. E’ piaciuto anche Milinkovic-Savic, autore di una grande parata sul finire della gara, su colpo di testa di Ferrari. Sarebbe stata una vera beffa se il Toro non fosse uscito dal Mapei Stadium con i tre punti, tanto è stata  la sua supremazia. Ci si domanda cosa potrà fare questa squadra con il rientro di Belotti, il quale potrà disporre ora di validissimi suggeritori. Juric aspetta il miglior Belotti, e a questo punto Belotti potrebbe convincersi a firmare il rinnovo che il Patron Cairo gli ha proposto da tempo. Ci sono i presupposti affinchè il Gallo vada per l’ennesima volta in doppia cifra, e continui la scalata per conquistare la vetta della classifica dei più prolifici goleador granata. Nel prossimo turno infrasettimanale, il Toro dovrà vedersela con la Lazio, altra avversaria temibile, che nel recente passato non ha mancato di offrirci delusioni; basta pensare alla partita d’andata del campionato scorso quando il Toro perse 3 – 4 nei minuti di recupero. Sarebbe veramente bello se il Toro riuscisse a sfoderare un’altra prestazione maiuscola; noi tifosi potremmo incominciare a sognare.    

Franco Venchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui