Pjaca: “Pronto a tornare. Dopo la sosta dobbiamo fare più punti”

6
638
Marko Pjaca
Marko Pjaca

Sharing is caring!

Marko Pjaca, attaccante del Torino, ha parlato della sua situazione ai canali ufficiali del club granata. Le dichiarazioni

Marko Pjaca, attaccante del Torino, è stato intervistato dai canali ufficiali del club granata.

CONDIZIONE – «Mi sento bene. Ovviamente non sono al top perchè ho bisogno di giocare per tornare in forma, ma è stato molto importante tornare con lo Spezia, non devo aspettare due settimane per scendere in campo. Mi sento bene, lavoro bene e direi che sta andando come previsto».

ALLENAMENTI – «Molto forti ed intensi, ci prepariamo per la gara dopo la sosta. Spero che il lavoro ripaghi alla fine».

JURIC – «Con lui ho un rapporto buono come tutti i compagni. Mi piace molto il modo in cui ci fa giocare, sappiamo tutti cosa fare e come esaudire le sue richieste. E’ molto importante».

FIDUCIA – «Mi fa piacere, so che è una responsabilità in più e cerco di ripagare tutti».

STAGIONE – «Secondo me ci sono margini di miglioramento, però giochiamo molto bene. E’ importante, però forse non abbiamo fatto i punti che avremmo meritato. In campo ci è mancata la fortuna in qualche partita, speriamo di fare meglio dopo la sosta».

GRUPPO – «Siamo un gruppo bellissimo, siamo molto amici e ci aiutiamo tanto. Abbiamo fiducia in questa squadra, lo vogliamo dimostrare sempre».

MIGLIOR RAPPORTO – «Con i connazionali è più facile ovviamente. Con Lukic e Vanja parliamo la stessa lingua, è più semplice».

BREKALO – «In campo si parla solo italiano. Josip capisce quasi tutto, io gli do una mano se deve chiarire qualcosa».

TIFOSI – «Sono molto appassionati, ogni partita ci danno una mano con il loro sostegno. Segnare sotto la Maratona è bellissimo, spero di potermi ripetere». (calcionews24.com)

6 Commenti

  1. Secondo me Pjaca è una delle tante vittime del sistema calcio Italia, (aggiungiamoci poi una notevole dose di sfiga sua tanto per non farci mancare nulla). Ma credo che il vero momento inncui si è rovinato è stata la preparazione, in Italia tendiamo a far aumentare la massa muscolare oltre la normale logica perché sennò il giocatore è “troppo gracile”, alcuni hanno dei fisici capaci si reggere il sovraccarico altri invece no. Penso a Pato, Strotman, ma nache i più recenti Zaniolo (guardate la differenza tra il primo Zaniolo e quello odierno… è triplicato) dybala stesso i primi anni di gobba doveva ingrossarsi e era spesso rotto per me pure Millico ha patito (negli ultimi 3 anni è stato piu rotto che in campo). Non lonso voi che ne pensate?

    • -Penso che se nei diversi clubs in cui è stato sin’ora ,con relativi staff sanitari, non siano stati in grado di risolvere il problema la sua situazione appare alquanto problematica e di difficile soluzione ;probabilmente il tutto potrebbe essere causato dalla sua struttura fisica particolare. Comunque non è detto, la mia può essere benissimo un’opinione errata e di cui spero sinceramente di sbagliarmi.
      FVCG (ora e per sempre).

  2. Pjaca a 19 anni e in Croazia fisicamente era già una bestia, questo è il video di lui contro la Spagna 5 anni fa’:
    https://youtu.be/v-E9ixdREBE
    In realtà è abbastanza normale che ad avere infortuni muscolari e tendinei siano i giocatori che più giocano sulle accelerazioni e sugli strappi, vedi Spinazzola o Zaniolo, anzi qualche tempo fa’ avevo letto l’intervista di un ortopedico specializzato nel recupero degli sportivi professionisti che argomentava come dopo una operazione ad un legamento del ginocchio aumentava a dismisura il rischio che il paziente si infortunasse anche all’ altro ginocchio perché seppure inconsciamente si tende a distribuire i carichi di lavoro sul ginocchio sano.
    È molto improbabile che Pjaca torni proprio quello di un tempo e credo che rimarrà sempre un giocatore molto discontinuo però è anche possibile che utilizzato con oculatezza da un mister di buon senso possa darci delle soddisfazioni anche al 75% di quello che era.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui