Juric: “ci vuole più carattere, in situazioni in cui i punti sembravano nostri”

11
1435
Ivan Juric
Ivan Juric

Sharing is caring!

Juric comincia dai primi venti minuti: “Abbiamo dominato, poi loro hanno cambiato modulo, scegliendo il 4-3-3. Da quel momento abbiamo sofferto, prendendo gol a inizio secondo tempo, ma ai ragazzi rimprovero poco, se non la mancanza di un po’ di brillantezza e lucidità“. 

Poi Juric prosegue commentando lo sviluppo di gara e l’episodio discusso del finale: “Il Venezia è stato molto basso nel secondo tempo, si è chiuso, abbiamo avuto qualche occasione, anche su angolo, ma non siamo riusciti a fare gol. Per l’episodio di Belotti nel finale, non so veramente cosa dire. Contro il Sassuolo hanno battuto un fallo laterale 15 metri avanti, e oggi questo. Non mi sembra che ci sia stato un blocco, lui è dietro: di cosa stiamo parlando? Sono cose difficili da spiegare, gravissime. Poi penso che la squadra ultimamente abbia fatto delle belle prestazioni, e abbiamo preso spesso gol all’ultimo minuto. Forse oggi è mancata della brillantezza, ma è andata così“, commenta l’allenatore croato. 
Da Brekalo Pjaca mi aspettavo qualcosa di più. Ieri abbiamo perso Praet per tutta la stagione, quindi dobbiamo adattare Brekalo. Ma la lucidità è mancata un po’ a tutti, anche se i ragazzi hanno dato, hanno lottato, è stata una partita ingannevole in cui abbiamo pagato caro delle situazioni a nostro sfavore. Ci vuole più carattere, in situazioni in cui i punti sembravano nostri“. Chiusura riservata alla possibilità di un tandem d’attacco Belotti-Sanabria: “Non è possibile, assolutamente: sono due prime punte. La squadra ha trovato un suo equilibrio giocando così, quando abbiamo giocato con le due punte non abbiamo fatto niente“. Per Belotti “ci vuole tempo: il ragazzo deve ritrovarsi e lavorare bene, finora ha fatto pochi allenamenti“.  (gianlucadimarzio.com)

11 Commenti

  1. Ho controllato il regolamento
    Il gol non era da annullare, lo sarebbe stato se Ponega avesse fatto blocco su Caldara, ma non è così è Caldara
    Non sarebbe mai potuto arrivare su quella palla
    Incredibile
    Detto questo stasera le scelte di Juric non le ho capite, mettere Linetty in quella posizione era chiaro a tutti che sarebbe stato un fallimento non perché il giocatore sia scarso ma perché è inadatto a interpretare quel ruolo
    Poi è già la seconda volta che giochiamo bene, all’avversario non riesce a giocare, loro cambiano modulo, noi no e ci mettono sotto

  2. Premesso che anche questa “splendida” partita e’ l’emblema della pessima gestione presidenziale cairota, caro Juric, ma cosa cazzo stai dicendo???
    La squadra che alleni non gioca e perde malissimo a Udine, rilancia alla grande il terz’ultimo Venezia, al quale basta che Zanetti cambi lo schema di gioco per metterti letteralmente nella merda, senza che tu riesca a porvi rimedio, e tu non trovi di meglio da dire che prendertela con l’arbitro, la sfortuna, Praet ecc ecc???
    E poi “ai miei ragazzi non ho da rimproverare nulla….”……La tua squadra ha giocato 20 minuti su 90!!!!!!
    La tua squadra avrebbe dovuto annientare il Venezia, per dimenricare.la sconfitta di Udine e tutte le altre!!!!!!!
    Invece fa fatto enormemente schifo!!!!!
    Riconoscerlo non ti farebbe piu’ onore?????

  3. Perdere in casa con il Venezia non esiste ,ripeto non esiste!!anche questa partita dopo quella di Udine caro Juric non ci hai capito proprio niente.

  4. Effettivamente dopo il goal di Raspadori, le ultime 2 partite, giocate contro 2 squadre scarse, parlano di un mister in grande confusione sia nella formazione iniziale che nella gestione dei cambi, ma soprattutto nella gestione della partita dove si nota la cronica mancanza di un piano B.
    Con ieri, è bene ricordarcelo, siamo arrivati a 10 sconfitte in 24 partite e delle 14 che restano 7 sono con le prime 7 delle restanti dobbiamo giocarne 5 fuori casa dove il nostro rendimento è a dir poco deficitario, mentre in casa mancano Spezia, con la quale in 3 confronti non abbiamo ancora vinto una partita e ottenuto un misero pareggio e il Cagliari che ha cambiato marcia. Sarebbe quindi buona cosa pensare a fare i punti che servono per salvarci, poi tutti gli esperimenti anche quelli impensabili come Linetty mezzo dx e Warming quinto dx.

  5. Juric ha il paraocchi come i cavalli non ha flessibilità sui moduli e sui cambi e si sta rivelando quello che è un discreto allenatore niente di più niente di meno

  6. -Confidiamo solo di arrivare al più presto ai famosi 40 punti ,sperando che siano sufficienti. Visti i recenti risultati si ha la netta sensazione di essere in piena fase involutiva , a quanto sembra tipica da parte delle squadre di Juric nel girone di ritorno. Tra l’altro le sue scelte pre- incontro e successivi cambi in corso cominciano a lasciarci perplessi.
    FVCG (ora e per sempre).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui