Juric: “Milan forte, ma siamo sulla strada giusta”

22
424
Ivan Juric
Ivan Juric

Sharing is caring!

Ivan Juric, allenatore del Torino, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Milan: “Giochiamo contro una squadra forte, che gioca insieme già da un po’ e che ha tante soluzioni. Noi vogliamo fare una grande partita e magari cercare di vincere. Siamo sulla strada giusta”.

Sugli infortunati: “Non ci saranno Aina, Sanabria e Aikhan. Il primo ha subito una lesione muscolare, il secondo ha un problema al soleo e il terzo ha un affaticamento. Sono i tre che mancheranno”.

Su Pellegri: “Ha vissuto molto momenti difficili nel corso degli anni, ma ha voglia di lavorare bene e deve avere entusiasmo cercando di sfruttare il momento positivo. Ha fatto due gol, non mi aspetto troppo ma deve continuare la crescita e mettere qualcosa in più in ogni partita. Deve avere felicità ed entusiasmo, finalmente”.

Riguardo le possibili soluzioni sulla trequarti: “Vlasic gioca sempre, è l’unico giocatore completo e fa tutto molto bene. Nella mia testa non è mai in discussione. Miranchuk può darti qualità come a Udine perché lega i reparti, mentre Radonjic dà più spunto e accelerazioni. Vediamo con chi iniziare”. (sportface.it)

22 Commenti

  1. -Forse riterrei più opportuno parlare della partita ormai imminente anzichè perdersi dietro a cose che proprio non interessano, data l’importanza dell’incontro. La vedo dura ,oserei dire proibitiva data la caratura dell’avversario ma non impossibile. Tutto starà da come sarà l’approccio e da come Juric saprà affrontarla.
    FVCG (ora e per sempre).

  2. Perdonami Excalibur, ma quello che ormai interessa alla totalità o quasi del popolo granata è sapere quando carie ci libererà dall’incubo (visto che siamo nel periodo di Halloween) della sua presenza.
    Per il resto, non si retrocede né si va in Europa, indipendentemente dal risultato di stasera, quindi la partita non la vedo assolutamente importante, come tutte le altre del resto, anche se il mio imprinting di tifoso me le fa guardare quando è possibile.

  3. Credo che, se anche fosse vera la storia dell’Alessandria, mai mollerebbe l’osso granata, quell’egocentrico penoso.
    E chi gliela rida’ l’enorme visibilita’ che ha ora, per non parlare dei milioni di euro che prende, tirandone fuori 1/10……….

  4. ma infatti.
    i suicidi sono sempre possibile, ma recuperare 8 punti per ultime 3 in sole 24 partite la vedo un tanticchio complicata per ultime tre.
    la notizia interessa e molto anche.
    ipotesi A mette prestanome e finalmente come dice articolo, i giovani del TORO non spariscono dai radar o vanno via per 0 euro.
    ipotesi B, de masi che in intervista alla rai dice tutto fatto, non da il nome in quanto non puo dare nome di cairo. Per il momento.
    E li si aprono scenari notevoli e facilmente comprensibili.
    volesse il cielo.

  5. Potrebbe essere, Pennisi continua a dire che sulla due diligence fatta ha notizie certe e addirittura dirette mentre sul nome del compratore solo notizie indirette anche se credibili.
    Diceva che a quanto era venuto a sapere il potenziale compratore aveva rallentato la trattativa perché attirato dall’ipotesi Inter, il che ci darebbe anche prelibati indizi sulla capienza dello stesso, ma, aggiungo io, adesso che Zhang padre è finito nel direttivo del PCC è probabile che le loro fortune svoltino in positivo e che l’Inter non venga più venduta e allora forse 2+2, cioè le voci sull’ Alessandria, farà finalmente 4.

    • Cioè, spiegati meglio.
      Uno rallenta la trattativa x acquisto TO x eventuale acquisto Inter ma poi vira su AL?
      Sarò io che non capisco…….

      • Il compratore sempre secondo Pennisi ad un certo punto è stato attratto dalla situazione Inter che però potrebbe anche non essere venduta mentre ad interessarsi all’Alessandria potrebbe essere stato Cairo in attesa di vendere il Toro.
        Il discorso che fa Pennisi è complesso e parte dalla ragione per cui tante proprietà americane stanno acquistando società italiane, secondo lui questa tendenza non ha niente a che fare con la speranza di futuri guadagni nel calcio bensì con una complessa partita geopolitica che gli americani stanno giocando in Europa ed in Italia, e fa l’esempio dei Friedkin che in effetti con la Roma stanno perdendo una quantità mostruosa di soldi ben difficilmente spiegabili con un semplice ragionamento di convenienza economica.

  6. Purtroppo il maiale non mollerà l’osso tanto ha capito che bastano 2 partite semipositive e tutti si dimenticano la merda mangiata e futura. Poi se dovesse prendere Alessandria mette i giovani li in serie c e non se ne andrà mai. Siamo vicini alla sparizione ancora 2 anni e siamo finiti, stasera stadio pieno di milanisti in ogni settore tranne la maratona, giocheremo fuori casa.

      • Certo meglio che niente ma doveva farlo molto tempo indietro, il problema che lui non tira fuori i soldi per comprare qualcosa, vedi toro la7 e rcs. Perciò o la offrono gratis l Alessandria o niente non compra, e non è fallita…..

  7. Personalmente non ho proprio certezze ma per concludere il discorso Pennisi lui ha anche detto che negli ambienti finanziari milanesi è risaputo da molto tempo che Cairo si è dato come obbiettivo inderogabile quello di vendere il Toro entro il 2023.

    • Il pcc è un Bell enigma
      In effetti zhang potrebbe aver detto così x alzare prezzo, ma potrebbe anche sapere che cambierà qualcosina dopo congresso e quindi potrebbe restare
      Vai a sapere.
      Su Alessandria mi domando: se tu demasi sai che vendi perché non dici nome compratore? Perché non lo può dire adesso ma a novembre si ( discorso multiproprietà, quindi è uno che ha un club oggi ma tra un mese non ce l’ha)?
      Oppure xche’ ?

  8. E c’è sempre il discorso dei 70 milioni complessivi della nota vicenda, che ha versato la scorsa settimana.
    E che di sicuro non gli ha fatto piacere coprire coi suoi sudati risparmi…..
    In qualche modo deve rientrare. Meglio se con qualcosa di cui gli frega un azz. E restando nel business.

  9. Deve rientrare dei seggiolini della LIG.
    Fila, Robaldo, BX… Tante pippe mentali, poi tutto finito nello stargate cairota, che trasferisce il tutto nel nulla.
    Sarà così anche stavolta.

  10. Però i debiti prima o poi vanno pagati.
    Va bene che il nano è il più furbo,il più intelligente,il piu’ capace,il più immanicato,ma dobbiamo pensare che davvero tutte le sue malefatte vengano coperte da quelli di Venaria?
    Neanche fosse il figlio prediletto di J.E
    Inoltre,quanto costa agli ovini aiutare il nano?
    Hanno davvero tutto questo ritorno economico nel coprire uno che fa la puttanata BX?
    Spendono una vagonata di milioni solo per tenere il Toro nel limbo?Soprattutto in tempi come questi dove sembra che anche loro x far quadrare i conti si affidino alla finanza diciamo creativa o più realisticamente si aggrappino a pareti di vetro.
    Si sente in lontananza lo stridore delle unghie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui