Questo Toro è una catastrofe!

0
509

Sharing is caring!

Quest’anno il Toro è una catastrofe. L’obiettivo a inizio stagione era l’Europa e adesso è diventato la salvezza.
Ieri sera il Napoli ha sconfitto 2 a 1 i granata con goal di Manolas e Di Lorenzo per i partenopei. Per il Toro accorcia le distanze Edera al 91’, troppo tardi e troppo molle per poter pensare o sperare in un pareggio.
Ancora una volta ieri Belotti e compagni in difficoltà. Zero personalità, reparti slegati, nessun leader che prenda la squadra per mano, ormai anche Belotti ci ha rinunciato, e diventa davvero difficile pensare che la squadra non remi contro la società.
Basti pensare all’ultimo pallone della partita tra i piedi di Izzo (purtroppo anche lui, ormai da tempo, con la testa altrove. Lampante la sua voglia di andare via dal Toro), tirato addosso a un avversario, così a caso, probabilmente per far passare gli ultimi secondi di gara.
È ora di guardarsi negli occhi e assumersi le proprie responsabilità, perché la serie B dista solo 5 punti. È meglio ripeterlo: la serie B dista solo 5 punti, l’ultima vittoria risale al 12 gennaio, ieri è arrivata la sesta sconfitta consecutiva e TUTTI hanno commesso degli errori.
In primis la società: non si può non fare il mercato, lasciare il Filadelfia incompleto, non aver esonerato Mazzarri per tempo. L’ultima spiaggia doveva essere il 7 a 0 contro l’Atalanta. Inoltre il Fila rimasto chiuso ai tifosi per mesi, nessuna novità sul Robaldo (e tanti altri fattori negativi) e dei giocatori ai quali va attribuita la giusta colpa.
Bisogna sperare e volere davvero che le cose cambino perché la serie B è veramente dietro l’angolo. La stagione è già catastrofica, al Toro in B non ci voglio nemmeno pensare.
Voglio credere in Longo, in Asta, in Bava… tutti veri cuori granata che sicuramente danno e daranno il massimo per la causa, così come ha dichiarato ieri il ds granata ai microfoni di Dazn, per salvare il più possibile di questo campionato.
Toccherà a loro intervenire, far capire ai giocatori (sui social ormai definiti dai tifosi come mercenari più che calciatori) che è arrivata l’ora di tirarsi su le maniche!

Giovanni Goria

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui