Berenguer: “Dobbiamo continuare a lottare”

5
507
Álejandro Berenguer
Álejandro Berenguer, attaccante spagnolo del TorinoFc

Sharing is caring!

L’attaccante granata Alex Berenguer, subentrato a Verdi nel corso del match contro la Lazio, a fine partita ha commentato la sfida da poco conclusa ai microfoni di Sky: “Abbiamo disputato un’ottima partita, purtroppo però nonostante la prestazione non siamo riusciti a fare punti. Per questo siamo ovviamente molto dispiaciuti. Siamo però consapevoli che dobbiamo continuare a giocare il pallone come questa sera e i risultati arriveranno. 

Dopo due mesi di sosta ritrovarsi a giocare ogni tre giorni e con questo caldo non è semplice. Noi però dobbiamo continuare a lottare con il coltello tra i denti, come ha detto il mister, per raggiungere il nostro obiettivo.”

(fonte torinofc.it)

5 Commenti

  1. La squadra, questa squadra, è oggettivamente scarsa. Lo scorso anno ci eravamo illusi perché era filato tutto liscio, strappando punti con i denti e con una difesa che era pressoché infallibile.
    Ma va detto che, oltre alle risapute scelte sciagurate della società, cioè unico investimento su Verdi che è un discreto giocatore incappato per altro in una stagione no e ostinazione nel non cercare almeno due giocatori di livello a centrocampo. Ma le responsabilità della triste condizione attuale vanno condivise con Mazzarri, è lui che ha avallato la distruzione della squadra costruita da Sinisa, che era sì sbilanciata, ma capace anche di produrre tante palle gol e di vincere alcune partite dominando. Questo perché di fianco al Gallo (che rimane giocatore straordinario) c’erano due giocatori come Adem e Iago, non due campioni ma due buoni giocatori in grado di mandarlo in porta e di segnare a loro volta con gli spazi lasciati dal nostro centravanti. Ecco Mazzarri ha fatto fuori prima il serbo, poi lo spagnolo, ha insistito con un non gioco (dettami che la squadra manifesta ancora oggi) finalizzato a non prenderle e cercare gol casuali e occasionali (contropiede, angoli ecc.). In più Mazzarri ha avallato la decostruzione del centrocampo, con soli 4 giocatori di ruolo per vari motivi non all’altezza (Rincon manifesta i segni del tempo, Lukic è un giocatore d’ordine senza squilli, Baselli è l’eterno incompiuto e Meitè ha numeri ma è incostante e a volte svogliato). Quindi ora siamo obbligati a giocare con un centrocampo non all’altezza e per giunta senza ricambi. E di fianco al Gallo abbiamo invece che Adem e Iago, Berenguer, Edera e Verdi, che non sono a livello dei precedenti.
    Quindi Moreno non può fare miracoli, per è costretto dalla rosa a giocare con tre difensori, con un centrocampo debole e con supporto al Gallo non all’altezza. Credo che con un buon centrocampo persino Zaza sembrerebbe un altro giocatore…
    Quindi Longo non può fare miracoli con questa rosa come non potrebbe farlo nessuno…
    Grazie Cairo, grazie Mazzarri
    e ora speriamo, perché sarà tutt’altro che semplice rimanere in serie A, considerando che la prossima partita è già persa, questa squadra non può nemmeno lontanamente pensare di impensierire i gobbi….

  2. aggiungo la gestione maldestra del caso NK, che ci ha restituito un giocatore diverso dal campione cui eravamo abituati e Izzo che evidentemente ha dei problemi analoghi (sa già che andrà via…) e ora anche la difesa non è + all’altezza dello scorso anno, pur essendo sulla carta il reparto più forte…

  3. Cairo oltre ai 13 ml dello scorso bilancio, nel 2019 ha rimesso altri 14 e siamo a 27; purtroppo il calcio non è come la matematica, anche altri club che hanno speso 6 volte più della Lazio o Atalanta vedono queste compagini dal basso.

  4. Siccome il nostro sommo presidente è così munifico e sempre pronto a versare soldi nelle casse societarie,quindi rimettendoci personalmente di continuo,perché non vende AL GIUSTO PREZZO e si leva dai……?
    Non è saggio tenere una società che crea solo debiti….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui