Le pagelle di Spal – Torino 1-1

0
153
Simone Verdi
Simone Verdi

Sharing is caring!

TORINO (3-4-1-2):

SIRIGU 6: Prende gol sull’unico tiro in porta della Spal: spettatore incolpevole.

IZZO 6: Al rientro, disputa una gara attenta: nulla di memorabile, ma dalla sua parte il Toro non soffre mai.

NKOULOU 5,5: Fa a sportellate con Petagna, cosa mai semplice. Tutto sommato se la cava, comanda bene la difesa, fino allo sbandamento che porta prima al fallo su Strefezza in area (rigore che Abisso e il Var non vedono), e poi al gol di D’Alessandro, su cui è in ritardo nella chiusura.

BREMER 5,5: Partita solida e impeccabile per oltre un’ora. Solo una domanda: dov’era in occasione del gol di D’Alessandro ?

ANSALDI 6: Nel primo tempo non si vede, anche perchè poco cercato dai compagni. Un po’ più vivo e nel centro del gioco nella ripresa, quando mette qualche buon pallone in mezzo, ma appare ancora lontano da una forma ideale.

MEITE’ 5: Meno brillante di altre volte (a giocarle tutte con questo caldo, prima o poi si sbaglia una partita), perde un altro pallone sanguinoso, dal quale nasce il pari ferrarese.

RINCON 6,5: Parte bene con alcune belle aperture e cercando le verticalizzazioni su Zaza, non sempre precise. Nel complesso una gara di buon livello, in cui è uno dei pochi a mettere intensità. Prende un giallo pesante ad inizio gara, che non lo condiziona, ma gli farà saltare la prossima partita.

st. 20′ LUKIC 5,5: Ingresso impalpabile, contrasta poco in mezzo al campo e la Spal prende il sopravvento, fino a pareggiare.

BERENGUER 6: Preferito ad Aina nel ruolo di esterno sinistro, parte bene, muovendosi molto e mettendo dei buoni palloni in mezzo. Cala col trascorrere dei minuti, ma non soffre mai le avanzate di Fares e risulta comunque uno dei più positivi.

VERDI 7: Primo tempo al piccolo trotto, in cui non trova mai la posizione, nè lo spunto. Decisamente meglio nella ripresa: un palo, un gol da cineteca, un altro gol sfiorato. Le qualità non si discutono, la continuità forse sì, ma meriterebbe un cast di supporto decisamente migliore.

st. 39′ EDERA: s.v.

ZAZA 5,5: Parte bene, come se il gol al Verona lo avesse caricato. ci prova, si fa vedere, tenta la conclusione, dà la sensazione di poter lasciare il segno. Nella ripresa però spreca un’occasione davanti a Thiam e poi si spegne, ritornando ad essere il solito Zaza di sempre.

BELOTTI 5,5: Il capitano questa volta “tradisce”, ma quello che si presenta al Paolo Mazza di Ferrara è un giocatore svuotato e senza più energie: ha trascinato il Toro per tutta stagione, lo ha salvato (quasi) da solo. Un’occasione nel primo tempo, l’ammonizione procurata di Salomon, un assist e anche l’ammonizione subìta per fallo su Petagna: la sua partita è tutta qui.

ALL. LONGO 6: Missione compiuta. Gli era stata chiesta la salvezza e l’ha raggiunta, a due giornate dalla fine. Sul “come” è stata raggiunta, meglio stendere un velo pietoso, i numeri sono da brividi: tre sole vittorie con squadre che seguivano il Toro in classifica, tre pareggi e ben 8 sconfitte. Il pari del Mazza contro una squadra già retrocessa, senza tanti titolari e senza motivazioni, vale l’aritmetica, ma al tempo stesso è imbarazzante: finale in sofferenza a difesa del pari, gioco inesistente, cambi mai utilizzati. (Alla decima partita in 4 settimane e con questo caldo, forse era il caso di utilizzare qualche forza fresca in più: lo prova il fatto che Di Biagio, inserendo giovani al debutto, nella mezz’ora finale ha messo sotto una squadra di titolari “cotti”).

SPAL (3-5-2):

Thiam 6,5 – Cionek 5,5 – Vicari 5,5 – Salamon 5,5 – Strefezza 6 (st. 38′ Horvath s.v.) – Murgia 5 – Dabo 6 – Missiroli 5 – Fares 5,5 (st. 13′ Iskra 6) – Petagna 5,5 – Di Francesco 5 (st. 13′ D’Alessandro 7) – ALL. Di Biagio 6

ARBITRO, sig. ABISSO 5: La partita scorre via correttamente, a ritmi molto blandi ed è di facile gestione. Praticamente impeccabile nell’uso dei cartellini e nella direzione, fino al momento della scivolata di Nkoulou in area su Strefezza: il rigore è evidente, ma nè l’arbitro, nè tantomeno il VAR decidono di intervenire. per una volta, è il Toro a beneficiare di un errore arbitrale…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui