Lega italiana, vergogna disumana

0
917
Rubrica Resurrezione Granata
Rubrica Resurrezione Granata - www.cuoretoro.it

Sharing is caring!

Ebbene sì, apprendiamo oggi che la Lega si è schierata “ovviamente” a favore della disputa di Lazio-Toro e quindi contro il rinvio a dispetto di tutto: dell’ASL, della salute, dello sport, del calcio, delle famiglie e del buonsenso.

Un gran bell’esempio di cosa non è più il calcio: uno sport. Questo purtroppo lo si sapeva ormai da decenni, il business, le pay tv, la Champions, gli interessi finanziari superano tutto, e il termine sport per il calcio di alto livello, è del tutto usurpato. E chi lassù, ai vertici avrebbe l’occasione di dare il buon esempio, parlo quindi della Lega calcio, si guarda bene dal darlo per preservare i propri interessi del proprio giardinetto di soldi e politica spicciola.

Insomma uno schifo, io fossi nella Lega e fossi al posto di certi soggetti, mi vergognerei. E lo dico anche se ad esempio la società colpita dal Covid inglese fosse stata il Parma o il Cagliari, e fosse stato il Toro a votare contro il rinvio…mi sarei vergognato. Ho saputo, sempre leggendo articoli sul Web, che oltre alle ovvie Lazio e Juventus (te pareva… con lo sport non c’entrano) si sono opposte ad un rinvio anche Parma e Cagliari. I giri di parole e le spiegazioni inutili e pretestuose non servono, è uno schifo, una vergogna e basta. L’ho detto anche quando mesi fa era stata comminata assurdamente sconfitta a tavolino al Napoli, bloccato dalla propria ASL regionale. Poi il reclamo del Napoli è stato giustamente accolto da ente superiore alla Lega, il CONI. E meno male, questo dovrebbe essere lo stesso destino del Toro…almeno si spera.

Stavolta se possibile è anche peggio: perchè qui il focolaio è stato più forte esteso e aggressivo rispetto ad allora, ed è un focolaio di una variante meno conosciuta rispetto ad allora. Ci sono giocatori che non stanno bene , qualcuno con febbre, e anche familiari contagiati. Qui non c’è nulla da scherzare, parliamo di persone prima che calciatori. E loro parenti. E i calciatori granata si sono dovuti barricare in casa, isolati senza allenarsi da ormai otto giorni. E in Lega ci sono facce così di bronzo, gentaglia che non sa cosa sia la vergogna, capaci di votare seguendo solo il proprio interesse. Inutile far finta che non sia così, se è vero, Parma e Cagliari hanno solo interessi da lotta salvezza, per sfruttare la difficoltà di un avversario e vederlo perdere un pò di partite, la Juventus ovviamente non serve commentare così come la sua fedele gemella la Lazio. Mi è venuto in mente ciò che successe dopo la tragedia del Grande Torino. Il resto della stagione fu giocato dalla primavera e gli avversari, tutti, si adeguarono e contro il Toro fecero giocare le rispettive formazioni giovanili, per rispetto al Toro, alla tragedia e allo sport. Adesso per fortuna non parliamo di morti, ma parliamo di un virus che può uccidere. C’è poi così tanta differenza?

Con questa Lega sono quasi certo: se fosse capitata adesso Superga, che so nel 2019 anzichè nel 1949, magari con un Toro in testa alla classifica o in posizioni di vertice, le altre squadre contro la primavera granata avrebbero schierato le formazioni maggiori con tutti i titolari per accumulare punti, fare classifica e recuperare sul Toro per averne un tornaconto. Perchè oggi conta solo questo con gli avidi personaggi della Lega delle vergogne, il tornaconto personale. Alla Lazio sarebbe andato benissimo incontrare il Toro primavera in caso estremo. Ma secondo voi avrebbe schierato la sua primavera? Ma non scherziamo, ci sono le Pay TV, c’è la zona Champions e c’è da fare tre punti immediati e facili prima di incontrare la Juve. Del resto se un Simone Inzaghi parla di giocatori granata riposati, anzichè pensare che si sono ammalati, servono altri commenti su personaggi simili? No non servono.

Di Juve e Lazio ero certo cosa avrebbero votato; di Parma e Cagliari invece sono deluso, perchè quando sei nella stessa barca anche tra concorrenti ci si deve aiutare.

Mi chiedo: ma se il Toro avesse potuto andare giù a Roma, contagiando poi 7-8-9- giocatori Laziali con la variante Covid inglese, e magari pure Lotito o qualche parente più anziano mandandolo all’ospedale…sarebbero stati altrettanto contenti? A quanto pare anche della salute non frega una mazza a questa gente, conta solo il risultato e così il Toro si ritroverà immagino con un 0-3 a tavolino e un punto in meno in classifica, solo temporaneo voglio immaginare ma intanto psicologicamente è pur sempre una brutta botta. In pratica se stai male invece di aiutarti ti seppelliscono vivo.

E cosi Cairo dovrà giocoforza imitare De Laurentiis e fare ricorso.

Non voglio nemmeno pensare che questo ricorso possa avere destino diverso da quello del Napoli per qualche cavillo nascosto o qualche menata burocratica. Il Toro ha il diritto di giocarsela, magari perdere sul campo, ma ha il diritto di provarci proprio perchè ha rispettato tutti i protocolli fin dalla tribolata estate con i primi casi a tagliare la preparazione estiva, a differenza della Lazio, che invece è stata colta in fallo e dovrà pagare in modo pesante; altrimenti anche questo farà giurisprudenza ma in negativo e chiunque si sentirà poi in diritto di fare tamponi a muzzo, e negativizzare giocatori asintomatici dopo pochi giorni per poterli schierare alla bisogna.

Viva lo sport

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui