Toro imbarazzante

2
568

Sharing is caring!

2^ GIORNATA DEL CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A STAGIONE 2021/2022
SABATO, 28 AGOSTO 2021, H. 20,45
FIORENTINA – TORINO: 2 – 1
MARCATORI: GONZALEZ (F) al 41° p.t.; VLAHOVIC (F) al 25°, VERDI (T) al 43° s.t.
FIORENTINA (4-3-3): TERRACCIANO; VENUTI, MILENKOVIC, QUARTA, BIRAGHI (Cap.);
BONAVENTURA (dal 39° s.t. MALEH), PULGAR, CASTROVILLI (dal 17° s.t. DUNCAN); CALLEJON
(dal 32° s.t. SOTTIL), VLAHOVIC, GONZALEZ (dal 39° s.t. SAPONARA).
ALL.: ITALIANAO
ESPULSI: NESSUNO
AMMONITI: BONAVENTURA e CASTROVILLI per gioco scorretto. VLAHOVIC per proteste.
TORINO (3-4-1-2): MILINKOVIC SAVIC; IZZO (dal 31° s.t. VOJVODA), DJIDJI (dal 1° s.t.
BUONGIORNO, RODRIGUEZ; SINGO, LUKIC, MANDRAGORA, AINA (dal 36° s.t. ANSALDI); LINETTY
(dal 22° s.t. VERDI); SANABRIA (dal 22° s.t. PJACA), BELOTTI (Cap.).
ALL.: JURIC
ESPULSI: NESSUNO
AMMONITI: BUONGIORNO, LUKIC, MANDRAGORA, DJIDJI e AINA PER GIOCO SCORRETTO.
ARBITRO: MARIANI di Aprilia.


Quello in corso avrebbe dovuto essere, secondo le dichiarazioni del Presidente, un campionato migliore, rispetto agli ultimi due assai travagliati. Ma, dalle prime due prestazioni e da un mercato asfittico, sembrerebbe proprio di no. Il Toro ha perso le prime due gare di campionato e, se contro l’Atalanta la prestazione faceva ben sperare, la sconfitta patita a Firenze ha evidenziato i grossi limiti di una squadra che manca di qualità e di giocatori che possano colmare le lacune emerse. Mancano poche ore alla chiusura del mercato, e il Toro è chiamato a correre ai ripari, come ha pubblicamente espresso Mister Juric. Si dibatte sulle esternazioni del tecnico, tra chi avrebbe preferito uno sfogo “in privato”, e chi invece plaude alla schiettezza di Juric, che cosi’ facendo ha messo Cairo e Vagnati con le spalle al muro. Credo che la società pensava di cedere alcuni giocatori in esubero, e impiegare gl’introiti conseguenti per fare gli innesti necessari. Nkoulou è partito a parametro zero, Lyanco è volato in Premier portando nelle casse, vuote, della società 7,5 milioni di Euro. Sirigu ha optato per il Genoa, e la sua scelta è da attribuire a frizioni che si erano create tra il medesimo e l’ambiente torinista. Peccato, perché continuo a considerare Sirigu un ottimo portiere. Altre cessioni non si sono ancora concretizzate, perché, credo, che siano pochi i granata appetibili sul mercato. Sinora è arrivato Pjaca, bel giocatore, che deve tuttavia ritrovare la forma e lo smalto persi dopo il brutto infortunio patito, e poi Pobega in prestito secco dal Milan. Troppo poco, e poi il prestito secco è un’operazione a tutto vantaggio della società milanista. Ancora una volta, ci siamo ridotti a fare il mercato nelle ultime ore disponibili, rischiando di prendere dei farlocchi. Contro la Fiorentina, Gonzalez e Vlahovic hanno rappresentato un pericolo costante per la difesa granata, in evidente difficoltà con Izzo, Djidji, Buongiorno. L’assenza di Bremer si è fatta sentire, ma è chiaro che il Toro necessita di un altro buon centrale difensivo. Izzo è lontanissimo parente del giocatore che difendeva e spingeva sulla fascia, andando qualche volta anche a rete. Belotti, come Sanabria, ha ricevuto pochi palloni giocabili, tuttavia ho ricavato l’impressione, spero errata, di un giocatore meno motivato rispetto a prima. La sosta per le Nazionali, e l’esito della chiusura del mercato granata dovrebbero dar vita ad un cambiamento radicale del campionato del Toro, almeno così si spera.

Franco Venchi

2 Commenti

  1. Sedici anni di cose viste e riviste. Si parte a inizio anno con trattative in ogni angolo del pianeta. All’ultimo secondo dell’ultimo giorno di mercato il colpo last minute che poi come sempre non serve a nulla. L’effeci’ di urbano cairo è l’antitesi di una società di calcio. E noi tifosi ancora qui a pregare che arrivi presto il giorno di questo disumano sfinimento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui