Le pagelle di Torino-Spezia

4
1389
Saša Lukić
Saša Lukić

Sharing is caring!

Milinkovic Savic: torna, da titolare, a difendere la porta granata. Resta inoperoso per tutta la partita, se si fa eccezione per un tiro da fuori area che non crea problemi e per il rigore che intuisce ma non può fermare. (6)

Zima: sicuro e concreto nel primo tempo, nel quale ha anche una grossa occasione per segnare, patisce nella ripresa i lanci lunghi con i quali lo Spezia cerca di scardinare la difesa granata. (6,5)

Bremer: anche oggi non è monumentale come siamo abituati a vederlo, però l’avversario diretto non gli crea tanti problemi; esce per infortunio (6,5)

Rodriguez: solita concreta prestazione, tenta anche la fortuna su una punizione dal limite che, però, viene deviata dalla barriera. Esce ad inizio ripresa, probabilmente per precauzione. (6,5)

Singo: buoni segni di ripresa, specialmente nel primo tempo, dove si rende protagonista di numerose sgroppate quasi tutte molto efficaci. Cala, come tutta la squadra, nel secondo tempo. (6,5)

Ricci: altra grande prestazione, malgrado la giovane età dimostra grande personalità dando equilibrio alla squadra. Nel secondo tempo offre un cioccolatino a Sanabria che, però, non sfrutta l’occasione. (7)

Lukic: protagonista di una prestazione sontuosa arricchita dall’assist che porta al rigore per il Toro, che lui stesso trasforma, e del bellissimo gol del raddoppio. Forse il giocatore che meglio ha beneficiato della cura Juric. (8)

Vojvoda: non ho visto le statistiche ma avrà percorso un numero infinito di chilometri, si propone continuamente in appoggio anche con buona tecnica, gli perdoniamo un paio di errori banali figli, probabilmente, della stanchezza. (7)

Seck: molto buono l’esordio da titolare, buone iniziative tra le quali un guizzo con tiro che il portiere avversario sventa con un grande intervento. Elemento sul quale si può contare nella prossima stagione. (6,5)

Pjaca: in ripresa rispetto alle ultime prestazioni negative, però ancora non mette a frutto la sua grande classe. Qualche spunto e una grande occasione, praticamente un rigore in movimento, che non sfrutta perdendo troppo tempo prima di tirare. (6)

Sanabria: si procura il rigore con un buon inserimento e offre tante sponde facendo un gran movimento. Non sfrutta un paio di occasioni, una molto favorevole, e questo per un attaccante non è positivo. (6)

Subentrati:

Buongiorno per Rodriguez (1’ s.t.): fa rimpiangere il compagno che sostituisce e, infatti, lo Spezia spinge molto da quella parte. Insicuro. (5,5)

Praet per Seck (16’ s.t.): bentornato, ci sei mancato molto. Chiaramente ancora lontano dalla migliore condizione, fa comunque vedere la sua importanza in un paio di occasioni. (6)

Brekalo per Pjaca (16’ s.t.): entra con la giusta determinazione proponendosi con grande personalità. (6,5)

Djidji per Bremer (30’ s.t.): molto incerto in più di una occasione fino a causare l’ennesimo rigore per una entrata scomposta. (5)

Ansaldi per Singo (40’ s.t.): s.v.

Juric: osannato dalla Maratona ritrova la vittoria in casa dopo tanto tempo. La squadra offre una grande prestazione, specialmente nel primo tempo, subendo l’ennesimo gol nel recupero, aspetto sul quale si dovrà lavorare per evitare che nel prossimo campionato si buttino tanti punti. (7)

Sandro Mellano

4 Commenti

  1. -Ricci, Seck Mandragora, Lukic- Come centrocampo, in prospettiva futura in mano a Juric , non è niente male. Dopo anni di patimenti finalmente una zona del campo all’altezza.
    FVCG (ora e per sempre).

    a

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui