Juric: “Abbiamo giocato molto bene, peccato non aver preso punti”

34
1705
Ivan Juric
Ivan Juric

Sharing is caring!

Ivan Juric ha parlato ai micofoni di DAZN dopo la sconfitta per 3-1 contro l’Atalanta. Al Gewiss Stadium il Torino ha subito la prima sconfitta del suo campionato, nonostante una buona prova degli uomini di Juric.

Juric si è detto contento della prestazione dei suoi, ma rammaricato per il risultato: “Il Torino ha fatto una grandissima gara, a tratti abbiamo fatto molto molto bene. Abbiamo però commesso errori banali, abbiamo regalato due rigori. Abbiamo giocato bene, abbiamo preso due pali, sono molto contento, è un rammarico non aver raccolto punti. Complimenti ai ragazzi davvero”. 

Juric: “Dobbiamo migliorare nelle piccole cose”

Poi, l’allenatore granata ha parlato della situazione sulla trequarti e dello stop di Ricci“Sulla trequarti ci siamo. Sono tutti giocatori che devono ritrovarsi, non abbiamo grandi garanzie, ma stanno facendo bene. Speriamo che Ricci non si sia fatto nulla, perché in quel ruolo siamo pochi. Se si è fermato potremmo avere dei problemi, speriamo non sia nulla. I giocatori che erano già qui hanno imparato molto dall’anno scorso e ora devono essere bravi a inserire i nuovi”. 

Infine, Juric ha spiegato in cosa deve migliorare la sua squadra: “Abbiamo sbagliato 2-3 passaggi davanti alla porta, occasioni in cui si deve alzare la qualità. Serve un salto ulteriore.Vlasic ha fatto bene, ha creato, ha segnato e gli hanno annullato un gol. Radonjic sta facendo bene, ma anche lui è un’incognita. Dobbiamo migliorare nelle piccole cose, ma abbiamo giocato bene. Abbiamo fatto due falli da rigore ingenui, errori da non commettere. L’Atalanta è stata più attenta, è una squadra più esperta e ha vinto la partita”.

(fonte gianlucadimarzio.com)

34 Commenti

  1. Squadra piena zeppa di pipponi inguardabili. La speranza è che tra un mese questa accozzaglia di scarponi, questo puzzle di mezzecalzette possa già trovarsi nei bassifondi della classifica con lo spettro della retrocessione, di modo che la merdaccia, testa di caxxo, sciacquapalle degli Elkann, edicolantuccio da quattro soldi, incapace presiniente cairo sia contestato fino alla necessaria vendita del nostro Toro.

    • Certo che sentire un (tifoso?)che spera di essere nei bassifondi della classifica nn è solo da psicopatologia grave,ma anche anacronistico e illogico(credere che se il Toro retrocede e i veri tifosi contestano il TDC cede significa davvero nn aver capito niente del nano.)
      Basterebbe solamente guardare cosa è successo in passato e certe considerazioni nn verrebbero neppure fatte

  2. Vero.
    Le partite si decidono sugli episodi e noi abbiamo alcuni giocatori poco attenti(a essere gentili).
    Su Aina sappiamo,Lazzaro è un mistero come si sia imbrocchito(ma nn sono i giocatori da prendere in ogni caso,anche se gratis).La speranza è che IJ ne sappia fare un clone di Rodriguez
    Il mister è un paranormale poiché sta riuscendo a resuscitare anche Linetty.
    Forse il solo Zaza era al di là dei suoi poteri
    Peccato,perché a me la squadra è piaciuta più ieri che nelle due precedenti vittorie.
    Tenuto conto delle assenze(grazie TDC)soprattutto a centrocampo,nn abbiamo fatto male.
    In avanti,se il giovanotto regge,Pellegri sempre

    • Sono d’accordo, occorre provare Pellegri dal primo minuto, ci serve la sua garra e la sua fame che a Sanabria mancano.
      A centrocampo spero che Juric, chiuso il mercato, riesca a far giocare – bene – anche Ilkan e Adopo. Non conosco bene Lazaro, ma ieri non mi è piaciuto; c’è da mettere in conto che abbiamo sempre gente che non gioca da tempo, e non è facile ritrovare in partita tempi e distanze. Ad es Vasovic sta venendo fuori alla grande in avanti e anche indietro, ma occorre tempo e minuti nelle gambe (e si perdono i punti).

  3. Visto poco della partita mi sento di dire che abbiamo giocato in linea con le precedenti sfide. La squadra attua un buon gioco e segue bene Juric. Al di là delle carenze, come al solito frutto dei mercati alla TDC. Seck può migliorare molto sotto Juric e lo stesso mistero Lazaro può essere ricuperato come di fatto per Rodriguez. Farei giocare di più Pellegri.

  4. Ieri fase difensiva raccapricciante (al di là dei rigori). Potevano farne 5 (ricordiamo i 2 pali clamorosi con tentativi da breve distanza e senza opposizione).
    Inutile focalizzarsi sui singoli, sul l’assurdo arrivo di Kara quando un mediana ciò qualsiasi ti sarebbe servito come il pane. Tdc però è così, un altro inutile anno ci attende.

  5. Ora possiamo fare un’analisi precisa del mercato
    2) iniziato con colpevole ritardo
    3) poi buoni acquisti: Rado ottimo, Vlasic pare un gran giocatore (anche se con un prestito che a 15M nn verrà mai riscattato…), Miranchuk adatto al sistema e buon giocatore (ma idem come Vlasic), Pellegri se si libera dagli infortuni è un ottima prospettiva, il giovane turco promette bene (ma Juric lo considera acerbo), Schuurs pare avere grandi doti, Lazaro prestito incomprensibile, Bayeye scommessa innocua
    4) poi si aspettano gli ultimi due colpi, è chiaro che manchino un trequartista di raccordo (Praet o uno con le sue caratteristiche) e, secondo me soprattutto, un centrocampista muscolare alla Pobega/Mandragora
    5) non arrivano, leggendo i giornali inglesi pare che fosse praticamente impossibile che potesse arrivare Praet, e ci prendono questo Karamoh, che, oltre ad essere una promessa mancata, è un attaccante, gioca ala o volendo anche al centro, quindi con caratteristiche OPPOSTE a Praet, ma costa quasi nulla (pare 1M). Il centrocampista non arriva, così ci troviamo un centrocampo con soli 4 elementi (Adopo Juric lo considera un difensore…) tutti + tecnici che fisici e uno di loro un diciottenne con pochissima esperienza. Aggiungo che dei giocatori in rosa non vedo nessuno adattabile in quel ruolo delicato che richiede due fasi con grande intensità.
    6) dunque, un potenziale buon mercato diventa pessimo, perché quando ci sono da mettere gli ultimi tasselli si fallisce miseramente. E sono tasselli decisivi, perché già ora, con l’infortunio a Ricci, siamo in emergenza a centrocampo, in un campionato dove si giocherà spesso ogni tre giorni e noi non avremo ricambi e in alcuni casi avremo difficoltà a mettere su un centrocampo degno di quel nome. Siamo alle solite, per risparmiare qualche spicciolo si compromette una stagione.
    7) in ultimo i dati: vendite 42,5 M (Bremer, Segre, Millico), acquisti 20,5 M (Schuurs, Pellegri, Ilkhan, Bayeye, Karamoh). Saldo positivo a + di 20M

    • Voto mercato 5,5
      Non aver trovato in 4 mesi un centrocampista fisico di rottura è una cosa che fa andare fuori di testa!!!!
      Sempre sempre sempre un passo avanti e mezzo indietro!!
      Tua analisi direi ottima

      • Purtroppo la tua considerazione vale un po’ in generale. Ci dovrebbe essere uno studio e una ricerca continua di giocatori di interesse e, sapendo di dover sostituire dei profili in rosa, si dovrebbe provvedere per tempo a reperire e prendere i sostituti.

    • Concordo con la tua analisi in linea di massima. Quello che non capisco e’ perché Juric non veda Adopo arruolabile come mediano, in fondo nasce così non come difensore. E sicuramente ha fisico adatto per il gioco richiesto dal mister.

      • vedendolo giocare credo che il problema principale sia legato ai tempi (difesa palla e smistamento), il gioco di Juric presuppone che i centrocampisti centrali siano soprattutto attenti a non sbagliare, con quel tipo di gioco se si perde palla si rischiano situazioni molto pericolose (su questo Linetty, ad esempio, è meno affidabile di Lukic e Ricci). Poi, certo, in casi disperati non potrà far altro che schierarlo, ma che si abbia solo 3 centrocampisti veramente pronti è una vera disgrazia, se uno si infortuna non hai scelte e non hai ricambi, se si infortunano (o squalifiche) in due devi mettere il turco o Adopo, se sono fuori in 3 (cosa che in una stagione può anche capitare) avremo il centrocampo con Ilkhan/Adopo…

  6. Squadra notevolmente indebolita dal buffone in mala fede.
    Se va molto bene, da meta’ classifica.
    D’altronde, guardando la foto del faccione compiaciuto mentre firma con l’ennesima pippa di ieri, ci si rende bene conto di chi ci guida, purtroppo.
    Oggi 2 settembre, 17 anni fa diventava proprietario, quel giorno pessimo!
    Uniamoci per gli auguri……

  7. -Nel giorno del compleanno del nostro incomparabile “Conducator” auguri vivissimi per una prossima lieta partenza verso lidi lontani e senza ritorno.

    -Pur con le carenze di organico arcinote dobbiamo anche constatare di avere alcuni nuovi giocatori per l’attacco sopra la media e con cui, condizioni fisiche permettendo, potremo toglierci parecchie soddisfazioni.
    Purtroppo Vlasic sicuramente non verrà riscattato vistone il costo; Radonjic speriamo continui di questa passo(eventuali colpi di testa permettendo). Ulteriore speranza è che non segua l’esempio di Brekalo.
    FVCG (ora e per sempre).

  8. Vi ricordo che la partita più prestigiosa degli ultimi 25 anni del nostro sodalizio (Torino Zenit) venne giocata con un centrocampo composto da Elka Gazzi e Farnerud. Un autentico marchio di infamia.
    Con la proverbiale fantasia tanto cara al nostro pubblicista, Ventura nel secondo tempo dovette fare entrare Bovo x Farnerud poichè non disponeva di altri centrocampisti in panca. Un autentico marchio ndi infamia

  9. D’accordo con Dario76, vedere quella faccia da culo del TDC con quel sorriso falso stampato in volto vicino al nostro ultimo nuovo “acquistone”, al posto di Praet (dio mio che insulto!!), mi ha fatto davvero venire i conati… a parte il trequartista, certo che pensare di arrivare a gennaio con 3 centrocampisti di sostanza per 2 posti è davvero da uomo in malafede. Maledetto!
    …e pensare che ce ne sarebbe uno da ingaggiare dentro i nostri parametri… quel “mastino” di XEKA, portoghese di sostanza e cazzimma, buon fisico, svincolato, 27 anni, ambidestro (ma dicono giochi meglio sul centro sinistra), ottimo interditore e costruttore di gioco, buon tiro, ex Lille (con cui ha vinto un campionato e una coppa di francia), stipendio in linea con i nostri (circa 1,5 l’anno)… ma cosa scrivo a fare, con quella merda che ci tiene in ostaggio… vabbè, stavo fantasticando, ora mi sveglio, tranquilli.
    FVCG

  10. Proprio perché comunque la squadra e il gioco ci sono fa andare fuori di testa che quando basta poco per fare un anche se piccolo un passa avanti non lo si fa…solo un centrocampista come richiesto dal mister ti da quella sicurezza in più in certe partite o a proteggere il risultato in altre.. e contestualmente far crescere i giovani con più calma..così se ne hai uno squalificato e magari uno infortunato in partite abbordabili rischi di perdere punti per una scelta meramente economica…sempre 30 per non fare 31

  11. Se uno avesse un progetto, fosse anche quello del famoso autofinanziamento, fatto da plusvalenze e ingaggi bassi dati da giocatori in cerca di una nuova vita o giovani speranze, cercherebbe continuativamente elementi in grado di sostituire i partenti, perché è chiaro che ogni anno la tela si disfa e si ricomincia da capo; qui non è mai, e sottolineo mai, successo e Pietro ha ricordato la partita con lo Zenit, ma potremmo ricordare con Ventura anche la partita di Empoli, perché non c’è e ripeto non c’è ora è non c’è mai stato un PROGETTO.
    Il mercato è stato fatto in funzione esclusiva di abbassare gli ingaggi e con la prospettiva di una salvezza tranquilla, sperando che Juric con un po’ tanta fantasia sforni un miracolo calcistico nel mezzo del campo e riabiliti giocatori a spasso (vedi Lazaro e il nostro ultimo acquisto). Ieri quanto manchi un Pobega è stato evidente, così come è normale pagare dazio con dei quinti non affidabili; ne avresti 5, nei fatti solo Singo e Vojvoda, se in forma, garantiscono una certa affidabilità, non certo un salto di qualità. L’Atalanta facendo il compitino e giocando la prima mezz’ora più piano di noi, parole e musica del gobbo gasp, ha rischiato di farne 5 per nostri esclusivi demeriti, perché dietro si è ballato non poco; la differenza con lo scorso anno è distante non più di 4 mesi quando a venti dalla fine si vinceva a Bergamo 4-2. Però va bene così, tralasciando la mancanza di un attaccante da doppia cifra; per la cronaca lo scopritore di Belotti ci ha detto che il Gallo ha aspettato per tutta l’estate la Roma, dichiarazione avvalorata da Tiago Pinto che ha parlato bene dell’uomo, perché, ha detto, uno che ha fatto 100 goal in A non si discute. Ma che lo dico a fare, vedere uno da Toro con un’altra maglia, fa proprio male al cuore. Mi tocca gioire per la risoluzione con Zaza, queste si che sono le soddisfazioni di un tifoso.

    • Tutto assolutamente vero quello che dici. Ma rispondi onestamente: se avessimo avuto un club stile Preziosi che ad ogni sessione di mercato rigirava di 360 gradi la rosa (e li spesso ci azzeccavano) quale sarebbe stata la considerazione della piazza a Torino?

      • La medesima, ma almeno quello per uscire, senza avere messo un euro per comprarlo, non ha chiesto 300 milioni di euro. Ora rispondi tu a me; quale sarebbe stata la considerazione della piazza per un lotito che ha dovuto acquistare la Lazio per pressioni istituzionali, convinto che così ti avrebbero pagato il debito che aveva con te la sanità della regione Lazio per circa 30 milioni e ti fossi poi trovato con un mare di debiti della società Lazio e senza ottenere il saldo del credito promesso dalla regione e che è riuscito si a risanare i debiti pagando all’erario anno per anno il dovuto con tanto di interessi di mora, ma anche a creare una squadra che dopo gobbi e inda ha vinto di più negli ultimi 10/15 anni?

        • Preziosi deve averne fatte di tutte e di più in materia amministrativa a Genova e non sto a giudicare quello che ha chiesto o non ha chiesto affari suoi. Su Lotito nulla da dire: e’ antipatico ma sicuramente più ambizioso e capace del TDC, avercelo noi …. Qui si discuteva che se qualcuno avesse fatto e rifatto la tela della rosa ogni stagione ci sarebbero state ugualmente fortissime critiche, senza per questo voler far sconti all’avido, sia detto. Pensa solo se avesse venduto 2-3 stagioni fa Belotti cosa sarebbe venuto giù. Poi non ci e’ riuscito, non ha voluto, poco importa. La coerenza, sempre e comunque non e’ un bagaglio del tifoso e va anche bene così, per carità, c’è’ molto di peggio la’ fuori.

          • In un colpo abbiamo perso Cerci e Immobile, sostituiti con Amauri e Quaglia e non è venuto giù niente. Su Cairo sono 17 anni che ci prende per il culo o per meglio dire si disinteressa di noi e ogni volta qualcuno ha detto, beh vediamo questo mercato, alla prossima andrà meglio, la situazione era difficile, non tarpiamo le ali è giusto se un giocatore vuole andare via e intanto ci siamo dimezzati come tifosi, senza che ad ogni cambio di tela ci sia stato più di qualche mugugno. Genova e Torino non possono essere avvicinate sotto il profilo del sentimento polare, Genova è operaia e viscerale, Torino si è imborghesita e intiepidita, non c’è confronto.

  12. Aless
    Se analizziamo la partita possiamo dire che nel primo tempo abbiamo giocato alla pari, forse nella costruzione meglio noi, ma l’unica vera occasione nostra è stato il gol annullato a Vlasic, mentre loro hanno avuto, oltre al rigore regalato da Aina, 3 occasioni, Zapata solo davanti a Vanja (miracolo del portiere), tiro da fuori messo in angolo e da calcio d’angolo palo e altro intervento di Vanja.
    Nel secondo tempo invece abbiamo faticato, abbiamo prodotto oltre al gol, un paio di buone occasioni e una traversa, mentre loro, oltre ai due gol, una traversa
    Quindi pare chiaro che nel secondo tempo, con partita da recuperare, Juric non avesse in panchina giocatori in grado di dare la scossa, tant’è che ha dovuto mettere Rado, mezzo infortunato…
    tradotto: Juric fa miracoli, ma se non hai giocatori (e a centrocampo non ne abbiamo) anche i miracoli servono a poco…

  13. Pure a me, ma quando sento dire che per fare una squadra competitiva ci vogliono 7/8 giocatori da 20/30 milioni, mentre la Lazio manco Immobile lo ha pagato questa cifra allora mi girano le balle.

    • Lazzari era uno da rivalutare, Acerbis, non ultimo il 3/4 del Verona, ma se vuoi andiamo più indietro con Billia, Ledesma, Mauri, Lukic, Radu. Evito di citare per carità cristiana il fratello buono. Aggiungiamo qualcuno dell’era di Delio Rossi? Ma veramente vuoi parlare dei mercati delle 2 squadre? Ci vuole proprio coraggio; basterebbe dire ho detto una cazzata e finisce lì, non insisti pure. Non basta la storia calcistica le coppe vinte e i piazzamenti, no vogliamo discutere di un progetto e di un tirare a campare. Ma prego puoi pure continuare con la storiella che senza soldi non si può essere competitivi.

  14. Io mi leggo quando scrivo, e non c’è un numero che coincida con quelli di cui hai parlato tu; dunque sei tu che non rileggi quando scrivi perché nessuno di quei giocatori è costato o20/30 milioni., sicché l’affermazione che ci vogliono 7/8 giocatori da 20/30 milioni l’uno per essere competitivi resta una cazzata. Il punto è che provi a fermare ad oggi la questione, in maniera strumentale, la Lazio è 15 anni che vince e fa piazzamenti con un presidente che, ti piaccia o meno, ha meno soldi di carie e sta pagando i debiti altrui e ha costruito una squadra, son partito da Ledesma e Mauri sempre tenendo i conti in ordine, dunque ci capisce di calcio.
    Ma posso passare all’Atalanta se preferisci, la quale il suo percorso l’ha costruito, pur avendo un presidente più ricco di carie, utilizzando i ragazzi della primavera e in particolare i soldi ricavati dalle loro cessioni come Conti, Caldara e Gagliardini per citarne solo alcuni oppure quelle fatte a noi di Baselli e Zappacosta e rivalutando giocatori giovani come Cristante e Petagna poi rivenduti ad un signor prezzo e ne sto dimenticando certamente qualcuno. Non parlo poi dell’Udinese dei Pozzo che ha raggiunto la qualificazione alla CL e sono per stare agli anni di presidenza di carie da 17 anni consecutivi in A.
    Poi possiamo passare al Napoli di De Laurentis, meno ricco di carie, che ha preso il club in C e lo ha portato a competere per lo scudo.
    Per fare calcio bisogna conoscerlo o affidarsi a chi lo conosce, carie non lo conosce e non intende affidarsi,vuole solo fare affari remunerativi.
    Quanto ai nostri 3/4 e ai loro riscatti Vagnati ha già detto oggi che sarà possibile solo con la collaborazione delle società proprietarie dei cartellini, che tradotto significa che cercheranno more solito ove interessati di rinegoziare il riscatto, vedi Mandragora e Praet.
    A proposito, senza Ricci per un mese chi gioca a sx e quali sono i cambi? Lo vedremo presto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui